Keystone
SVIZZERA
12.11.2019 - 11:470

Da oggi è possibile aprire un conto presso la criptobanca Seba

Che gestirà cinque criptovalute (fra le quali i Bitcoin ed Ether). Clientela-tipo? Banche, professionisti della finanza e privati benestanti

ZUGO - Da subito la clientela svizzera può aprire un conto presso la criptobanca zughese Seba, a cui l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) aveva concesso un'autorizzazione bancaria in agosto. Per i clienti esteri di paesi scelti la scadenza è fissata a dicembre.

Il presidente della direzione Guido Bühler ha spiegato in una conferenza stampa odierna a Zurigo che punta a banche, gestori patrimoniali, casse pensioni, aziende e investitori professionali privati. Nessun accesso invece per la piccola clientela: nel mirino ci sono soprattutto privati benestanti.

Con un conto presso la banca i clienti saranno in grado di conservare almeno cinque criptovalute, tra cui Bitcoin, Ether, Stellar, Litecoin ed Ether Classic, e di convertirle online anche in valute tradizionali. Oltre all'accesso via App e un conto e-banking i clienti ricevono anche una carta bancaria utilizzabile nei comuni punti vendita in tutto il mondo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 8 mesi fa su tio
Un flop annunciato, ci sara' gente che presto piangera'. Ma se come dice il capoccione G.B sara' solo per una certa cerchia, mi fa paura sentire nominare le casse pensioni.
GI 8 mesi fa su tio
Bene io pago con denaro vero (Franchi, Euro, Dollari ecc.) e ricevo moneta scritturale....siamo poi certi del contrario ??
Thor61 8 mesi fa su tio
Mi raccomando poi di pagare i debiti con soldi pubblici quando questa "Banca" farà sparire i fondi. Passi per i privati che sono liberi di buttare i loro denari dove vogliono, ma le banche direi che dovrebbero restarne fuori, visto che usano il denaro dei loro CLIENTI e non del proprio, forse in caso di problemi sperano di fare come alcuni anni fa, cioè di uscirne con denaro pubblico per non lasciare i clienti senza soldi e tanto arrabbiati.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-13 22:15:01 | 91.208.130.85