Immobili
Veicoli

svizzeraRichiamo vaccinale per gli over 80

05.07.22 - 14:11
Per l’autunno 2022 la raccomandazione di vaccinazione sarà estesa a tutta la popolazione adulta
tipress
Richiamo vaccinale per gli over 80
Per l’autunno 2022 la raccomandazione di vaccinazione sarà estesa a tutta la popolazione adulta
Sarà tuttavia rivolta principalmente alle persone particolarmente a rischio e al personale sanitario

BERNA - La pandemia non è finita, anzi. Sembrerebbe in ripresa. Per questo motivo, L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e la Commissione federale per le vaccinazioni (CFV) hanno aggiornato le raccomandazioni di vaccinazione per l’estate e formulato i punti essenziali della raccomandazione per l’autunno 2022.

Anche agli over 80 - Alla luce della diffusione della variante Omicron BA.5 e del crescente numero di nuove infezioni, la raccomandazione a ricorrere alla quarta dose è estesa da oggi non solo alle persone con grave immunodeficienza, ma anche alle persone di età superiore agli 80 anni allo scopo di aumentare la loro protezione vaccinale dai decorsi gravi durante i mesi estivi. 

Presto a tutti gli adulti - Secondo l’attuale valutazione, per l’autunno 2022 la raccomandazione di vaccinazione sarà estesa a tutta la popolazione adulta e sarà rivolta principalmente alle persone particolarmente a rischio e al personale sanitario.

L’obiettivo è ridurre il rischio di decorsi gravi di COVID-19 per le persone particolarmente a rischio ed evitare un sovraccarico del sistema sanitario.

Ai più giovani - Per tutte le persone tra i 16 e i 64 anni senza fattori di rischio, la probabilità di ammalarsi gravemente il prossimo autunno sembrerebbe dover essere bassa. A queste persone sarà raccomandata una vaccinazione di richiamo se desiderano ridurre il rischio di infezione o di un decorso grave (raro) per motivi privati e/o professionali (p. es. se sono impiegate in organizzazioni o aziende con compiti infrastrutturali essenziali).

Allo stato attuale, ai bambini e agli adolescenti tra i 5 e i 15 anni la CFV non raccomanderà una vaccinazione di richiamo, dato che per i bambini vaccinati il rischio di un decorso grave di COVID-19 è molto basso.

Momento della vaccinazione di richiamo ancora da definire - Attualmente non è ancora stato possibile definire il momento esatto a partire dal quale dovrà essere somministrata la vaccinazione di richiamo nell’autunno 2022. Tale aspetto, così come le raccomandazioni di vaccinazione dettagliate per l’autunno 2022, sono influenzati da più fattori al momento ancora ignoti, tra cui in particolare l’evoluzione epidemiologica e la disponibilità ed efficacia di un vaccino adattato o diverso. La raccomandazione definitiva per la vaccinazione di richiamo nell’autunno 2022 sarà di conseguenza pubblicata solo in un secondo momento.

In caso di una raccomandazione su vasta scala, la vaccinazione di richiamo sarà gratuita per la popolazione come lo sono state sinora le vaccinazioni raccomandate. I costi per i vaccini, la somministrazione e il materiale necessario saranno assunti da Confederazione, Cantoni e dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). L’attuazione delle vaccinazioni anti-COVID-19 sarà come sempre di competenza dei Cantoni.

Scorte sufficienti di vaccini - Attualmente sono disponibili sufficienti dosi di vaccino. La Confederazione prevede che nell’autunno 2022, oltre ai vaccini utilizzati finora, saranno disponibili vaccini adattati. Tuttavia, al momento non è chiaro se il vaccino adattato e bivalente sarà impiegato già all’inizio della campagna vaccinale. Di principio la Svizzera – a condizione che sia stata concessa l’omologazione da parte di Swissmedic – dispone sempre della variante di vaccino più nuova dei diversi fabbricanti.

Approvvigionamento di vaccini anti-COVID-19 per il 2023 - Le forniture delle dosi di vaccino alla Svizzera avverranno in modo scaglionato nel 2022 e nel 2023. Le negoziazioni con i fabbricanti per l’approvvigionamento di vaccini anti-COVID-19 per il 2023 si sono concluse positivamente dopo il dibattito parlamentare. Saranno acquistate 3,5 milioni di dosi di Comirnaty (Pfizer/BioNTech) e altrettante di Spikevax (Moderna).

COMMENTI
 
Buonsenso? 1 mese fa su tio
"Per tutte le persone tra i 16 e i 64 anni senza fattori di rischio, la probabilità di ammalarsi gravemente il prossimo autunno sembrerebbe dover essere bassa".. Chi ha guardato i numeri sa che è sempre stato così.. Ci sono vulnerabili (malattie pregresse, età avanzata) e gli altri per cui il Covid non rappresenta un pericolo... E visto che in aggiunta non si parlava di decessi e ospedalizzazioni "a causa" di covid, ma "con" covid (incidente d auto - - ricovero - - tampone = ricovero covid / se decesso = decesso covid) il problema è stato gonfiato artificialmente. Non eravamo preparati? Vedere il "piano pandemico" ticinese del 2008,a firma Cassis...
emibr 1 mese fa su tio
Perché continuare la polemica? Chi non crede ai vaccini o alla scienza, non si vaccini e si prenda il rischio e chi vuole vaccinarsi lo faccia senza sentirsi dare del pecorone di continuo.
cle72 1 mese fa su tio
Correggo, chi si vaccina si assume il rischio. Per la parcondicio. Tutto dipende da come si vogliono vedere le cose. Io sono tra quelli che vivono sereni non facendo vaccini. Ah dimenticavo ho fatto il covid, passato tranquillamente a casa come una normale influenza. Anzi a dire il vero più lieve e corta. Ma la Soria della quarantena mi ha bloccato a casa per 4 giorni. Una noia assurda
F/A-19 1 mese fa su tio
Milioni di vaccini acquistati ed in scadenza, o li buttano oppure si inventano l’aumento dei casi per farci fare un’altra dose. Ma poi in piena estate il virus negli altri anni non era sparito? Dobbiamo credere che a questa variante gli piace il caldo ahahahahaha, il bello che da noi con l’estate era sparito ma in paesi come India e Brasile imperversava alla grande. In pratica ce la raccontano e ce la cantano a loro piacimento, così regolano le persone, i tempi, le economie ed i commerci su precisi comandi e con la molla della paura di morire. Gli stessi metodi che usano in Russia per esempio, in Corea del Nord, nelle organizzazioni di stampo criminale ed in governi antidemocratici. Ah ma che sbadato, noi viviamo in democrazia, l’America è la più grande democrazia del mondo, ahahahahaha, me ne stavo quasi dimenticando.
Sergio 1 mese fa su tio
Personalmente io non mi vacino più Mi fermo qui ….troppi problemi malessere …….
Randi 1 mese fa su tio
Sto covid tutte minchiate politiche
Thomseb 1 mese fa su tio
Ahhaha quante minchiate
andrea28 1 mese fa su tio
Quante bugie e distorsioni in un solo articolo. Se il vaccino proteggesse ancora bene (ricordiamo che solo il 45% ha fatto la terza dose e quindi gli altri si sono vaccinati un anno fa) non si dovrebbe prevedere un calo della protezione nei prossimi mesi. Poi i bambini non hanno bisogno di vaccino perché non si ammalano, non perché sono ben protetti dal vaccino già fatto. E poi ci meravigliamo quando sentiamo la propaganda dei paesi non democratici. Omicron é una normale influenza ma vogliono farci credere che i morti calano perché ci si vaccina: che tristezza.
Aka05 1 mese fa su tio
Occhio ai commenti dei virologi nostrani….🤣
Randi 1 mese fa su tio
AHAHAHAH
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA