foto Tio.ch
La scritta comparsa sulla filiale Ubs di Bellinzona, in largo Elvezia.
BELLINZONA
05.11.2020 - 06:320

I giovani ecologisti "imbrattano" l'Ubs di Bellinzona

La bravata notturna dai ragazzi del Movimento per il clima a Bellinzona. «Sensibilizziamo, senza fare danni»

BELLINZONA - Le scritte sui muri hanno suscitato polemiche nei giorni scorsi, dopo la manifestazione dei Molinari a Lugano. Ma eccone una che è passata completamente inosservata. «Basta finanziare le guerre e la catastrofe ambientale».

La frase è comparsa a caratteri cubitali sulla facciata della filiale Ubs di Bellinzona, ed è sparita nell'arco di una notte. L'azione, realizzata con un proiettore, è stata messa a segno dal Movimento sciopero per il clima, dai Giovani Verdi e dal gruppo Svizzera senza un esercito, in vista del voto del 29 novembre sull'iniziativa «contro i commerci bellici».

Un imbrattamento senza conseguenze, che vuole «sensibilizzare la popolazione e non creare danni a nessuno» spiega il bellinzonese Yannick Demaria, tra gli autori della bravata. Questi ultimi chiedono che «le banche svizzere si orientino verso investimenti etici e sostenibili» in un momento in cui l'attenzione pubblica è distolta verso altri problemi. Per attirarla, servono imprese singolari. E questa lo è senz'altro.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 12:16:55 | 91.208.130.86