KEYSTONE
Si potrebbe dover tornare a parlare di chiudere le scuole, avverte Lukas Engelberger.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
NEUCHÂTEL 
23 min
Contagiato il 23% degli allievi di una scuola
Un secondo test di massa sarà effettuato martedì tra le persone in quarantena che sono risultate negative
ZURIGO
51 min
Donna spinta sui binari, «Ho tenuto a terra il responsabile»
Arrestato un 27enne di origini eritree. Il testimone: «Lui si è comportato come se non fosse successo niente».
SVIZZERA
1 ora
«Niente più caramelle vicino alle casse dei supermercati»
La proposta è stata accolta con favore dal Consiglio federale
ARGOVIA
2 ore
Due feriti dopo uno scontro frontale
I conducenti delle vetture sono stati trasportati in ospedale
LUCERNA
2 ore
Bus in frenata di emergenza, due passeggeri in ospedale
L'incidente sarebbe stato causato da un'auto di scuola guida che si è arrestata all'improvviso.
TURGOVIA
4 ore
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
FOTO
FRIBURGO
5 ore
Parcheggio sotterraneo distrutto da un incendio
Diversi veicoli sono stati distrutti nella notte
GRIGIONI
5 ore
Tragedia sul Piz Russein: due morti
Sono stati travolti da una valanga a lastroni, che li ha trascinati per quasi 1000 metri.
ZURIGO
16 ore
«Dai 10 anni devono poter decidere se vaccinarsi»
Il tema è di forte attualità. E l'UFSP ha aperto il dibattito anche sui social.
BERNA
20 ore
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
SVIZZERA
20 ore
Coronavirus: in calo casi, ricoveri e decessi
Rispetto a quella precedente, la scorsa settimana tutti gli indicatori sull'andamento epidemiologico sono diminuiti.
SVIZZERA
03.01.2021 - 21:400
Aggiornamento : 23:41

Se l'aumento dei contagi proseguirà si dovrà riparlare di chiudere le scuole

Le cifre degli ultimi giorni «incitano alla prudenza», secondo Lukas Engelberger

BERNA - Dopo le festività natalizie e di Capodanno, il presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità Lukas Engelberger non si dichiara molto ottimista.

A suo avviso, se i contagi da coronavirus dovessero continuare ad aumentare, occorrerà riparlare di una chiusura delle scuole.

Le cifre degli ultimi giorni «incitano alla prudenza», ha affermato il consigliere di Stato basilese in un'intervista rilasciata questa sera al "Tagesschau", il telegiornale della tv svizzero-tedesca SRF. I dati delle nuove infezioni hanno raggiunto livelli significativi: oltre 5'000 martedì e oltre 4'000 mercoledì. «Non si potrà evitare un rafforzamento delle misure se nelle prossime settimane avremo nuovamente cifre elevate con una tendenza al rialzo», ha riassunto.

Poco margine di manovra - Rimangono tuttavia poche possibilità, al di là di provvedimenti in ambito scolastico. «Finora abbiamo cercato di risparmiare nella misura del possibile le scuole e il mondo del lavoro», ha sottolineato Engelberger. Questo margine di manovra è ora esaurito. Se si dovessero ancora ridurre i contatti, occorrerebbe prendere delle misure in ambito professionale «o anche a scuola».

Secondo Engelberger, la scuola «dà il ritmo» alla vita quotidiana. Se gli allievi seguissero un insegnamento a distanza, i genitori resterebbero anch'essi molto di più a casa, ha spiegato. Ma si tratta di una soluzione quale «ultima ratio».

Il Consiglio federale aveva inasprito il 18 dicembre le misure di lotta contro il coronavirus. La settimana scorsa aveva rinunciato a ulteriori restrizioni, ma mercoledì procederà a una nuova analisi della situazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Volpino. 4 mesi fa su tio
Purtroppo sembra che la politica si conceda dei gradi di libertà sulla scienza che non dovrebbe avere ...
Volpino. 4 mesi fa su tio
È ormai scientificamente provato che le chiusure delle scuole riducono i contagi ed è questo che principalmente conta. L'assistenzialismo dello stato ci sta in una situazione normale, ma di certo non in una pandemia così grave dove tutti sono chiamati a fare la loro parte, rispettivamente il loro contributo. Inoltre, per l'educazione dei figli sono principalmente i genitori responsabili, almeno così lo prevede il Codice civile. Che vi siano dei presunti bambini "traumatizzati" sono delle ipotesi in gran parte non notificate, rispettivamente accertate. Mi sa che sono soprattutto alcune madri ad essere sopraffatte della situazione, ma allora che chiedano loro sostegno psicologico.
Cris77 4 mesi fa su tio
I ragazzi hanno bisogno di andare a scuola! Nel primo lockdown l’insegnamento a distanza è stato un disastro, con tantissime lacune! Inoltre psicologicamente ne sono usciti distrutti 😕
pillola rossa 4 mesi fa su tio
NO!
Sergio 4 mesi fa su tio
Aprite tutto e vada come deve andare .......
Volpino. 4 mesi fa su tio
I benefici della chiusura delle scuole sono così evidenti da compensare il prezzo che gli studenti pagheranno standosene un mesetto a casa. Meglio i bambini a casa che ridurre la loro vita di vent'anni col Covid-19. Poi per questo lavoro vengano anche indennizzate, allora cosa vogliono di più? Mi sembra che ci vogliono già i care-team per le mamme.
Volpino. 4 mesi fa su tio
Statisticamente e scientificamente i benefici della chiusura delle scuole sono così evidenti da compensare il prezzo che gli allievi pagheranno per stare un mesetto a casa. Meglio un mese a casa che ridurre la vita dei propri figli di vent'anni. Genitori lo si è nel bene e nel male, con tutte le conseguenze che ciò comporta.
OrsoTI 4 mesi fa su tio
Chiudere tutto per un 3 settimane!! Ma tutto!! Come alla prima ondata e far crollare i contagi. Chiudere le scuole e tenere aperte negozi e piste da sci. Ma facciamo cadere sto governo che siamo lo zimbello di tutta europa. Mi vergogno
seo56 4 mesi fa su tio
Saggia decisione
adri57 4 mesi fa su tio
Assordante l'assenza dei nostri 5 CdS! Ticino, percentualmente, paese con il maggior di numero di casi e purtroppo di decessi. Ospedali strapieni e i nostri politici si stanno godendo le vacanze sugli sci.
Meck1970 4 mesi fa su tio
Solo le scuole? Poi quando verrà recuperato il programma scolastico? Ma vedono quello che succede nei supermercati , nei mezzi pubblici. Inoltre c'è molta gente che se ne frega.
Don Quijote 4 mesi fa su tio
È curioso notare come nella storia dell'uomo i giovani sono spesso sacrificati per un beneficio dei più vecchi, si va dal sacrificio per propiziare la benevolenza degli dei, a carne da macello nelle guerre organizzate dagli adulti, fino alla privazione dell'istruzione e libertà di oggi.
Veveve 4 mesi fa su tio
Ma BASTA! Sti ragazzi li volete rovinare completamente!!! Per? Per allungare di 1 ,2, o 3 anni la vita di anziani già messi malissimo!!! Basta già non hanno più una vita questi poveri adolescenti... l’ultima cosa che gli rimane e’ la scuola!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 13:48:22 | 91.208.130.85