Immobili
Veicoli

SVIZZERA«Non devo fare nulla! Abbiamo abbastanza energia»

18.08.22 - 17:30
Secondo il sociologo Ueli Mäder gli svizzeri dovranno fare dei sacrifici quest'inverno. Ma non tutti sono d'accordo
20min/Matthias Spicher
«Non devo fare nulla! Abbiamo abbastanza energia»
Secondo il sociologo Ueli Mäder gli svizzeri dovranno fare dei sacrifici quest'inverno. Ma non tutti sono d'accordo
Il paese si prepara ad affrontare la crisi energetica, ma i consumatori come reagiranno? Ecco alcuni pareri dalla community di 20 Minuten

BERNA - Il governo svizzero prevede una carenza di gas per il prossimo inverno. Anche l'elettricità potrebbe scarseggiare. Ma molti consumatori non credono di dover effettivamente ridurre le proprie spese.

"Siamo stati risparmiati dalle crisi finora e quindi abbiamo la sensazione che andrà sempre avanti così" ha dichiarato di recente a 20 Minuten il sociologo Ueli Mäder dell'università di Basilea. "Si tratta di una falsa impressione: dovremmo adattarci a utilizzare meno risorse".

Anche il suo collega Joel Berger è convinto che gli svizzeri siano poco abituati ai sacrifici. Secondo il docente dell'università di Berna il motivo sarebbe "l'individualismo diffuso, tipico dei paesi occidentali industrializzati".

I pareri dei lettori - La prospettiva di rinunciare alle proprie abitudini in effetti non fa l'unanimità tra i consumatori. Nella community di 20 Minuten ci sono lettori come Andreas55, che afferma di avere sempre risparmiato energia e che non avrà problemi a farlo anche in futuro. "Non ho mai avuto più di 20 gradi in appartamento in inverno. La doccia si fa in due minuti e la luce si accende solo dove serve".

Altri invece si tengono sulla difensiva. "Non devo fare nulla! Abbiamo abbastanza energia. Dopo tutto, il 40% dell'elettricità prodotta dalle nostre centrali nucleari viene venduta alla Germania e all'Italia", commenta Statistik_009.

"Non ho problemi se la corrente va via per qualche ora", dice Glitzerstern. "Ma mi preoccupo per le altre persone, soprattutto per quelle che si trovano nelle case di riposo o negli ospedali".

Poco ottimismo - Alcuni lettori non credono che riusciremo a ridurre i nostri consumi: per Knowledge-It-Might "gli esseri umani sono evolutivamente programmati per consumare sempre di più. La perdita di ciò che già abbiamo è particolarmente difficile, soprattutto se non colpisce tutti allo stesso modo. Questo porta a disordini sociali".

Anche l'utente AndreasvonBern non è fiducioso a questo proposito: "Le persone percepiscono solo l'ambiente circostante. Se non vedono alcun pericolo, non fanno nulla".

Ricette per l'inverno - Quanto alle stategie per superare l'inverno, anche qui i pareri sono divisi. Per Tanja Egger "basta vietare l'illuminazione delle vetrine dei negozi e le insegne al neon e supereremo l'inverno senza problemi nelle nostre case private". Altri lettori vorrebbero almeno ridurre l'orario di illuminazione: "Quanta energia si potrebbe risparmiare se si rinunciasse alle insegne al neon, all'illuminazione delle vetrine e all'illuminazione stradale dopo la mezzanotte?".

Acheronik inizierebbe con i grandi operatori: "Riempire i treni di prima classe delle FFS e far circolare meno treni. O che ne dite di rivelare e ridurre il consumo di elettricità dell'esercito?". Per Sukram01 dovrebbe esserci "un piano di misure che mostri come risparmiare energia nelle case private". Si dice convinto che "potremmo risparmiare elettricità in molti luoghi senza che questo ci danneggi. Per questo, ogni tipo di situazione abitativa dovrebbe essere esaminata da esperti".

 

Tempo di investire - C'è chi come Rotirösli è convinto che la fornitura elettrica "vada assolutamente garantita" e che per farlo sia necessario un piano di investimenti. "Costruire più centrali nucleari, turbine eoliche, sovvenzionare più pannelli solari". Anche Zattoo è dello stesso parere: "È indispensabile investire massicciamente nella produzione autonoma di elettricità. Naturalmente, questo non servirà per questo inverno ma per il futuro. La nostra situazione di dipendenza dall'estero non cambierà altrimenti".

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA