Keystone
SVIZZERA
24.09.2020 - 13:060

Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»

Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.

Il numerus clausus andrebbe sostituito con altre forme di valutazione attitudinali. Il Nazionale deve ancora esprimersi.

BERNA - In Svizzera si devono formare più medici. Il Consiglio degli Stati ha approvato oggi - con 20 voti contro 18 e 4 astenuti - una mozione in tal senso di Marina Carobbio (PS/TI). Il Nazionale deve ancora pronunciarsi.

Stando alla "senatrice" ticinese, la crisi sanitaria del coronavirus ha mostrato la necessità di disporre di più personale infermieristico, ma pure di medici. Il Paese deve fare ricorso a medici formati all'estero.

Carobbio chiede quindi di rivedere le possibilità d'accesso agli studi in medicina, sostituendo - qualora fosse necessario - il sistema del numerus clausus con altre forme di valutazione attitudinali, quali ad esempio uno stage pratico di diversi mesi negli ospedali.

Il ministro dell'economia Guy Parmelin ha ricordato invano di aver già preso misure al fine di aumentare il numero di studenti in medicina in Svizzera. Si dovrebbe passare da 900 diplomati nel 2016 a oltre 1'300 dal 2025. Inoltre, il fatto di cambiare sistema di selezione d'ingresso agli studi di medicina non consentirebbe di raggiungere l'obiettivo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 05:57:21 | 91.208.130.85