Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl mondo della notte festeggia il suo ritorno in pista

23.06.21 - 17:37
La Federazione svizzera per club e festival è soddisfatta degli allentamenti decisi oggi dal Consiglio federale.
Deposit (immagine illustrativa)
Fonte ats
Il mondo della notte festeggia il suo ritorno in pista
La Federazione svizzera per club e festival è soddisfatta degli allentamenti decisi oggi dal Consiglio federale.
La coordinatrice Anya della Croce: «Se c'è un certificato Covid-19, non ci vogliono restrizioni»

BERNA - La Federazione svizzera per i club e festival di musica (Petzi) accoglie bene gli allentamenti decisi oggi dal Consiglio federale. «Se c'è un passaporto Covid, non ci vogliono restrizioni, ed è questo il caso», ha detto la coordinatrice Anya della Croce.

C'è soddisfazione in particolare per l'abolizione del limite di persone per i locali che utilizzeranno il certificato Covid-19. Qualche perplessità comunque rimane riguardo alla capacità di test nei Cantoni, in particolare in caso di più eventi che avranno luogo nello stesso periodo.

«Se il 30% della clientela è vaccinato, il resto dovrà fare i test», ha ricordato della Croce, anche perché molti avventori saranno troppo giovani per aver ricevuto il vaccino, o avranno magari ricevuto solo una dose.

Per poter avere accesso agli eventi con il certificato Covid-19 bisogna o essere vaccinati, o essersi sottoposti a un test (nelle ultime 48 ore per quello rapido, 72 per il PCR) o disporre di una prova di immunità.

COMMENTI
 
egi47 1 anno fa su tio
Stiamo impazzendo tutti, in autunno saremo di nuovo tutti con il terrore addosso. Possibile che quello che succede in Inghilterra non viene preso in considerazione dai nostri governanti? che motivo c'é di aprire ai grandi eventi e soprattutto le discoteche? da questa storia non si uscirà mai fuori abbiamo perso tutti la testa.
Mattiatr 1 anno fa su tio
Il problema sono sempre state le ospedalizzazioni, ora ce ne sono poco nulla quindi possiamo tornare a respirare. Se a te piace star chiuso nello stanzino sei liberissimo di farlo.
Don Quijote 1 anno fa su tio
A parere mio sei tu che hai perso la testa immerso nella fobia da CV19! L'umanità è uscita da cose ben peggiori, sempre e con mezzi poco avanzati rispetto ad oggi, altrimenti avremo ancora la peste, la spagnola del 18, l'asiatica del 57 e la mutazione dell'asiatica nel 69 (tutte con milioni di morti giovani e in salute). Non c'è rimedio invece contro le paure e le paturnie inculcate nella popolazione dallo stato attraverso l'amplificazione mediatica odierna!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA