Archivio Keystone
FRIBURGO
14.03.2017 - 11:130

Strangolò la moglie, 58enne a processo

Il portoghese avrebbe inoltre violentato la donna un mese prima dell'omicidio avvenuto nel dicembre del 2014

FRIBURGO - È iniziato stamane a Friburgo presso il Tribunale penale della Sarine il processo a carico di un cittadino portoghese di 58 anni, accusato di aver ucciso la moglie nel corso di un violento litigio.

L'inchiesta è scattata dopo che l'uomo, il 29 dicembre del 2014, aveva trasportato al Pronto soccorso la consorte, pure portoghese, che presentava segni di strangolamento e che è poi deceduta il giorno successivo.

Il presunto omicida, secondo l'accusa, avrebbe inoltre violentato la moglie un mese prima del delitto. La coppia era sposata dal marzo del 2013.

Il portoghese è padre di due figlie, nate da un precedente matrimonio in Portogallo negli anni Ottanta, e di due figli, nati da un'altra relazione in Svizzera nel 1992 e 1998: nei confronti di questi ultimi, afferma l'accusa, avrebbe in passato commesso atti di natura sessuale.

Al momento dell'arresto l'uomo aveva ammesso di aver stretto il foulard che la moglie portava al collo, fino a farle perdere i sensi. La donna all'epoca aveva 52 anni. Il processo dovrebbe protrarsi fino al 30 marzo.

 

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-02 01:20:12 | 91.208.130.86