Immobili
Veicoli
Roxana ha lasciato dietro di sé una scia di alberi sradicati

SVIZZERARoxana ha lasciato dietro di sé una scia di alberi sradicati

07.02.22 - 15:22
In alcune località la tempesta ha raggiunto addirittura la forza di un uragano.
screenshot video 20 Minuten
Fonte ats
Roxana ha lasciato dietro di sé una scia di alberi sradicati
In alcune località la tempesta ha raggiunto addirittura la forza di un uragano.
I danni sono tutto sommato limitati. A preoccupare, semmai, sono le valanghe: Il livello d'allerta è stato portato a 4 (su 5) in diverse zone alpine.

BERNA - Raffiche di vento superiori a 120 km/h in pianura e quasi 180 km/h in montagna, ma danni inferiori al previsto: i pompieri sono stati chiamati soprattutto per la caduta di alberi. È il bilancio della tempesta "Roxana" che ha attraversato la Svizzera la scorsa notte.

Secondo SRF Meteo, a basse quote le raffiche più elevate sono state misurate ad Altdorf (123 km/h) e Zurigo Fluntern (122 km/h), che hanno così raggiunto la forza di un uragano (più di 118 km/h). A Lucerna, Bad Ragaz (SG) e Glarona sono stati misurati 117 km/h. Sull'Altipiano, il vento invece in generale non ha superato i 100 km/h, secondo MeteoSvizzera.

In montagna si sono toccati i 179 km/h sul Gornergrat (VS) e i 173 km/h sullo Jungfraujoch (VS/BE). Sul Titlis (BE/OW) le raffiche hanno raggiunto i 165 km/h, sul Säntis (AR/AI/SG) 154 km/h e sul Pilatus (LU) 147 km/h.

In diversi cantoni, i vigili del fuoco sono stati chiamati ad intervenire, in particolare per la caduta di alberi. Nel canton Zurigo la polizia e i pompieri hanno risposto a una cinquantina di chiamate. Lo stesso numero di quelle ricevute dai loro colleghi bernesi.

La caduta di un albero ha anche causato un'interruzione di corrente tra Mülligen e Birmenstorf intorno alle 23, ha detto la polizia argoviese su Twitter. Ieri nel tardo pomeriggio il traghetto che collega Romanshorn (TG) alla città tedesca di Friedrichshafen ha smesso di funzionare a causa della tempesta. Interrotto anche il carico delle automobili sui treni navetta della Furka (UR/VS) e dell'Oberalp (UR/GR).

Il vento ha fra l'altro creato molti cumuli di neve e l'Istituto per la ricerca sulla neve e le valanghe (WSL) ha aumentato il livello di allerta a 4 su 5. C'è quindi un alto pericolo di valanghe in alcune parti del Vallese, nella regione di Andermatt (UR) e in alcune parti dei Grigioni. Nel resto delle Alpi e nel Giura, il pericolo è comunque alto (livello 3).

Dopo il passaggio del fronte freddo, la pressione atmosferica è aumentata notevolmente a nord delle Alpi, causando una differenza di pressione di circa 10 ettopascal tra Zurigo e Lugano. Ciò ha comportato l'arrivo - oggi - a sud delle Alpi di un vento forte o tempestoso da nord fino a basse quote, con punte localmente superiori a 100 km/h.

Questa situazione dovrebbe durare fino a domani, quando a sud si ristabiliranno condizioni stabili e anticicloniche. A nord il vento è invece già fortemente calato ed il sole è tornato a splendere.

NOTIZIE PIÙ LETTE