20 Minuten Community
GRIGIONI
18.01.2021 - 22:300

«Caviale e champagne sono a pagamento, la zuppa di aragosta è gratuita»

Ecco cosa significa stare in quarantena in un albergo a cinque stelle: una testimonianza da St.Moritz

In due strutture della località engadinese una dozzina di persone è risultata positiva al virus. È stata riscontrata la presenza della variante sudafricana

Fonte 20 Minuten / Jeremias Büchel
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

ST.MORITZ - Due hotel di lusso in quarantena: a causa della presenza della variante sudafricana del virus, da due strutture di St.Moritz al momento non si esce. Sono una dozzina le persone risultate positive, tutte dipendenti. Ma cosa significa, per un ospite, passare il proprio tempo rinchiusi in alberghi a cinque stelle?

Ce lo racconta Patrick Haberstock, 39enne di Zurigo che al momento è ospite dell'Hotel Kempinski: «L'atmosfera è relativamente rilassata». Dato che con la quarantena, i ristoranti della struttura sono stati chiusi, tutta la clientela può fare capo gratuitamente al servizio in camera. «Tuttavia caviale e champagne sono a pagamento, mi sono esplicitamente informato» spiega ridendo. Anche le bevande alcoliche non sono gratuite. È però possibile scegliere qualsiasi altra pietanza dalla carta dell'albergo, tra cui anche la zuppa d'aragosta.

«È tutto organizzato molto bene» racconta ancora il 39enne. «La reception telefona agli ospiti in camera per informarli che sono attesi per il test-Covid». I dipendenti sono tutti molto gentili. E il test è stato effettuato molto rapidamente. «Ora aspettiamo il risultato».

Se sarà negativo, gli ospiti in questione potranno lasciare l'albergo. «La mia partenza era prevista per oggi, lunedì, ma devo ancora attendere l'esito del test» afferma Haberstock. L'hotel si fa carico dei costi della notte aggiuntiva.

Lo stesso vale per il Palace, come fa sapere l'hotel su richiesta di 20 Minuten: per gli ospiti sono previsti vitto e alloggio gratuiti finché non sarà noto il risultato del test.

L'isolamento... è più costoso - Andrà male a chi risulterà positivo al coronavirus e dovrà quindi stare in isolamento. «L'isolamento dovrà avvenire in albergo. È quindi chiaro che non sarà possibile lasciare la struttura» fa sapere il servizio di comunicazione grigionese per il coronavirus, su richiesta. Le spese non saranno coperte dal Cantone. «Gli interessati dovranno mettersi in contatto con la propria assicurazione o con l'hotel».

Al Badrutt's Palace ci si aspetta un risultato negativo per tutti gli ospiti, Questo per via del severo piano di protezione che l'albergo ha adottato da tempo: «Al check-in gli ospiti devono presentare un test negativo» spiega l'hotel. E dall'inizio dell'attuale stagione invernale, i collaboratori vengono regolarmente sottoposti a test-Covid. Al momento nella struttura sono presenti 29 clienti. Se uno di loro dovesse essere posto in isolamento, la responsabilità verrebbe chiarita con lui, fanno ancora sapere dalla struttura alberghiera.

All'Hotel Kempinski si cercherebbe una soluzione adatta. Ma per ora i risultati non sono ancora noti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-16 06:58:43 | 91.208.130.86