Immobili
Veicoli

SVIZZERABerna acquista un vaccino contro il vaiolo delle scimmie

24.08.22 - 15:10
Il Consiglio federale ha confermato l'acquisto anche di un trattamento antivirale
AFP
Berna acquista un vaccino contro il vaiolo delle scimmie
Il Consiglio federale ha confermato l'acquisto anche di un trattamento antivirale

BERNA - I ripetuti appelli da parte di diverse associazioni sono infine stati captati all'interno di Palazzo federale: la Confederazione ha deciso di acquistare 40'000 dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie, per contenere la diffusione del virus.

In totale verranno però acquisite 100'000 dosi. Il Consiglio federale ha optato per l'acquisizione di 40'000 dosi, mentre 60'000 dosi verranno invece acquistate dall'esercito, che intende potenziare le sue scorte con vaccini di terza generazione e medicamenti antivirali contro il vaiolo (non solo quello delle scimmie). Il preparato prodotto da Bavarian Nordic, lo ricordiamo, può essere utilizzato anche per contrastare altri virus del vaiolo.

La decisione sul numero di dosi (40'000) è stata stabilita sulla base del presupposto che saranno circa 20'000 le persone disposte a farsi vaccinare, in Svizzera. 

Chi si dovrebbe vaccinare?
La Commissione federale per le vaccinazioni e l’UFSP raccomandano la vaccinazione ai seguenti gruppi a rischio:

    • come profilassi per gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini (MSM) e le persone trans che cambiano spesso partner sessuale;
    • come profilassi per le persone esposte professionalmente ai virus del vaiolo delle scimmie (personale medico/personale dei laboratori speciali);
    • persone che hanno o hanno avuto contatti con persone infette: per interrompere le catene di trasmissione del virus e proteggere anche i bambini, le donne in gravidanza e qualsiasi altra persona a rischio.

Vaccino consegnato senza omologazione?
Attualmente non è ancora possibile fornire informazioni su quando il vaccino potrà essere consegnato in Svizzera. È tuttavia probabile che i vaccini verranno consegnati prima che Swissmedic li abbia omologati. Per l’omologazione occorre infatti che il fabbricante presenti una domanda (Swissmedic non l’ha ancora ricevuta).

Si tratterebbe quindi di impiegare un vaccino e un antivirale non omologati. In linea di principio ciò è possibile, ma è necessario informare debitamente le persone che ricevono la vaccinazione o il medicamento.

Acquistato anche un antivirale
Parallelamente, il Consiglio federale ha deciso l'acquisto anche di un medicamento contro il virus, un antivirale che mira a prevenire i decorsi gravi. Si tratta del Tecovirimat, prodotto dalla SIGA.

I costi per l’antivirale e il vaccino, nonché per la loro somministrazione alla sanità pubblica civile ammontano a circa 8,6 milioni di franchi.

Il punto, in Svizzera
Finora nel nostro Paese si sono registrati oltre 400 casi di vaiolo delle scimmie. L’infezione riguarda quasi esclusivamente uomini: solo tre casi concernono donne. I Cantoni con il maggior numero di casi sono Vaud, Ginevra e Zurigo.

NOTIZIE PIÙ LETTE