Keystone / 20 Minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
7 ore
E se il 12 settembre diventasse festa nazionale?
Non solo il Primo d'agosto. In Svizzera bisognerebbe introdurre un nuovo giorno festivo. La proposta al governo
FOTO
ZURIGO
9 ore
Pompieri in azione a Zurigo
Intervento in Langstrasse per un incendio sviluppatosi in una cantina
SVIZZERA
10 ore
I dipendenti Swiss non vaccinati saranno lasciati a casa
Gli equipaggi dovranno essere vaccinati. Agli indecisi sarà concesso un periodo di riflessione di sei mesi
SVIZZERA
11 ore
La tappa svizzera del “treno europeo”
Si tratta dell'iniziativa “Connecting Europe Express” volto a promuovere la ferrovia nel continente
SVIZZERA
12 ore
Nessuno dovrebbe avere più di cento milioni di franchi in banca
Dopo la sconfitta dell'Iniziativa 99%, la Gioventù socialista si prepara a lanciare una nuova iniziativa
SVIZZERA
13 ore
È morto l'architetto svizzero Robert Haussmann
Il prossimo 23 ottobre avrebbe compiuto novant'anni
SVIZZERA
13 ore
Collegialità violata, il Governo opta per il "no comment"
Il presidente Guy Parmelin non ha preso posizione sulle asserzioni del suo collega (anche di partito) Ueli Maurer.
SVIZZERA
13 ore
Strage di Zugo, un minuto di silenzio
Era il 27 settembre di 20 anni fa. Un forsennato armato di un fucile d'assalto uccise 14 politici cantonali
SVIZZERA
14 ore
L'Onu si congratula per il "sì"
Il matrimonio per tutti è accolto positivamente dall'Alto commissariato delle Nazioni unite per i diritti umani
SVIZZERA / FRANCIA
15 ore
Giudice malato, verdetto UBS posticipato
Continua a tenere banco il contenzioso fiscale tra la grande banca elvetica e la Francia.
SVIZZERA
15 ore
Fuoco incrociato su Berset e Maurer
Sarà un'ora delle domande infuocata quella di questo pomeriggio sotto la cupola di Palazzo federale.
SVIZZERA
06.02.2019 - 20:040

«In Svizzera il turismo di massa non lo vogliamo»

Parola di Martin Nydegger, capo di Svizzera Turismo, che ha risposto alle domande dei nostri lettori: «Siamo cari? Innegabile, ma di qualità»

ZURIGO - Una seduta in streaming per rispondere alle domande dei lettori di 20 Minuten, il boss di Svizzera Turismo Martin Nydegger si è messo in gioco via web. Molti sono stati gli spunti d'interesse (e pure le frecciatine) vediamo assieme le risposte.

Abbiamo un'immagine di destinazione di lusso, per gente ricca, questo non le dà fastidio? (Redazione).

Non ci nascondiamo dietro a un dito, è impossibile obiettare che i prezzi da noi siano alti, e non solo per le vacanze. Penso che però la Svizzera sembri più cara di quanto non sia veramente. In ogni caso il nostro obiettivo è quello di raggiungere quei clienti che sono disposti a pagare un po' di più per avere la qualità.

Ok, siamo cari, ma anche molto poco cordiali con i turisti. Non è un controsenso?  (Alain, Baar).

Non è la prima volta che sento di questa cosa della non-gentilezza dei ristoratori e albergatori elvetici. Posso però smentirla con i dati: l'84% dei turisti coinvolti in un sondaggio recente afferma che siamo amichevoli. Chi viene dall'estero è spesso molto più entusiasta degli svizzeri che sono un po' più critici. Questo risultato non arriva dal nulla, è frutto di un lavoro costante di selezione e formazione.

Sìi sincero, dicci cosa che ti dà più fastidio dei turisti che vengono in Svizzera? (Simon, Soletta).

Se c'è una cosa che, se si può dire, mi fa arrabbiare sono quegli ospiti che non rispettano la natura tanto quanto lo facciamo noi che ce l'abbiamo nel sangue. Un'altra che invece mi va giù così così sono quelli che non vogliono mangiare il cibo svizzero. Mi vanno bene gli alberghi svizzeri che fanno cibo indiano o cinese ma non dimentichiamoci le nostre specialità!

Mettiamola così: se abolissimo Svizzera Turismo, risparmieremmo molti soldi dei contribuenti e non perderemmo nemmeno un turista. Che ne pensa? (Sandra, Interlaken).

È un'affermazione che fa male, non è il massimo quando qualcuno ti augura di non esistere più! In realtà il lavoro di Svizzera Turismo conta, eccome, e molti studi lo dimostrano. Almeno 1 pernottamento su 7 è frutto del nostro lavoro. E il 33% di quello che i turisti spendono in Svizzera arricchisce altri settori. Insomma, fanno bene all'economia.

Quelli del settore vogliono un aumento di pernottamenti. Ma a noi non serve un turismo di massa con arabi, cinesi e indiani. Tanto questi vanno solamente a Lucerna, Ginevra e Interlaken. (Daniela, Zugo).

Questa è un'osservazione acuta, nessuno vuole un turismo di massa. Nemmeno a noi interessa. Vogliamo che chi viene in Svizzera ci resti per diversi giorni e non faccia toccate e fughe nei luoghi più turistici.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
prophet 2 anni fa su tio
eh bon...allora...per salire al Generoso... 100.
GI 2 anni fa su tio
turismo di massa.....che significa ? Arrivassero 200'000 cinesi (e non sarebbero che un'infima parte del potenziale di milionari...) tutte le settimane.....li respingeremmo ???
Bandito976 2 anni fa su tio
In Ticino turismo non vuol dire solo hotel e ristoranti, abbiamo parecchie valli e molta natura, solo che non si investe abbastanza. I famosi rustici che con la legge PUC-PEIP andrebbero ristrutturati per offrire posti letto ai turisti, invece causa legge troppo restrittiva si disincentiva il restauro. Il turista vuole comoditá, non 4 muri di sasso belli da vedere nel paesaggio. Non dico che si deve deturpare il paesaggio ma avere una TV, un tavolo esterno dove poter mangiare nelle calde giornate estive magari ci sta. Da che mondo e mondo bisogna investire per avere.
Mattiatr 2 anni fa su tio
@Bandito976 Il problema è sempre lo stesso. Ai cittadini, che rappresentano la maggioranza in Svizzera e in Ticino, piace la natura. Piace guardarla, camminarci, ... Ovviamente però partono da casa la mattina con il SUV e tornano la sera. Alla maggioranza degli svizzeri piacciono le montagne come vetrina per le proprie foto, le proprie passeggiatine ecc. Mai nessuno che prova mai a viverci e a lavorarci, vanno bene solo per il passaggio. E visto che in futuro le foto devono essere uguali a quelle di 50 anni fa (però in 4K) mettere le finestre in vetro e fare in modo che le cascine restino in piedi è da vietare. Solo sassi abbandonati sopra i 1000 metri. Mio padre ha ristrutturato la cascina anni fa, oggi non potrebbe. Senza contare che i tetti devono essere o in pietra i in lamiera, le recinzioni ai bordi del terreno per tenere le capre lontane sono vietate, ... Diciamo che a parlare delle ''nostre valli'' sono tutti capaci, a faticare per rimettere a posto i sentieri il weekend al posto di andare al fiume no.
Norvegianviking 2 anni fa su tio
Per turismo o praticamente girato tutta Europa, anche i posti meno ambiti e conosciuti (es. Bielorussia), ma se devo fare una classifica per qualità/prezzo/cortesia/servizi, penso che la Svizzera sarebbe un fanalino di coda. Perfino nella tanto vituperata ex Yugoslavia (Croazia, Slovenia ma non solo) o nella sconfinata Norvegia la cortesia e la qualità l'ho trovata alla lunga migliore di quella elvetica. E posi se posso segnalare una particolarità, in un paese benestante come la Svizzera, nel 2019 non si possono ancora vedere certe strutture sciatte anni settanta/ottanta, mai cambiate, mai modernizzate, che ti mettono addosso una tristezza infinita. Piattume, il vocabolo idoneo.
Equalizer 2 anni fa su tio
E dagli con sta qualità, anche in Austria c'è qualità, e che qualità, e senza bisogn da pecenaa giü 'l türiscta.
Orso 2 anni fa su tio
Certo.... siccome ora possiamo anche sceglierci il turismo.:) quello di massa no!! Ahahhah. Ma una cosa devo dargli ragione....in svizzera hontrovato ristoratori e albergatori molto gentile. In ticino invece no.... basta vedere i musi lunghi delle commesse e delle cameriere. Solo qui in ticino mi passa la voglia....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 06:00:11 | 91.208.130.89