Immobili
Veicoli

SVIZZERAI corona-scettici si rifiutano di pagare le tasse

19.02.22 - 18:05
Diversi cantoni si trovano di fronte a un numero crescente di non vaccinati refrattari alle imposte
tipress
SVIZZERA
19.02.22 - 18:05
I corona-scettici si rifiutano di pagare le tasse
Diversi cantoni si trovano di fronte a un numero crescente di non vaccinati refrattari alle imposte
Esclusi dalla vita pubblica per mesi, ora non vogliono fare la dichiarazione dei redditi. Ma chi persiste va incontro a sanzioni salate

BERNA - La pandemia è un affare quasi chiuso per il Consiglio federale. Ma per gli uffici delle imposte cantonali rischia di durare ancora un po'. Secondo un'indagine della Schweiz am Wochenende, un numero crescente di persone rifiuta categoricamente di compilare la dichiarazione dei redditi, adducendo come motivo lo"scetticismo" nei confronti dell'operato del governo. 

Dopo essere stati esclusi dalla vita pubblica per mesi, i corona-scettici non vedono perché dovrebbero pagare servizi e tasse come gli altri. «Durante i due anni della pandemia, questo tipo di atteggiamento è stata più diffuso rispetto al passato», spiega un portavoce dell'Ufficio contribuzioni del canton Lucerna. Spesso viene contestata la legittimità stessa dell'obbligo di dichiarazione dei redditi. 

Stessa storia a San Gallo. Nel canton Zurigo il fenomeno sarebbe più sporadico. «Ma capita che la gente ci chiami utilizzando un tono scortese e inappropriato», spiega il capo dell'ufficio delle imposte cantonale Reto Flury. Anche nel canton Berna le autorità ricevono sempre più lettere di persone che si oppongono all'obbligo fiscale. «Ritengono che le autorità non abbiano agito in modo legittimo, nell'imporre le misure contro la pandemia» spiega la portavoce Tanja Bertholet.

Tuttavia, sottolinea il settimanale, si tratta di una ribellione che non può portare frutti. Chi si rifiuta di presentare la dichiarazione dei redditi riceve in genere fino a due solleciti, dopodiché scattano le sanzioni che variano di cantone in cantone. A San Gallo ad esempio si parte da 250 franchi per una mancanza"minore", che salgono poi a 500 e a 1000 franchi in caso di mancato ravvedimento. Per i recidivi le multe possono arrivare a 10mila franchi, e al sequestro di beni. Manifestare in piazza è sicuramente più economico.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA