Tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
32 min
Esclusi dalla vaccinazione: «L'Ufsp ci ha abbandonati»
Gli svizzeri che vivono all'estero e non hanno un'assicurazione sanitaria non possono farsi vaccinare nel nostro Paese.
BERNA
4 ore
Il DFAE deplora l’escalation di violenza sulla Striscia di Gaza
Cassis: «Questo inasprimento delle violenze deve cessare immediatamente»
ZURIGO
4 ore
Aeroporto di Zurigo: aumentano i passeggeri
Lenta ripresa, i dati di aprile sono 12 volte quelli registrati lo stesso mese dell'anno precedente.
BERNA 
4 ore
Gastrosuisse è soddisfatta e sollevata
Le riaperture annunciate dal Consiglio federale rallegrano l'associazione di categoria
BERNA
5 ore
Ocratossina nei fichi secchi «La Dama de la Vera»
L'USAV raccomanda di non consumare il prodotto
BERNA 
6 ore
«Bene le riaperture, ma non troppo veloci»
Questa la posizione della CDS in merito ai passi da compiere per uscire dalla crisi sanitaria.
SAN GALLO
6 ore
Arrivano per spegnere l'incendio, trovano un cadavere
Un'inquilina dello stabile è riuscita a mettersi in salvo da sola, mentre una donna anziana è stata evacuata
BERNA
7 ore
Esteso a 24 mesi il diritto al lavoro ridotto
L'estensione è ammessa qualora il perdurare della pandemia e le limitazioni economiche lo giustifichino.
SVIZZERA
7 ore
Jean-Philippe Gaudin lascia la direzione del SIC
Il concorso per il successore sarà pubblicato «a tempo debito»
SVIZZERA
7 ore
Ristoranti: Berna dà l'ok a pranzi e cene anche all'interno
In vista del 31 maggio e grazie alla buona situazione epidemiologica, il Governo pone in consultazione diverse proposte.
BERNA
8 ore
Le decisioni di Berna alle 15.15
Appuntamento con la conferenza stampa del Consiglio federale che deciderà sull’apertura totale dei ristoranti
BERNA
9 ore
Covid, altri 1539 positivi e 4 decessi
Sono 50 le persone finite in ospedale nelle ultime 24 ore a causa del virus.
VAUD
9 ore
Tallona a 100 km/h un veicolo e telefona: «Infrazione grave»
Respinto il ricorso di un uomo a cui è stata ritirata la patente per tre mesi.
GRIGIONI
10 ore
Tasse sugli alcolici, ecco il loro utilizzo
È stato raccolto quasi un milione di franchi.
ZURIGO
20.11.2020 - 10:550

Mangiare in treno per non indossare la mascherina, problema ricorrente

Numerosi i furbetti che arrivano a impiegare un'ora per consumare un panino.

Per i dipendenti delle FFS non è facile rivolgersi alle persone in questione.

ZURIGO - Un'ora per mangiare un sandwich in treno: c'è chi ci mette tanto, per evitare in tal modo di indossare la mascherina. Un atteggiamento visto spesso in malo modo dagli altri viaggiatori e dal personale: non pochi pendolari temono per la loro salute, riferisce il portale Watson.

Nel trasporto pubblico si applica un rigoroso obbligo della mascherina, ricordano i cronisti del sito informativo in un contributo odierno. Solo coloro che mangiano o bevono sui treni possono togliersi la protezione, ma unicamente per un breve periodo di tempo.

I furbetti - In realtà però chi viaggia spesso sui treni delle FFS vede passeggeri mangiare i propri snack al rallentatore. «Purtroppo ci sono persone che mangiano in modo provocatorio durante tutto il viaggio per evitare l'obbligo della mascherina», afferma Karin Blättler, presidente del gruppo d'interesse del trasporto pubblico Pro Bahn, in dichiarazioni riportate da Watson. A suo avviso questo non è però un problema del trasporto pubblico, ma di società.

L'insicurezza dei pendolari - Il tema è assai dibattuto anche sul web. «Come pendolare non mi sento al sicuro, poiché da quando le mascherine sono diventate obbligatorie un numero considerevolmente maggiore di persone mangia e beve sui treni affollati», scrive un utente sul forum delle Ferrovie federali.

Per i dipendenti delle FFS non è facile rivolgersi alle persone in questione. «Questi trucchi usati da alcuni passeggeri sono molto noiosi per il personale dei treni», spiega a Watson Jürg Hurni, del sindacato del personale dei trasporti SEV. I comportamenti in questione provocano spesso discussioni e sfociano a volte in insulti, che possono essere opprimenti per i lavoratori sui convogli.

Vietare il mangiare e bere - Un altro utente del sito FFS auspica un divieto temporaneo di mangiare e bere nei vagoni. «Come sapete, da anni vige la proibizione di fumare sui treni: perché non è possibile vietare il consumo di alimenti durante il periodo del coronavirus, tranne che nel vagone ristorante?».

Secondo Blättler questa non sarebbe però la soluzione, perché a sua volta infastidirebbe i passeggeri che seguono le regole e si rifocillano rapidamente. La presidente di Pro Bahn invita al contrario tutti a seguire le regole dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e a indossare le mascherine. «Così avremo meno problemi».

Intanto il Consiglio intende adottare misure più severe contro chi sgarra. Mercoledì il governo ha deciso di proporre al parlamento di inserire la violazione del porto della mascherina fra le contravvenzioni: si parla di una multa di 300 franchi. Questo però non cambia la quotidianità dei pendolari: la polizia dei trasporti delle FFS continua a non emettere multe, indica un portavoce di FFS.

L'addetto stampa sottolinea inoltre che l'accettazione dell'uso obbligatorio dei dispositivi sul volto nei trasporti pubblici è complessivamente molto elevata. «I passeggeri e i dipendenti del trasporto pubblico si conformano in gran parte alle misure di protezione», afferma.

Tuttavia questo a quanto sembra non avviene nella stessa misura in tutto il paese. "Più si va a est, maggiore è la resistenza contro le mascherine obbligatorie", sostiene il sindacalista dei trasporti pubblici Hurni, che quasi quotidianamente si confronta con i dipendenti delle ferrovie. Invece in Romandia, regione del paese particolarmente colpita dal Covid-19, l'accettazione delle misure è molto elevata.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lore61 5 mesi fa su tio
Caspita, la frustrazione ( o la paura) è a un livello tale che si perdono perfino a controllare il tempo che la gente impiega per mangiare... Fuori di testa!! Mi sa che la "schifezza virus" non colpisce i polmoni, ma il cervello, e ne sta facendo di danni...
pillola rossa 5 mesi fa su tio
Non mangiate, non bevete e soprattutto non respirate. Camperete 100 anni di più...
klich69 5 mesi fa su tio
Vietare di mangiare, non penso siano al punto svenimento e se lo fanno meglio così da portarli dritto alla MONCUCCO.
Viperus 5 mesi fa su tio
Ma avete finito di terrorizzare la gente o cosa? E finitela con queste museruole per favore....
marco17 5 mesi fa su tio
Basta con questa isteria collettiva, becera e cattiva. Non è perché una persona si toglie la mascherina in treno per bere e mangiare che contagia tutti. Se avete il terrore del covid, statevene chiusi in casa, se possibile magari dentro un armadio, ma smettela di rompere le scatole agli altri che cercano di vivere più o meno normalmente.
spank77 5 mesi fa su tio
Confermo , purtroppo. Il peggio l ho visto con una ragazza che si. Mangiava un twix...mangiava per modo di dire...Dopo venti minuti quando sono scesa dal treno non era nemmeno a metà... Si meritava davvero un bel colpo di tosse sul suo twix...
Wunder-Baum 5 mesi fa su tio
E’ triste leggere simili notizie ed e’ triste prendere atto che ci sono persone che vanno avanti a comportarsi nel modo più adeguato per loro, ma inadeguato alla situazione.
Don Quijote 5 mesi fa su tio
Ok, la maleducazione esiste da sempre ma il problema dei decessi per covid o con covid non dipende da questi fattori irrilevanti. I virus non chiedono il permesso a nessuno e prima o poi arrivano a contatto con tutta la popolazione, la maggior parte non se ne accorge, e quelli che possono risentirne in modo grave, si conosce bene il profilo e sono avvisati. A parte la patologia dell'età, per tutte le altre aggravanti che facilitano l'assalto del virus, il problema non risiede nell'uso della mascherina ma nelle proprie cattive abitudini, che alla fine uccidono molto più di questo inflazionato e accusato virus. Speriamo che serva di lezione e dia una svolta alla pandemia di diabete ed ipertensione che ogni anno causa milioni di morti e miliardi di costi in pastiglie.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-12 22:43:31 | 91.208.130.85