Archivio Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
34 min
Gas lacrimogeni e getti d'acqua, la polizia interviene a Berna
Una manifestazione in Piazza federale, e un'altra che vi si è aggiunta: la polizia ha avuto un pomeriggio di fuoco
BELLINZONA
1 ora
Processo FIFA: l'accusa chiede 36 mesi per Valcke
Con la possibilità di sospenderne una parte con la condizionale, con lui alla sbarra Nasser Al-Khelaifi e Joel Pahud
SVIZZERA
2 ore
Pil romando mai così giù dalla Seconda Guerra Mondiale
Per il 2021 ci si attende un rimbalzo del 4,5%
GRIGIONI
2 ore
Cacciatore precipita in un dirupo e muore
La vittima è un 68enne che in compagnia di un amico stava raggiungendo la propria cascina sui monti sopra Coira
VAUD
3 ore
Il coronavirus affossa i conti vodesi
Le finanze del cantone romando sono scivolate nelle cifre rosse per la prima volta da quindici anni.
SVIZZERA
3 ore
Easyjet Svizzera, buona estate nonostante il virus
Il direttore generale Jean-Marc Thévenaz si aspetta che le tariffe aeree possano scendere
SVIZZERA / EUROPA
4 ore
Mega-fusioni bancarie in vista? «Ci stiamo preparando»
Secondo Sergio Ermotti sono ormai «inevitabili».
SVIZZERA
4 ore
I premi salgono ancora, purtroppo
Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari
SVIZZERA
6 ore
Altre 286 infezioni, 14 ricoveri e 3 decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 50'664. Le vittime sono almeno 1'773.
VAUD
6 ore
Attivisti contro Credit Suisse di nuovo a processo
La prima istanza li aveva assolti ritenendo la loro azione «necessaria e proporzionata» vista l'emergenza globale.
BERNA
6 ore
Piazza federale, "no" del Consiglio nazionale allo sgombero
«La Camera del popolo non è responsabile di quanto avviene a Berna. Spetta a Città e Cantone»
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Abusi su diversi bambini, in manette il direttore di un asilo
I fatti sono avvenuti lo scorso dicembre in un asilo privato di Allschwil.
SVIZZERA
7 ore
Il pensionamento anticipato è un miraggio
Le riduzioni della rendita per il resto della vita pesano sull'economia familiare e in futuro sarà ancora peggio
GRIGIONI
7 ore
«Il WEF non si terrà a Davos. Nemmeno d'estate»
I vertici hanno avvisato il settore alberghiero della località che l'evento non si terrà nel suo luogo abituale.
SVIZZERA
7 ore
«Loro fuori da Dublino? Noi da Schengen»
Lorenzo Quadri chiede al Governo di uscire da Schengen nel caso in cui l'UE abbandoni la convenzione sull'asilo.
ZURIGO
7 ore
Anche Zurigo se la passa male
Il consiglio comunale prevede una perdita di quasi 100 milioni
SVIZZERA
8 ore
Il lato salutare del lockdown
I dati in possesso della Suva evidenziano un calo degli infortuni, soprattutto nel tempo libero, fra marzo e maggio.
ZURIGO
8 ore
Due anziani ritrovati senza vita nella loro casa
Una 78enne e un 75enne sono stati rinvenuti morti ieri pomeriggio a Wiesendangen.
SVIZZERA
8 ore
Legge sul terrorismo: «Eccezioni per le organizzazioni umanitarie»
Secondo il Consiglio nazionale, esse doverebbero poter lavorare in zone controllate dai terroristi senza esser punite.
SVIZZERA
9 ore
Il sindacato dei macchinisti si tinge di rosa
Hanny Weissmüller è la prima presidente donna del personale di locomotiva del SEV.
SVIZZERA / CINA
9 ore
ABB fornisce caricabatterie in Cina
Sono stati consegnati allo stabilimento di Dongfeng Honda a Wuhan, che produce vetture elettriche.
SVITTO
10 ore
Cercatore di funghi 81enne muore sul Rigi
L'anziano si è ferito in una caduta ed è deceduto poco dopo.
GRIGIONI
20.01.2020 - 20:420

WEF: domani i riflettori sono puntati su Greta e Trump

Il Forum economico vuole mettere al centro il cambiamento climatico

di Redazione
ATS

DAVOS (GR) - Il Forum economico mondiale (WEF) di Davos parte subito con il cambiamento climatico in cima all'attenzione mediatica e con un probabile confronto a distanza fra Greta Thunberg, che chiede al mondo di dimezzare la dipendenza dai combustibili fossili, e Donald Trump che arriva per promuovere le imprese di casa: entrambi, domani indiscussi protagonisti del primo giorno della mega-conferenza fra le nevi grigionesi.

Gli oltre 3'000 leader, fra cui 53 capi di Stato e di governo, da 117 Paesi del mondo si riuniscono quest'anno all'insegna di un Manifesto 2020 voluto dal WEF per rilanciare la cooperazione fra portatori d'interessi diversi in un mondo in cui il multilateralismo è sempre più minacciato. E Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea che ha aperto l'inaugurazione del forum oggi con il suo fondatore Klaus Schwab, si è detta convinta che l'idea europea di economia sociale di mercato, e l'approccio tutto "davosiano" teso «a mettere insieme persone di diverso background» siano la ricetta giusta per risolvere i conflitti e le storture globali.

"Stakeholders for a cohesive and sustainable world", tema che abbraccia il clima, ma anche la crescita, il commercio, la geopolitica nel pieno della crisi libica e mediorientale.

Il WEF, che compie cinquant'anni, ha già preannunciato che il clima sarà un tema più che mai al centro dei dibattiti e con un vero e proprio allarme per il futuro della crescita e di imprese in numerosi settori. Un'agenda che consentirà alla giovane attivista svedese - che già l'anno scorso a Davos gridava «la nostra casa è in fiamme» - di amplificare ulteriormente il suo messaggio con ben tre interventi ufficiali, oltre ai sit in e agli interventi esterni. Partirà domani mattina, già alle 8.30, con un incontro su come "Creare un percorso sostenibile per un futuro in comune".

Tutt'altre saranno, con ogni probabilità, le corde che Trump cercherà di toccare poco dopo, alle 11.30, con il discorso alla platea di politici, imprenditori, alta finanza, scienziati dal palcoscenico globale di Davos. Trump torna per la prima volta dal gennaio 2018, quando ad ascoltare il suo proclama "America First" c'era una folla memorabile. Con l'impeachment che sbarca al Senato, la prima fase dell'accordo commerciale con la Cina appena conclusa e con il suo quarto anno da presidente che inizia proprio oggi, il magnate rivendicherà i successi del suo approccio, che a Davos fa storcere il naso a molti fautori del multilateralismo.

I guai in Medio Oriente, con l'eliminazione del generale iraniano Qassam Suleimani che ha creato scompiglio, e quelli in casa potrebbero consigliare toni moderati. Ma non è affatto detto. E i suoi memorabili appelli ai Ceo delle aziende globali presenti a Davos a «venire in America» torneranno a risuonare nelle sale ovattate del Wef.

Trump, secondo molti, viene a Davos guardando al voto Usa, come una sorta di ambasciatore del Made in America. Nulla di più lontano dalla causa climatica, per il presidente Usa che ha silurato l'accordo di Parigi. Davos chiede obiettivi stringenti di riduzione delle emissioni, a cui Trump non nasconde di assegnare priorità zero. Alta l'attenzione sull'eventualità che Greta riesca a incontrarlo, o che i due persino si scambino due battute.

Numerosi i politici. E poi c'è la Davos degli innovatori, da un'intelligenza artificiale sempre più vicina a interfacciarsi con quella umana alle esigenze concrete di Facebook di migliorare la propria immagine globale con il suo Facebook Space. Con il clima sempre sullo sfondo: dopo anni di titoli di giornali sui ricconi di Davos che parlano di ambiente e arrivano in jet privato, quest'anno il WEF incoraggia con sconti l'uso del treno, promuove cibo locale a discapito di caviale e foie gras, fornisce ramponi antiscivolo da applicare alle scarpe, per rinunciare alla limousine senza rischiare di scivolare sul ghiaccio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lucadue 8 mesi fa su tio
La ragazzina, o meglio la sedicenne rimasta bimba, è stata lanciata con successo a far propaganda in favore del buisness ecologista. Grazie a lei aumenteranno le vendite di pannelli solari, auto elettriche, prodotti Bio, e, fra le tante altre cose aumenteranno anche i voti ai partiti ecologisti. Molti boccaloni gretini intanto pendono dalle sue labbra.
Nmemo 8 mesi fa su tio
La ragazzina corrisponde al giusto profilo scelto per vendere l'affare planetario del clima.
limortaccituoi 8 mesi fa su tio
Una ragazzina, partita da zero poco più di un anno fa, è riuscita a mobilitare piazze in tutto il mondo e a far parlare dell'emergenza climatica che ancora molti negazionisti si ostinano a definire "strategia dei poteri forti" (per la gioia dei petrolieri). Vecchi frustrati impestano i blog con un italiano claudicante per dire che deve starsene zitta e studiare. Non so voi, ma io ho abbastanza chiaro da che parte stare.
Nmemo 8 mesi fa su tio
@miba Cauto a usare e abusare dei termini della psichiatria! Potrebbe darsi il caso che qualifichino chi li evoca!
miba 8 mesi fa su tio
@Nmemo Non uso e non abuso :). Basta che cerchi un po' in internet (non nelle pagine del governo evidentemente...). D'altra parte è anche abbastanza recente il fatto che 400 psichiatri statunitensi hanno inviato una petizione al congresso in quanto lo stato psichico di Trump sarebbe una minaccia per il paese e fuori dal paese. Ma queste notizie (e non fake news...) non vengono pubblicate, o se vengono pubblicate avvengono in un trafiletto che pochi vedono. Chissà, perché e come mai? :)
MIM 8 mesi fa su tio
@miba 400 psichiatri democratici non sono sopra le parti. Scommetto che altri 400 psichiatri repubblicani dicono il contrario. Ognuno legge ciò che alimenta il suo rancore.
Zico 8 mesi fa su tio
@miba Bandy X Lee non sono 400 psichiatri: è una psichiatra che ha raccolto (TACAS!!!!) ben 250 firme a favore di una perizia psichiatrica ssu TRUMP. certo che le fake news democratiche le bevi come acqua di sorgente!
miba 8 mesi fa su tio
@MIM Non esattamente...c'è anche chi legge quello che i media ufficiali (e pilotati) hanno tutto l'interesse a non pubblicare, pubblicare a metà o pubblicare in maniera distorta :)
kenobi 8 mesi fa su tio
@MIM già poi resta il fatto che nessuno di loro ha mai visitato il presidente e mi sembra che cosi ognuno puo dare un giudizio positivo o negativo, appunto per l appartenenza politica ..mi sa che è cosi i Dem sono disperati se cercano anche questa strada...ma staremo a vedere
Zico 8 mesi fa su tio
@miba c'è anche chi legge le fake news e ci crede e poi crede di sapere tutta la verità
miba 8 mesi fa su tio
@Zico Hai ragione, ma si dovrebbe anche far uso della propria testa nel mettere assieme le cose......
Zico 8 mesi fa su tio
@miba tu lo fai?
miba 8 mesi fa su tio
@Zico Nelle mie possibilità cerco di fare il possibile :)
Nmemo 8 mesi fa su tio
Riferire del presidente degli USA accostandolo a una ragazzina che fa l’ambasciatrice di un’isterico movimento fa audience mediatico. Al WEF gli prometteranno che si presteranno le dovute attenzioni al clima planetario, però prima gli affari …
senzapretese53 8 mesi fa su tio
Cara Signora Ursula sarà vero quello che dice ma mi sembra che dopo 50 anni di Forum di storture globali e conflitti ce ne siano sempre di più. Come la mettiamo? E voi con l'EU non ne sate creando?
miba 8 mesi fa su tio
Spiegato molto bene nell'articolo cosa viene a fare in sostanza il paranoico a Davos
don lurio 8 mesi fa su tio
Speriamo che i riflettori saranno puntati solo su Trump questo per risparmiare energia.
Fufabi 8 mesi fa su tio
Ancora con questa battuta (Gretina)? Certo che ci si diverte con poco
Thor61 8 mesi fa su tio
Fino a pochi anni fa i politici ed i giornalisti NON potevano assolutamente entrare al WEF, oggi invece abbiamo la greta addirittura invitata dal club dei difensori della finanza più sfrenata che esista e per fare, cosa unica suppongo, 3 discorsi, immagino che sia un record del WEF.
seo56 8 mesi fa su tio
Come si può accostare un’esaltata marionetta con un politico??? Ridicolo
tazgana 8 mesi fa su tio
Sta Gretina , ormai mi tocchera sopportarla fin che campo azz
Bayron 8 mesi fa su tio
Sulla Gretina psicopatica!!! Ridicolo...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-22 19:04:19 | 91.208.130.87