Keystone
SVIZZERA
29.11.2020 - 17:060
Aggiornamento : 18:06

La maggioranza dei Cantoni? «Va abolita»

È quanto pensano gli elettori della sinistra, secondo un sondaggio di 20 minuti e Tamedia

Oggi l'iniziativa “Per imprese responsabili” non ce l'ha fatta, pur avendo ottenuto il 50,7% di voti favorevoli

BERNA - Entrambe le iniziative non ce l'hanno fatta, oggi, nel momento in cui la maggioranza dei cantoni ha detto “no”. Per quella “Per imprese responsabili” non è quindi servito ottenere la maggioranza dei consensi da parte dei cittadini (al termine dello spoglio i “sì” erano al 50,7%). Una situazione, questa, che su 637 proposte che richiedevano la doppia maggioranza, si è verificata sinora solo dieci volte.

Cantoni vs. cittadini - Le iniziative che trovano molto sostegno nelle città ma non in campagna, devono raggiungere una maggioranza pari almeno al 53% per riuscire a superare anche lo scoglio dei cantoni. Una situazione, questa, giudicata corretta dal 45% dei cittadini. Lo si evince da un sondaggio di 20 minuti e Tamedia a cui hanno preso parte, nel corso del weekend, oltre 14'000 persone provenienti da tutta la Svizzera. Per il 41% la maggioranza dei votanti dovrebbe invece essere sufficiente per approvare un'iniziativa (e lo pensano soprattutto gli elettori della sinistra).

Iniziative al femminile e di sinistra - Per quanto riguarda il risultato delle odierne votazioni federali (lo ricordiamo: l'iniziativa che chiedeva di vietare il finanziamento dei produttori di materiale bellico è stata respinta anche dai cittadini, con il 57,5% dei voti contrari), il sondaggio condotto da 20 minuti e Tamedia conferma quanto già rivelato nelle scorse settimane: entrambe le proposte hanno trovato sostegno soprattutto tra le donne. E si trattava d'iniziative che piacevano in particolare agli elettori della sinistra.

Se oltre un mese fa per entrambe le proposte si delineava un “sì”, con il passare delle settimane i consensi sono calati. Un calo che è stato constatato - come osservano i politologi di LeeWas - in particolare tra l'inizio e la metà di novembre. E che si è verificato soprattutto tra gli elettori democentristi: tra questi ultimi i favorevoli sono infatti passati dal 28 al 18%. Allo stesso tempo, la percentuale di “sì” è rimasta stabile al centro (tra i simpatizzanti di PPD e Verdi liberali).

Il sondaggio

Sono 14'470 le persone da tutta la Svizzera che dal 26 al 29 novembre hanno preso parte al sondaggio di 20 minuti/Tamedia sulle votazioni federali del 29 novembre 2020. Queste rilevazioni vengono condotte in collaborazione con LeeWas, che pondera i dati in base a variabili demografiche, geografiche e politiche. Il margine d'errore si attesta all'1,5%. Più informazioni su tamedia.ch/umfragen

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 01:48:15 | 91.208.130.85