Immobili
Veicoli

SVIZZERAProdotti più cari in Svizzera, l'inflazione si fa sentire

19.05.22 - 19:04
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.
TiPress
SVIZZERA
19.05.22 - 19:04
Prodotti più cari in Svizzera, l'inflazione si fa sentire
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.

SVIZZERA - La vita in Svizzera è diventata molto più cara: sono aumentati i prezzi di affitti, mutui, mobili, vacanze, Netflix, benzina, gasolio per riscaldamento; lo stesso vale per il caffè, il pane, lo yogurt, il burro e il formaggio, come pure per la frutta e la birra.

In Svizzera l'inflazione è in aumento e il franco svizzero perde valore. Se il tasso d'inflazione è elevato, il potere d'acquisto diminuisce: una spesa di 100 franchi non permette più di riempire il carrello come prima dell'inflazione. Un'inflazione eccessiva può portare a una pericolosa spirale dei prezzi.

Il pericolo dell'inflazione - Il calcolo dell'inflazione si basa su un paniere fittizio di beni, per cui le variazioni di prezzo dell'elettricità e dell'energia hanno un peso maggiore rispetto a quelle dello zucchero o dei francobolli. Nella vita di tutti i giorni, il paniere di beni è diverso per ogni consumatore, a seconda delle sue esigenze e dei suoi consumi.

L'inflazione può portare a una spirale dei prezzi. Prezzi più alti significano che i consumatori possono ottenere meno per i soldi che hanno a disposizione. Questa dinamica porta di conseguenza a chiedere salari più alti per mantenere il loro tenore di vita. Per soddisfare queste richieste, le aziende aumentano i prezzi. Questo crea un circolo vizioso.

Per misurare l'inflazione, l'Ufficio federale di statistica registra l'indice nazionale dei prezzi al consumo. Mostra quanto i beni di consumo in Svizzera stiano diventando più costosi. Tra aprile 2021 e aprile 2022, il tasso d'inflazione si trova in media intorno al 2,5%. Alcuni beni ora costano molto di più: il gasolio da riscaldamento è aumentato di circa il 75,6%, il gas di 39,2% e i pacchetti vacanza all'estero di 20%. Tuttavia, anche alcuni prodotti e servizi sono diventati più economici, come gli agrumi, l'olio d'oliva e i canoni di depurazione.

La Svizzera sopravvive - Il motivo principale dell'aumento dei prezzi è la pandemia di Covid-19 e la guerra in Ucraina. Le catene di approvvigionamento vengono interrotte e i prodotti scarseggiano. Per molte aziende, tuttavia, l'inflazione è anche un'opportunità per aumentare i profitti, afferma Daniel Lampart, economista capo della Confederazione dei Sindacati.

Con un tasso d'inflazione del 2,5%, la Svizzera si trova ancora in una buona posizione. Negli Stati Uniti l'inflazione ha raggiunto il massimo storico dell'8,3%, mentre nell'area dell'Unione Europea la media è del 7,5%. In Germania l'inflazione è salita al 7,4%, nei Paesi Bassi al 9,6%, nella Repubblica Ceca al 14,2% e in Estonia al 19%, secondo i dati degli uffici statistici.

Previsione fino alla fine dell'anno - Secondo l'Istituto svizzero di ricerca sul ciclo economico (KOF) del Politecnico di Zurigo, sono due le ragioni per cui l'inflazione nell'Eurozona è più alta che in Svizzera. La Svizzera pesa meno i prezzi dell'energia e degli alimenti e il franco relativamente forte rispetto all'euro garantisce importazioni più economiche.

Il KOF ipotizza in uno «scenario favorevole» che il prezzo del petrolio si assesti a 100 dollari al barile entro la fine dell'anno e che non vi siano interruzioni nella fornitura di gas naturale. In uno scenario negativo, invece, siamo minacciati da ulteriori riduzioni nell'approvvigionamento e da prezzi ancora più alti per l'energia e gli alimenti.

«L'inflazione rimarrà a un livello elevato nei prossimi mesi e si indebolirà nuovamente verso la fine dell'anno», prevede il KOF. Le previsioni indicano un calo dell'inflazione media per la fine del 2022 a circa 1,9%, mentre entro la fine del 2023 l'inflazione annuale dovrebbe attestarsi intorno allo 0,7%.

COMMENTI
 
Andy 82 1 mese fa su tio
cavolo io sono in invalidità e vedere che o prezzi di tutto continuano a salire e lo stipendio nn cambia, a me personalmente fà un pó paura ma vedremo come andrà....
Fester 1 mese fa su tio
Già prima con 100.- non riempivo il carrello... xD
[email protected] 1 mese fa su tio
Svorsare ? Il cibo che va sprecato butato nella soezzatura di tutti super mercati ? Che neanche gli impiegati lo possono tocare che vergogna con tantta fame in questo mondo 😡Anche qui in Svizzeravnon è che la gente vive come i richi ogni anno andiamo peggio solo certi si la godono e intascano il restro devono sopravvivere e vivere per lavorare Alla fine del mese no rimane niente e adesso anche il mangiare si paga di più Che vergogna un paese come la Svvizera
vulpus 1 mese fa su tio
Perchè che vergogna? Ma perchè qualcuno continua a ritenere la Svizzera il paese del bengodi?Ora abbiamo il rincaro, ma ad est un"esercito" stà spianando una nazione e i suoi abitanti senza ragione alcuna. Ma noi stiamo da ricchi. E poi forse questo rincaro porterà ad un minor spreco di tutto, dagli alimenti all'oggettistica,ai viaggi inutili e via di seguito.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA