Immobili
Veicoli

SAN GALLOSpunta un fungo velenoso nel parco giochi: «Insolito, ma non impossibile»

28.09.22 - 20:00
Preoccupazione tra i residenti di un quartiere sangallese: «Può essere letale».
20min/ Shannon Zangger / Stadtmelder
Fonte S. Zanger / 20 Min
Spunta un fungo velenoso nel parco giochi: «Insolito, ma non impossibile»
Preoccupazione tra i residenti di un quartiere sangallese: «Può essere letale».

SAN GALLO - C'è agitazione e preoccupazione da parte dei residenti di un sobborgo sangallese, che hanno notato la crescita di un fungo altamente velenoso in un parco giochi del quartiere frequentato da famiglie e bambini.

Ad aver smaltito i miceti (tignose verdognole) ci ha pensato una delle residenti nell'area - esperta e membro di un'associazione che si occupa di funghi - preoccupatissima che potessero causare danni, vista la vicinanza ai bambini.

La donna vive nell'area dal 1962, ed è la prima volta che vede questo fungo nelle vicinanze: «Il fungo sarà stato in una parte di terreno aggiunta successivamente. In futuro, controllerò ogni giorno se spuntano nuovi funghi velenosi», ha commentato.

«I funghi sono imprevedibili»
Il consumo di questo fungo nativo può provocare effetti collaterali molto spiacevoli, persino letali. «Il consumo di tre di questi funghi può uccidere un adulto (senza misure mediche immediate)», ha spiegato a 20 Minuten il presidente della società micologica del Toggenburg, Heinz Schoch.

I funghi sono molto efficienti grazie alla loro riproduzione attraverso milioni e milioni di spore, e possono moltiplicarsi su lunghe distanze. «Che una tignosa verdognola cresca in un parco giochi della città di San Gallo è piuttosto insolito, ma non impossibile. La natura e soprattutto i funghi sono molto imprevedibili».

Rimozione...impossibile?
Secondo il presidente dell'associazione, non è possibile adottare una misura contro la crescita del fungo velenoso. «Ogni fungo ha bisogno di un cosiddetto ospite, come un albero. Nel caso dei funghi del suolo, si tratta di una rete di miceli nel substrato da cui spunta il corpo fruttifero» - il corpo fruttifero è la parte fuori dalla terra di un fungo, visibile all'uomo - «La parte sotterranea è così estesa che l'uomo non ha alcuna possibilità di rimuoverla», ha continuato Schoch.

Punti di controllo di sicurezza
La tignosa verdognola può essere identificata grazie a diverse caratteristiche: «Questo fungo dal color verde oliva appartiene al genere Amanita e presenta un polsino bianco, presto deperibile, sul gambo sotto il cappello. La sua forma è da sferica a piatta. Per sicurezza, in caso di dubbio, una persona inesperta dovrebbe portare un fungo a un centro di controllo per l'identificazione».

Lo Stadtgrün (che si occupa della piantumazione e della manutenzione degli spazi verdi della città di San Gallo) è a conoscenza della presenza del fungo velenoso. «Un gruppo del nostro team si è recato sul posto il giorno stesso della segnalazione per verificare. I parchi giochi vengono controllati settimanalmente. In futuro, l'area verrà setacciata più spesso alla ricerca di questo fungo», ha confermato l'ente.

COMMENTI
 
Maenu 2 mesi fa su tio
Terribile, un fungo velenoso sul terreno naturale. Ora i genitori devono occuparsi dei figli e fare a meno dei loro telefoni cellulari.😉
NOTIZIE PIÙ LETTE