Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
58 min
Il ministro meno amato? «Preferisco restare fedele alle mie idee»
Dopo il discorso tenuto per l'elezione alla presidenza della Confederazione, Cassis ha incontrato i media.
ZURIGO
1 ora
Shopping da record a Natale, nonostante il Covid
Gli svizzeri spenderanno oltre 300 franchi a testa per i regali.
VAUD
1 ora
Si ubriaca con le allieve e ci dorme assieme. Addio insegnamento
Per l'Alta Corte il funzionario pubblico «non è più degno di rimanere in carica».
BERNA
1 ora
Secondo pilastro, primo sì alla riforma
Per la maggioranza del Consiglio nazionale l'abbassamento di 0,8 punti dell'aliquota di conversione è indispensabile
GRIGIONI
2 ore
Abbattuto il terzo giovane lupo del Beverin
L'abbattimento è avvenuto la scorsa notte, nel territorio di Muntogna da Schons
SVIZZERA
3 ore
Covid, 12'598 nuovi casi in Svizzera
I morti legati alla pandemia salgono a quota 11'326. Negli ospedali sono stati registrati 113 nuovi ricoveri
SVIZZERA
3 ore
«Non lasciamoci dividere»
Il neo presidente della Confederazione ha incentrato il suo discorso sulla pandemia: «La crisi avrà una fine».
SVIZZERA
4 ore
Più tasse sulle sigarette? I fumatori diminuiscono
La Svizzera ha attualmente la più bassa pressione fiscale in Europa e ciò deve cambiare, secondo due associazioni
VAUD
4 ore
Caso Carlos: annullata la sentenza della giustizia zurighese
La corte avrebbe dovuto esaminare le condizioni in cui il giovane era detenuto nel periodo in cui commise i reati
SVIZZERA
4 ore
Dopo 24 anni tocca a un ticinese
Ignazio Cassis è stato eletto alla presidenza della Confederazione con 156 voti. Il suo vice sarà Alain Berset.
SVIZZERA
5 ore
Sospetto islamista: «In Svizzera non può entrare»
Il Tribunale Amministrativo Federale ha respinto il ricorso di un cittadino francese, oggetto di un divieto di 5 anni
SVIZZERA
6 ore
«Test gratuiti, ma non per tutti»
La decisione del Consiglio nazionale. L'adeguamento ridurrà i costi settimanali da 61 a 41 milioni di franchi
GRIGIONI
6 ore
Hotel a cinque stelle vittima di un attacco hacker
I criminali informatici hanno colpito il Waldhaus di Flims, rubando dati di dipendenti e ospiti.
SVIZZERA
8 ore
Diritti umani in Cina, la Strategia è sufficiente
Respinta dal Consiglio degli Stati una mozione della Commissione della politica estera del Nazionale
GRIGIONI
8 ore
Il lupo come "vicino" durante l'inverno
Gli avvistamenti possono essere più frequenti durante la stagione fredda ma «non c'è un pericolo maggiore per l'uomo»
SVIZZERA
15.10.2021 - 18:380

Il primo partito svizzero rimane l'UDC

Segue il PS, che ha alle calcagna PLR, Alleanza del Centro e Verdi, secondo l'ultimo Barometro elettorale della SSR

Per quanto concerne l'influenza dei Consiglieri federali, Berset è in testa, Cassis e Amherd agli ultimi posti

BERNA - L'UDC rimane comodamente il primo partito svizzero davanti al PS, stando al barometro elettorale della SSR di metà legislatura. Dietro le posizioni si avvicinano: PLR, Alleanza del Centro e Verdi si trovano praticamente ad ex aequo al terzo posto.

Rispetto alle elezioni federali dell'autunno 2019, l'Unione democratica di centro (UDC) guadagna un punto percentuale, issandosi al 26,6%. Il Partito socialista (PS) conserva il suo secondo posto con il 15,8% (-1 punto) delle intenzioni di voto. Nonostante la pandemia di Covid-19, in Svizzera si osserva una situazione molto stabile, rileva oggi l'istituto Sotomo a cui è stato affidato il sondaggio dalla Società svizzera di radiotelevisione (SSR).

Il Partito liberale-radicale (PLR) subisce il calo più marcato (-1,5 punti), attestandosi al 13,6%. L'Alleanza del Centro, che è nata nel frattempo dalla fusione tra il Partito popolare democratico (PPD) e Partito borghese democratico (PBD), perde invece soltanto mezzo punto percentuale, situandosi al 13,3% delle preferenze, mentre i Verdi si mantengono al 13,2%. Dal canto loro, i Verdi liberali realizzano la maggiore progressione (+2%), collocandosi al 9,8%.

Se anziché richiamarsi alle ultime elezioni federali, si facesse riferimento al barometro elettorale dello scorso anno, l'UDC guadagna addirittura 2,5 punti percentuali, ponendo fine a una tendenza negativa iniziata nel 2019. Gli autori dello studio rilevano che, sebbene si trovino quasi sulle medesime percentuali, PLR, Alleanza del Centro, Verdi contano rispettivamente due, uno e nessun rappresentante in Consiglio federale.

Clima guadagna importanza
Per quel che concerne gli argomenti prioritari da affrontare, il cambiamento climatico resta motivo di preoccupazione per quasi la metà (44%) dei circa 28'000 partecipanti al sondaggio. Segue la lotta contro le pandemie (32%). Tuttavia le misure sanitarie adottate dal Consiglio federale hanno suscitato critiche per quanto attiene alla restrizione delle libertà individuali a tal punto che per il 17% degli interrogati la protezione delle libertà individuali rappresenta ora una sfida importante, secondo il barometro Sotomo.

Tale preoccupazione ha guadagnato terreno avvicinandosi a quella per la sicurezza sociale (18%). Per l'UDC in particolare, la questione delle libertà è una gradita aggiunta ai suoi temi centrali tradizionali quali l'immigrazione e le relazioni con l'Unione europea, che si stanno affievolendo in questi ultimi anni.

Disinteresse per i premi malattia
Sono soprattutto i due temi "competitività, economia e disoccupazione" e "pressione sui salari" ad essere molto meno spesso citati rispetto al 2020. Un anno fa, la paura di ritrovarsi senza un lavoro e del diffondersi di una crisi economica, quali conseguenze della pandemia, era grande. Oggi, le preoccupazioni concernenti l'economia e il mercato del lavoro sembrano essere diminuite.

Ciò ha ripercussioni soprattutto per il PLR e il PS, partiti per i quali il mondo economico e sociale sono temi centrali. Non è quindi sorprendente, secondo Sotomo, che queste due formazioni abbiano perso punti percentuali dall'ultimo barometro elettorale.

Rispetto alle elezioni del 2019, sono soprattutto i premi dell'assicurazione malattia ad aver perso importanza. Due anni fa, il 43% delle persone interrogate li collocava ancora tra le cinque principali sfide da affrontare. Oggi soltanto il 14% li ritiene un tema rilevante.

Poche differenze regionali
Gli argomenti prioritari non differiscono fondamentalmente da una regione linguistica all'altra. La lotta contro l'epidemia di coronavirus è però meno centrale agli occhi delle elettrici e degli elettori romandi (19%), mentre assume maggiore rilevanza nella Svizzera tedesca (34%).

La Svizzera italiana si distingue invece in particolare per il tema dell'indipendenza e della sovranità, con 10 punti percentuali in più rispetto alle altre regioni del Paese (28% contro 18%).

Berset e Parmelin
Il Covid-19 influisce anche sulla percezione degli interrogati riguardo all'influenza dei vari consiglieri federali. Già considerato particolarmente autorevole prima dell'inizio della pandemia (46%), il ministro della sanità Alain Berset ha fatto ancora un balzo in avanti; tre quarti degli interrogati considerano il socialista tra le persone in carica più influenti.

Oltre a Berset, soltanto il presidente della Confederazione Guy Parmelin (UDC) ha guadagnato prestigio dal 2019, passando dal 4% al 21%. Per contro Karin Keller-Sutter (PLR) è in netto calo, dal 50% al 30%. Viola Amherd (Alleanza del Centro) e Ignazio Cassis (PLR) sono ritenuti i ministri meno influenti.

Il sondaggio, condotto online tra il 29 settembre e il 3 ottobre, ha coinvolto quasi 28'000 elettori. Il margine di errore è di +/- 1,3 punti percentuali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 1 mese fa su tio
Primo partito, ma non riesce a contrastare le idee contro la libertà di Berset!
Scherpa61 1 mese fa su tio
Olè
Aargauer 1 mese fa su tio
Tristezza!!!
Princi 1 mese fa su tio
Forza UDC
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-08 17:07:36 | 91.208.130.85