Immobili
Veicoli

SVIZZERAUn compromesso per Via Sicura

28.06.22 - 17:13
Lo propone la Commissione dei trasporti del Nazionale per scongiurare il rischio di un referendum.
Ti-Press
Fonte ats
Un compromesso per Via Sicura
Lo propone la Commissione dei trasporti del Nazionale per scongiurare il rischio di un referendum.
L’ammorbidimento di due articoli sulla pirateria stradale promosso dalle due Camere fa infatti storcere il naso a Roadcross, l'associazione delle vittime degli incidenti della circolazione.

BERNA - L'ammorbidimento di due articoli sulla pirateria stradale nella revisione della legge sulla circolazione stradale potrebbe tornare sui banchi del parlamento. Dopo l'approvazione da parte delle due Camere, la Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale (CTT-N) propone oggi a larghissima maggioranza un compromesso per evitare il lancio di un referendum.

Quest'ultimo era stato annunciato da Roadcross, associazione delle vittime degli incidenti della circolazione, al termine del dibattito agli Stati durante la sessione estiva. La Camera del popolo aveva già trattato il tema in marzo.

In sintesi, la CTT-N chiede al plenum di tornare sui propri passi e mantenere la pena minima di un anno di detenzione per i reati di pirateria stradale (22 voti a 2 e 1 astensione). Sulla base delle esperienze fatte negli ultimi anni, l'articolo deve però essere adeguato in modo tale da poter scendere al di sotto della pena minima, qualora non vi siano iscrizioni nel casellario giudiziale a causa di violazioni delle norme della circolazione o qualora il superamento della velocità massima sia stato commesso per motivi validi, precisa una nota diffusa dai servizi parlamentari.

Per la CTT-N occorre modificare un altro articolo della legge in modo tale che, analogamente a quanto avviene oggi, i reati di pirateria siano puniti con una revoca della licenza di almeno 24 mesi (decisione presa con 23 voti a 2). La durata minima della revoca deve poter essere ridotta, di 12 mesi al massimo, nei casi in cui le pena detentiva minima sia stata anch'essa ridotta in base all'articolo precedente.

Secondo la CTT-N, adeguando questi due punti della legge, sarà possibile continuare a reprimere i reati di pirateria con la dovuta intransigenza, consentendo però nel contempo di conseguire lo scopo iniziale della revisione, ossia conferire ai giudici un maggior margine di apprezzamento.

Affinché la CTT-N possa sottoporre le nuove proposte alla sua Camera nella sessione autunnale, l'omologa commissione degli Stati dovrà approvare la decisione di ritornare sulla decisione, viene precisato nella nota. Per le divergenze ancora in sospeso, la CTT-N propone infine al plenum di allinearsi agli Stati.

COMMENTI
 
seo56 1 mese fa su tio
Roadcross sta esagerando! Vogliono il referendum e referendum sia… sta via sicura é solo una pansanata…
medioman 1 mese fa su tio
Basta rispettare le regole
Mattiatr 1 mese fa su tio
Le pene sono eccessive, sarebbe utile ponderare cosa è un pirata della strada (uno che va a 100 sull'80 in un bosco non lo è). L'eccesso di penalizzazione sarebbe più utile per altri crimini, per esempio aggressione e simili, visto che sempre più persone in Ticino hanno la brillante idea di andare in giro solo per picchiarsi (esempi ce ne sono a iosa, sopra tutto dopo le misure antipandemiche).
F/A-19 1 mese fa su tio
Basterebbe portare l’esempio che se sbatti con l’auto e quindi perdi la padronanza del mezzo la patente viene sospesa, poi vai a spiegare che magari era per evitare un qualche animale o qualcuno che ti stava per centrare, rimane il fatto che sei andato contro ad un muro o giù per una scarpata. Altro esempio: 80 all’ora in autostrada con i lavori in corso, si ma di notte quando è evidente che il cantiere è deserto e non circola nessuno a parte te e vai che ne so, a 110, la patente salta. Idem quando passi da 80 a 120 e ti piazzano il radar un metro prima del 120, è grave se stai accelerando e ti beccano a 110? Un metro dopo andresti lentamente mentre un metro prima sei da ritiro patente, assurdo no? Potrei fare tanti altri esempi ma visto che ho più di due milioni di chilometri effettuati con ogni mezzo posso dire che non sono questi i reati gravi, a me capita sovente di dover evitare automobilisti che tagliano curve senza visuale, sorpassano bici prima di curve, ti sorpassano e si infilano un metro avanti te magari per uscire dall’autostrada, gente che ti sorpassa sulla destra ad alta velocità ( sopratutto moto) , bici che ti sfilano sulla destra mentre stai svoltando, pedoni distrattissimi che ti saltano giù dal marciapiede senza preavviso e metri prima delle strisce pedonali, qui però non si interviene.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA