La sicurezza dei mezzi pubblici svizzeri non è in discussione
Archivio Keystone
SVIZZERA
25.05.2020 - 09:590
Aggiornamento : 11:15

La sicurezza dei mezzi pubblici svizzeri non è in discussione

L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici

BERNA - L'elevato livello di sicurezza dei mezzi di trasporto pubblici in Svizzera ha trovato conferma anche nel 2019. Lo riferisce l'Ufficio federale dei trasporti (UFT), che ha pubblicato oggi il suo rapporto sulla sicurezza.

Cifre e cause - Nel 2019 sono stati notificati 212 incidenti gravi che hanno interessato i trasporti pubblici: 25 sono stati i morti e 161 i feriti gravi. Tra le vittime non figura alcun passeggero. Nel confronto quinquennale - precisa l'UFT - il numero degli incidenti gravi e dei feriti gravi risulta relativamente elevato, mentre quello delle vittime è piuttosto basso.

Il maggior numero di incidenti registrati riguarda i bus e i tram. E nella maggioranza dei casi, la causa è da ricercare nel mancato rispetto delle norme stradali da parte di altri utenti. Altre cause ricorrenti sono la disattenzione dei viaggiatori e l'imprudenza.

Più sicuro che mettersi al volante - Viaggiare sui mezzi pubblici in Svizzera risulta quindi molto più sicuro che spostarsi per mezzo del traffico individuale. Una valutazione del periodo 2008–2017 condotta dall'Ufficio federale di statistica mostra che il rischio di perdere la vita in auto è 59 volte maggiore rispetto a chi viaggia in treno se si considerano i passeggeri-chilometri.

In termini di confronto a livello europeo, la Svizzera risulta il secondo paese più sicuro per quanto concerne i mezzi di trasporto pubblici.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 1 anno fa su tio
Il prezzo per 3 zone (70 franchi per una famiglia di 6 persone) è 15 volte più caro dell'auto, senza abbonamenti vari e metà prezzo. Con gli abbonamenti andare a Lugano ci costa comunque ancora 46.40 franchi! Chi si può permettere di usare i mezzi pubblici anche se più sicuri?
Maxy70 1 anno fa su tio
Fa la sua parte anche una dis-informazione contraddittoria e caotica: mascherina si, mascherina no, tampone si, tampone no, ogni "asino" dice la sua, a torto o a ragione. Occorre una direttiva chiara, coerente, e soprattutto obbligatoria per tutti. I locali che rispettano distanziamento e controllo degli ingressi ci perdono e chi se ne frega guadagna. Questo é deleterio perchè chi agisce in modo responsabile si sente il "fesso di turno".
Summerer 1 anno fa su tio
@Maxy70 Non c'è disinformazione. Il governo svizzero, attraverso il BAG ha dato chiare informazioni. La mascherina non è obbligatoria ma consigliata. Basta pubblicare psueudo false informazioni... NON è obbligatoria.
Maxy70 1 anno fa su tio
@Summerer Per fortuna! 9 su 10 convinti che la mascherina protegga chi la indossa. È l'esatto contrario, ergo: se non la porto metto in pericolo GLI ALTRI. Non ho il diritto di mettere il mio prossimo in pericolo. Deve essere obbligatoria laddove (= quasi sempre) non sia possibile mantenere la distanza "sociale".
Summerer 1 anno fa su tio
@Maxy70 Se non si garantisce la distanza sociale, si alla mascherina. Per il resto non concordo ed è falso cio' che dici, perché la mascherina non impedisce la propagazione del virus... e non protegge dal virus, è falsa informazione che trovi sui giornalis spazzatura. La mascherina NON protegge... puo' aiutare, ma non protegge. Ecco perché si dice che da una sensazione di protezione, completamente falsa, leggi sul BAG / OMS
Maxy70 1 anno fa su tio
Nessuno ha mai discusso la sicurezza e la qualità dei mezzi pubblici in Svizzera. L'attuale timore, giustificato, é quello di contrarre il COVID, ovviamente! Io li vedo passare stracolmi, nell'ora di punta, e pochissimi passeggeri con la mascherina. Ricordiamo che la mascherina serve quale protezione RECIPROCA, per impedire di diffondere le famose "goccioline", starnutendo, tossendo o starnazzando (almeno questo si potrebbe evitare)!
Norvegianviking 1 anno fa su tio
@Maxy70 Vallo a spiegare al 90% dei ticinesi e al 99% degli zucchini. Forse hanno tutti già scordato la folla nelle terapie intensive. Altrimenti non si giustificherebbe tanta superficialità per strada, sui mezzi pubblici e nei bar e ristoranti.
Summerer 1 anno fa su tio
@Norvegianviking Io sono stanco della tua disinformazione. Ignori le leggi svizzere (regole del WTO / OMS) ed in piu' con arroganza commenti. La Svizzera, con gli svizzeri e gli stranieri residenti, devono seguire le regole del BAG che consiglia ma non obbliga l'uso di mascherine. Se tu vuoi usare la mascherina fallo... ma non obbligare gli altri, inoltre offendendo gli svizzeri (90% TI e 99% zucchini)!
Summerer 1 anno fa su tio
@Norvegianviking non fornischi nessun fatto / non rapporti statistiche o leggi. Nesssuno in Europa obbliga, se non in italia, la mascherina ovunque. Qui non siamo in italia... ma in Svizzera. Non si va al BAR con la mascherina, inutile. Al ristorante? ridicolo... In strada? per piacere inutile. Lasciamo fare a gente che non ha capito l'uso della mascherina.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-18 19:27:38 | 91.208.130.87