Immobili
Veicoli

SVIZZERALa Svizzera non vuole bevande alcoliche sugli scaffali Migros

25.04.22 - 06:00
È quanto emerge da un sondaggio di 20 minuti e Tamedia. I soci della cooperativa voteranno il prossimo 4 giugno
20min/Celia Nogler
La Svizzera non vuole bevande alcoliche sugli scaffali Migros
È quanto emerge da un sondaggio di 20 minuti e Tamedia. I soci della cooperativa voteranno il prossimo 4 giugno

ZURIGO - Quasi sei svizzeri su dieci ritengono che la Migros debba continuare a non vendere bevande alcoliche. È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia sull'intenzione dell'azienda di aprirsi alla vendita di alcol. Una questione su cui il prossimo 4 giugno saranno chiamati a esprimersi i 2,3 milioni di soci della Cooperativa Migros.

Il 58% degli intervistati ritiene che la vendita di bevande alcoliche nei negozi Migros non sia una buona idea. Soltanto il 38% si dice invece favorevole. Sono soprattutto le donne ad avere espresso un “no” convinto (47%), poco distanti tuttavia dagli uomini (42%). Con l'aumentare dell'età degli intervistati, più il “no” emerge con evidenza. Gli over 65, ad esempio, sono contrari alla vendita di alcol con una percentuale del 67%. Nella fascia di età più giovane, quella che va dai 18 ai 34 anni, la percentuale scende al 45%. Insomma, praticamente la metà dei giovani vorrebbe poter acquistare bevande alcoliche nei supermercati Migros.

La questione divide inoltre la Svizzera a livello linguistico: la maggioranza dei ticinesi (si tratta del 59%) si dice favorevole alla vendita di alcol nei negozi Migros, mentre il 38% è contrario.  I “no” prevalgono invece nella Svizzera tedesca (60%). In Romandia i contrari sono al 45%.

Ma quali sono le motivazioni? Per i contrari si tratta di una questione prettamente ideologica: la maggioranza di loro (il 68%) ritiene che tale cambiamento rappresenterebbe un tradimento dell'eredità di Gottlieb Duttweiler. Il fondatore di Migros infatti voleva proteggere le persone da bevande che potessero creare dipendenza da alcol. Una tesi che non convince coloro che si sono espressi per un'apertura all’alcol: il 60% di questi ha infatti fatto notare che il gigante arancione vende già bevande alcoliche tramite Denner, Migros Online e Migrolino. Non farlo nei negozi sarebbe semplicemente illogico.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA