Immobili
Veicoli

URII massi sono scesi, l'Axenstrasse può riaprire

04.02.21 - 16:31
Chiusa da mercoledì mattina per il pericolo di frane tra Flüelen e Sisikon, la strada è di nuovo transitabile.
Keystone
I massi sono scesi, l'Axenstrasse può riaprire
Chiusa da mercoledì mattina per il pericolo di frane tra Flüelen e Sisikon, la strada è di nuovo transitabile.
Gli specialisti sono stati in grado di allentare e far scendere a valle le circa 40 tonnellate di rocce instabili.

ALTDORF - L'Axentrasse è stata riaperta al traffico in entrambe le direzioni alle 16.00 di oggi tra Flüelen (UR) e Sisikon, dopo un'interruzione di 30 ore causata dal pericolo di caduta massi.

Gli specialisti sono stati in grado di allentare e far scendere a valle le circa 40 tonnellate di rocce instabili, ha reso noto l'Ufficio federale delle strade (USTRA). Alcuni massi si sono frantumati e un blocco più grande è rotolato sopra una galleria che si trovava circa 150 metri più in basso.

Una parte del cemento della struttura è stato scheggiato, ma non si tratta di un danno rilevante per la sicurezza. La zona è stata messa in sicurezza e non c'è più il rischio di caduta massi, anche se durante i lavori ci potranno ancora essere delle brevi chiusure, precisa ancora l'USTRA.

L'arteria stradale sulla riva destra del Lago dei Quattro Cantoni, collega le autostrade A4 e A2, tra Brunnen (SZ) e Flüelen (UR), è stata chiusa ieri alle 11.00, dopo che in zona Buggital, sono stati scoperti due macigni che rischiavano di precipitare.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE