SVIZZERAOspedali svizzeri sotto la lente: un paziente su dieci subisce danni

18.09.22 - 12:45
I servizi sanitari sono generalmente valutati ottimali, ma «si paga il prezzo di una Porsche per avere una Volkswagen»
Deposit (foto d'archivio)
Fonte Ats
Ospedali svizzeri sotto la lente: un paziente su dieci subisce danni
I servizi sanitari sono generalmente valutati ottimali, ma «si paga il prezzo di una Porsche per avere una Volkswagen»

LOSANNA - In Svizzera si ripete sempre il mantra dell'ottimo trattamento negli ospedali, ma non tutto è così roseo, secondo Le Matin Dimanche: il giornale cita uno studio condotto in un nosocomio elvetico che ha messo in luce come un paziente su dieci abbia subito danni durante il trattamento.

Quasi la metà di questi casi negativi potrebbe essere evitata, secondo i ricercatori. Inoltre, tra l'8 e il 15% dei pazienti subisce un evento avverso provocato da farmaci durante una degenza.

«Si paga il prezzo di una Porsche per avere una Volkswagen», commenta il preposto federale alla sorveglianza dei prezzi Stefan Meierhans, citato dal domenicale. L'alto funzionario ricorda che la Svizzera sono al secondo posto al mondo nella classifica dei costi sanitari, dopo gli Stati Uniti.

«È comprensibile, perché vogliamo permetterci una medicina all'avanguardia», aggiunge mister prezzi. «Ma è proprio questo il problema: non sono gli errori del sistema a dover essere finanziati, ma la medicina di punta».

COMMENTI
 
Lorenzo62 4 mesi fa su tio
Non me ne ero accorto... Dopo un intervento nel 2016 sono entrato in una spirale fatta di altri 3 interventi rimediatori e comunque non sono più tornato al 100%
Sarà 4 mesi fa su tio
Speriamo che la qualità delle cure del Cardiocentro non venga trascinata verso il basso dall'Ente Ospedaliero.
fgreto 4 mesi fa su tio
Ragazzi qui siamo rovinati tutti quanti !!! e poi sentì dire da mr. Ueli Maurer che non ci sono soldi. Cacciate fuori i soldi ci state succiando il sangue con queste casse malati. E trovate un soluzione come nel resto dell’ Europa.
matias13 4 mesi fa su tio
Anche noi abbiamo la Malasanità...ma con tutto quello che si paga mica si può dire!
P63 4 mesi fa su tio
Siamo un popolo di struzzi sappiamo solo reclamare senza fare niente, basterebbe non pagare più niente, dobbiamo passare all'elettrico ti dicono e poi cosa fanno aumentano i prezzi alle stelle e ti tolgono la corrente quando vogliono loro e noi siiii bravi tanto siamo abituati a metterci a 90..Complimenti
Dex 4 mesi fa su tio
Uno su dieci dimostrato e documentato. Per questo motivo continuano ad alzare il premio cassa malati... cassa malati per modo di dire...
randi.moro 4 mesi fa su tio
ma in questo studio/indagine figurano anche gli ospedali ticinesi?
Sarà 4 mesi fa su tio
C'era il numero chiuso per medicina nelle università svizzere, quindi ci siamo ritrovati con una carenza di medici... Complice anche la libera circolazione, sono arrivati molti specialisti stranieri hanno aperto uno studio, con conseguente aumento dei costi... Ora mancano medici di famiglia, chi coprirà questa carenza? All'ente ospedaliero i medici sono tutti italiani... Si è fatto in modo che si riducessero i giorni di degenza, così il paziente viene dimesso e fatto tornare il giorno dopo per esami che avrebbe dovuto fare prima della dimissione, quando sarebbero rientrati nel forfait della degenza... Qui la politica ha toppato, ma anche le casse malati che hanno spinto in questa direzione. Casse malati azioniste di cliniche private, non certo interessate al risparmio.
carlo56 4 mesi fa su tio
be’… caro vita svizzero, costi svizzeri. vale anche per i farmaci il prezzo eccessivo, specie quelli importati che all’estero sono molto meno cari. Quanto ai medici assunti dall’estero, l’uni di medicina è costosissima, così non se ne fanno di nuove ma essendo il fabbisogno triplo ai medici swiss made va da sé che si dovranno prendere da fuori. Forse è il modello di fatturazione a non essere più al passo con i tempi e andrà rivisto, come andrebber rivista da zero la questione cassa malati, andrebbero finalizzati diversamente i pronto soccorsi oggi spesso usati come poliambulatori che mancano, andrebbero fatturati diversamente i giorni di entrata e uschita dagli ospedali, spesso fatturati sia a chi esce che a chi entra per intero (!), ecc. Senza contare che le assicurazioni tengono per sé il settore privato perché rende mentre secondo me andrebbe inglobato nel tutto, com’era all’inizio. Diciamoci la verità: molti assicurati forse usano troppa medicina, ma anche ospedali (cantonali e non), medici, aziende farmaceutiche, assicurazioni, ecc, hanno i loro tornaconti un po’ eccessivi.
Franco56 4 mesi fa su tio
in rep.do.inicana la medicina ha fatto passi da gigante in EOC bellinzona la loro specialita é UMILIARE IL PAZIENTE ABBIAMO MEDICONA DA 5 LEGA
Sarà 4 mesi fa su tio
Tolgono sempre più prestazioni dalla cassa malati di base per obbligarti a sottoscrivere delle complementari. Continuiamo a eleggere politici compromessi con le casse malati e poi ci aspettiamo che cambi qualcosa.
Gus 4 mesi fa su tio
In Ticino a volte sembra di pagare una Porsche per avere un triciclo
randi.moro 4 mesi fa su tio
Concordo!!!
M70 4 mesi fa su tio
x tutti i laureati che assumono con la scusa che qui non c'è abbastanza personale...e non parliamo delle case anziani! da piangere!
seo56 4 mesi fa su tio
😡😡😡
NOTIZIE PIÙ LETTE