lettore 20 Minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Cosa ci dirà questa volta Berset?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
GINEVRA
11 ore
Omicron nel campus, duemila in quarantena
Due contagi nella Scuola internazionale di Ginevra hanno fatto scattare massicce misure di contenimento
SVIZZERA
12 ore
«Introdurre una tassa per i non vaccinati»
Lo ha proposto Sanija Ameti, co-presidente del movimento Operation Libero
GRIGIONI
13 ore
In vacanza in hotel, ma solo se vaccinati o guariti
Al Kulm di St.Moritz la stagione turistica invernale inizia con una stretta sulle misure sanitarie
SVIZZERA
15 ore
«Presto potremmo dover decidere chi curare e chi no»
Il personale di cura lancia l'ennesimo allarme: le risorse sono scarse e i pazienti continuano ad aumentare.
SVIZZERA
16 ore
Un nuovo record di pacchi per la Posta
Sono 7,4 milioni quelli recapitati tra il 22 e il 30 novembre 2021. Centomila in più rispetto alla Cyber Week del 2020
SVIZZERA
17 ore
Decessi legati al Covid-19 quasi raddoppiati in una settimana
Il tasso di positività per 100mila abitanti è passato da 437,6 a 590,6: ben oltre il doppio del Ticino (269,2).
ZURIGO
17 ore
Un nuovo centro per i test covid all'aeroporto di Zurigo
È stato inaugurato oggi ed è in grado di effettuare 15mila tamponi alla settimana.
SVIZZERA
17 ore
Quarto caso di Omicron in Svizzera
La persona contagiata è rientrata nove giorni fa dal Sudafrica.
SVIZZERA
18 ore
«Nessuna quarantena per i viaggi d'affari»
Swismem si dice scettico sull'efficacia delle quarantene: «Non fermeranno la diffusione del virus».
SVIZZERA
24.05.2019 - 06:100
Aggiornamento : 08:13

«Chi non ha previsto nulla di importante scenda dal treno»

I passeggeri di un Intercity che nell'ora di punta collega Bienne a Zurigo sono stati pregati di scendere. Le FFS si scusano ma motivano l'annuncio con ragioni di sicurezza

ZURIGO - «Come pendolare ne ho viste di tutti i colori. Ma questa le batte tutte», racconta stizzito un pendolare svizzero-tedesco. Ieri mattina si trovava su un treno che collega Bienne (BE) a Zurigo quando è stato annunciato tramite altoparlanti che alcuni passeggeri dovevano scendere dal convoglio a Olten (SO).

Il motivo: l'Intercity era troppo affollato. Un secondo pendolare conferma: «Non c'era nemmeno più spazio per stare in piedi». Secondo i passeggeri del treno, le FFS avrebbero chiesto «a coloro che non hanno un appuntamento importante» di scendere dal treno.

«Ci scusiamo» - Secondo l'ex regia federale, le ragioni del disguido risiedono in un problema che si è verificato il giorno prima su una linea di contatto. A causa di questo inconveniente, giovedì mattina a Bienne non c'era materiale rotabile a sufficienza. Di conseguenza, l'Intercity che collega Bienne a Zurigo ha dovuto spostarsi in una composizione modificata, afferma il portavoce Jürg Grob.

L'addetto stampa ha precisato che far scende parte dei passeggeri è una misura precauzionale: «Quando un treno è troppo pieno, un'evacuazione, ad esempio in caso di incendio, non può essere assicurata in modo corretto. Ci scusiamo con i viaggiatori coinvolti».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Il problema è più semplice di quanto possiamo pensare. La popolazione in 30 è raddoppiata, le vie di comunicazione no. Le strade e le ferrovie sono sempre le stesse. A rigor di logica de la popolazione aumenta anche le strade aumentano, in Ticino (e in molti altri cantoni) no. Le ferrovie sono sature dei treni merci che le percorrono, le strade dai lavoratori che ogni giorno vanno e tornano dall'ufficio, cantiere, ... La soluzione non sono i mezzi pubblici, è un semplice rimandare il problema. La soluzione è adattare, asfaltare e scavare. Solo che nella nostra vita ipocrita pensiamo di curare l'ambiente e quindi blocchiamo tutto. Nel 2030 saremo costretti a non spostarci più perché sarà tutto bloccato, prepariamoci a tornare nel passato.
Thor61 2 anni fa su tio
@Mattiatr Il vero problema è che si continua a finanziare un sistema MARCIO nel suo intero sistema gestito da INCAPACI di estrema inefficacia, Ferrovie, mezzo meno economico ed ecologico sul pianeta, ma fonte di molteplici INTRALLAZZI finanziari per cui il cittadino DEVE spendere un oceano di denaro per avere servizi da QUARTO mondo. Saluti
Gus 2 anni fa su tio
Per il loro mal funzionamento le regie si scusato molto facilmente. Sono semplicemente degli incapaci che non sanno fare il loro lavoro
polemica67 2 anni fa su tio
Quello che è peggio è che le privatizzazioni di FFS e ex PTT le ha votate il popolo Svizzero!!!
Thor61 2 anni fa su tio
@polemica67 In realtà hanno solo fregato i cittadini, perchè adesso da "Privati" per le spese usano denaro pubblico, ma gli incassi se li dividono nella confederazione, chi sia poi precisamente e fisicamente ad incassare i dividendi non è molto chiaro. Saluti
skorpio 2 anni fa su tio
care FFS, perchè non ci trasportate con i treni merci/animali , visto che ci trattate come tali?, di posto ce ne sarebbe a sufficienza...
miba 2 anni fa su tio
Importare subito i vecchi treni in uso in India ed in Bangladesh in modo che la gente possa aggrapparsi all'esterno e salire sui tetti delle carrozze... :):):)
jumpgum 2 anni fa su tio
Preferisco mille volte inquinare che prendere quelle schifezze delle ffs
Maxy70 2 anni fa su tio
Accaduto anche a me, in prima classe (per una volta, pagava la ditta!!) mi sono fatto Zurigo - Berna seduto sulla valigia, da non potere respirare. A breve i passeggeri sul tetto, come in India. Almeno però in India i prezzi saranno ragionevoli! Mi piace poi la domanda: chi non ha previsto nulla di importante!! Tutti sono in giro a fare un emerito c***o come loro!
francox 2 anni fa su tio
Ma una bella multa alle FFS no?
bubi_67 2 anni fa su tio
L'offerta non è in grado di accontentare la richiesta! Conclusione il servizio pubblico, tanto elogiato (ma che funziona unicamente grazie alle sovvenzioni) è un fallimento! Se togliamo i sussidi nessuno lo utilizzerà più a causa dei prezzi improponibili, ma ci sarebbe tantissimo spazio per i 4 gatti che lo utilizzerebbero...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 08:44:22 | 91.208.130.85