Immobili
Veicoli

SVIZZERAAgli esami in presenza anche studenti positivi? «Totalmente egoisti»

12.01.22 - 23:31
C'è chi, pur di non perdere il semestre scolastisco, va all'esame con sintomi, positivo o violando la quarantena.
Keystone (archivio)
SVIZZERA
12.01.22 - 23:31
Agli esami in presenza anche studenti positivi? «Totalmente egoisti»
C'è chi, pur di non perdere il semestre scolastisco, va all'esame con sintomi, positivo o violando la quarantena.
Diverse le testimonianze di questo tipo raccolte in Svizzera tedesca. Ma anche all'USI gli esami, in caso di assenza legata al Covid, non sono recuperabili che nella sessione di esami successiva.

ZURIGO - Esami in corso nelle università svizzere. E, in molte scuole, in presenza. Già, perché il Consiglio federale non ha imposto, contrariamente a quanto fatto per le lezioni, lo svolgimento degli esami online. «Qui si gioca con la nostra salute», hanno dichiarato alcuni studenti dell'USI. Ma che succede se si è in quarantena, si osservano sintomi o si è positivi? In alcune scuole e dipartimenti, come all'USI e alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Zurigo, tocca aspettare il semestre successivo per sostenere l’esame. Ma ci sarebbe chi, pur di non perdere tempo nella propria carriera scolastica, sceglie di presentarsi comunque, mettendo da parte il pensiero delle centinaia di persone spesso presenti negli auditorium. «Sono andato all’esame con i sintomi», scrive un utente, studente a Zurigo, sul social network Jodel, «e in serata sono risultato positivo al test». E un altro: «Vorrei non averlo dovuto fare. Sono risultato positivo domenica e ho fatto un esame martedì. Era il mio ultimo esame di bachelor». 

Per l’accesso alle aule gli studenti necessitano di un certificato Covid 3G valido, precisa l’Università di Zurigo, interpellata dai colleghi di 20Minuten. L’attuale situazione viene presa sul serio, e le misure di sicurezza applicate sarebbero rigorose. E, aggiunge l’amministrazione, non ci sarebbero prove di questi comportamenti. Ma emergono altre testimonianze.

Uno studente dell’università di Basilea si è recato all’esame pur essendo risultato positivo a un autotest svolto a casa. «Ho fatto fatica a portare con me questa bugia. Ma se non avessi svolto questo esame avrei dovuto mettere in pausa gli studi», ha confessato al giornale basilese Bz. «Questa persona sta violando le attuali disposizioni», ha commentato il portavoce dell’Università di Basilea Matthias Geering. Ma conferma che, se in alcuni campi di studio è possibile recuperare l’esame poche settimane dopo la data stabilita «in altri è possibile solo nel semestre successivo».  

Ma, nonostante le evidenti difficoltà poste da queste clausole, c’è anche chi, tra gli studenti, giudica il comportamento di chi si svolge gli esami pur essendo in quarantena o sapendo di essere infetto «irresponsabile e egoistico».

COMMENTI
 
Marta 5 mesi fa su tio
Per questi casi si potrebbero organizzare degli esami on line, come in altri atenei già hanno fatto
marco17 5 mesi fa su tio
le quarantene non servono a niente.
andrea28 5 mesi fa su tio
Sarebbe irresponsabile e egoistico impedire lo svolgimento di un esame a un giovane che ha studiato tanto e che é portatore di un virus che in quella fascia d'età non ha alcuna conseguenza, e che comunque (dicono le autorità) contagerà tutti in poco tempo.
Mattiatr 5 mesi fa su tio
Sì e no. Fosse per me non ci sarebbe alcun problema, fatto sta che a Berna continuano a considerare i contagi prioritari nella scelta delle restrizioni, quindi è controproducente crearne altri. Un mio soci all'università per esempio, malgrado la triplice vaccinazione, non è uscito di casa le ultime settimane perché se arrivasse positivo agli esami perderebbe il semestre. Mi chiedo quindi perché le scuole non abbiano pensato a dei programmi di recupero degli esami per chi non partecipa agli esami causa covid (oppure esami alternativi online egualmente validi). Diciamo che far perdere mesi a dei ragazzi con la sola colpa di esser positivi mi pare non corretto verso questi, in particolar considerazione del fatto che come dici te in buona parte nemmeno hanno sintomi.
Fkevin 5 mesi fa su tio
Wow che Regole scrupolose ahahahhaha....aiuto, dicono pure che sono egoiste? Da male in peggio ahahahaha....dai giovani non me lo sarei aspettato, Ve la fate bene in mano. Miei carissimi giovincelli, lo sapete che siete voi gli egoisti come guariti e vaccinati? Perché illusi di essere immuni, ma potenziali portatori asintomatici. Quindi smettetela di dire e scrivere cavolate. Complimenti hai giovani che non vogliono perdersi gli esami e recuperare mesi più in là. Diverse nazioni stanno dicendo di tornare alla normalità, forse è ora di iniziare con le scuole e via le mascherelle inutili. 🤣🤣🤣
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA