QATAR 2022Valon Behrami: «Abbiamo buone possibilità di passare il turno»

06.12.22 - 14:16
L'ex capitano: «Positivo per la Svizzera se giocherà Ronaldo? Una cosa così non si può mai dire»
Freshfocus
Valon Behrami: «Abbiamo buone possibilità di passare il turno»
L'ex capitano: «Positivo per la Svizzera se giocherà Ronaldo? Una cosa così non si può mai dire»
«Una mentalità offensiva paga più di un atteggiamento difensivo».
Calcio - Mondiali06.12.2022

LIVE

Portogallo
6 - 1
Svizzera
MONDIALI 2022: Risultati e classifiche

DOHA - Valon Behrami è arrivato a Doha, su invito della FIFA, il giorno dopo la vittoria della Svizzera sulla Serbia. Questa sera sarà sugli spalti dello stadio di Lusail per assistere da tifoso alla partita degli ottavi di finale contro il Portogallo. Nella sua gita qatariota, insieme ad Alain Sutter il ticinese ha visitato il Museo Olimpico e dello Sport e ha tirato dei calci a un pallone con alcuni bambini. Poi si è tuffato nella calda attesa.

Pensa che ora la Nati sia più attrezzata per raggiungere i quarti di finale rispetto a Russia 2018?
«Sì, è chiaro come questa squadra sia migliorata negli ultimi quattro anni. I giovani giocatori dei miei tempi, Xhaka, Shaqiri e Akanji, sono ora molto più esperti e ora la rosa mi sembra una squadra più completa di quanto non fosse la nostra. Il Portogallo è una grande squadra, naturalmente, ma è pericoloso soprattutto davanti. Hanno Ronaldo e anche molta qualità a centrocampo, ma...».

Ma?
«Credo che manchi un po' di densità in mezzo e che si fidino troppo di giocare con un solo centrocampista difensivo. E dietro non li trovo così impressionanti, non sono cosÌ forti come tutti dicono. Per me, ci sono buone possibilità di andare avanti. Se lavoriamo bene tatticamente, troveremo spazio dietro il centrocampo, alle loro spalle. Dovremo approfittarne, come abbiamo fatto contro la Serbia».

È la prima volta dal 1994 che la Svizzera gioca un Mondiale senza Valon Behrami.
«È sempre bello sapere che abbiamo partecipato a quattro Coppe del Mondo (2006, 10, 14 e 18), ma dimostra anche che il tempo vola a tutti i livelli. Sono particolarmente felice di poter guardare lo spettacolo da bordo campo, senza alcuna pressione, perché anch'io non ho avuto solo momenti positivi. Ovviamente ho molti ricordi belli, ma pure esperienze più negative. Mi riferisco soprattutto al cartellino rosso contro il Cile in Sudafrica. È un misto di sentimenti, anche se ovviamente, con il senno di poi, sono molto felice dei risultati ottenuti».

Quindi, anche con la bacchetta magica, non vorrebbe essere in campo contro il Portogallo?
«No, non penso mai in questo modo. Ho appena giocato due minuti contro dei bambini piccoli ed è stato fisicamente difficile».

Quanto sarà difficile seguire gli ottavi di finale da tifoso?
«Quando non si gioca è ovviamente più difficile perché non si ha alcuna influenza. Guardi la partita e vedi cose che non vedi quando sei in campo, vorresti dire agli altri: "Vai avanti, prendi quello spazio, perché vai a destra, devi andare a sinistra...". È sempre più facile avere la soluzione quando si guarda la partita e non la si gioca. Ma come sostenitore, ovviamente, si soffre. Ma prima della partita contro la Serbia ero già molto positivo e lo sono anche adesso».

Sei stato il "fratello maggiore" di molti ragazzi presenti in questa selezione. Prima della partita hai sentito qualche ex compagno?
«No, li lascio stare. Comunque, non sono il tipo che usa i moderni mezzi di comunicazione. Non mi piace il telefono. Se ci vediamo, parliamo, andiamo a mangiare insieme, è fantastico. Ma per il resto, lascio le persone in pace, soprattutto in momenti come questo».

E dopo la partita, ci sarà condivisione della gioia o del dolore?
«No. Questa è la Coppa del Mondo e spero davvero che vincano. Ma ancora una volta: in questi momenti, bisogna lasciare che un gruppo viva le sue cose, che si goda quello che sta facendo».

Più in generale, che gioco si è visto durante questa Coppa del Mondo?
«Ciò che è cambiato rispetto al passato è che se si gioca troppo sulla difensiva, per cercare di fare 0-0, si finisce per prendere il gol che ti fa perdere. L'Australia, ad esempio, ha iniziato la prima partita contro la Francia in modo molto offensivo, molto in alto nel campo. Alla fine hanno perso 4-1, ma hanno vinto le due successive e si sono qualificati. Si vede che una mentalità offensiva paga più di un atteggiamento difensivo. Lo abbiamo visto anche con la Svizzera. Contro il Brasile sono rimasti indietro, cercando di non segnare. E contro la Serbia, essendo aperti, aggressivi, offensivi, hanno finito per vincere. Credo che questa sia la mentalità di questa Coppa del Mondo: essere spettacolari, correre dei rischi».

È un messaggio per l'allenatore Murat Yakin?
«No, non ne ha bisogno. Credo che finalmente abbiamo capito che dobbiamo essere coraggiosi. Questa è la lezione arrivata dalla partita contro la Serbia. Ed è anche un modo per inviare un messaggio al Portogallo. Se andiamo in avanti, se giochiamo per creare e iniziamo a spingere, li metteremo in difficoltà. Perché ripeto: hanno molti giocatori che si trovano a loro agio nella fase offensiva, ma che non amano difendere».

Questo ci porta alla domanda che molti portoghesi si pongono: non sarebbe una buona notizia per la Svizzera se Cristiano Ronaldo iniziasse la partita?
«No, non si può dire una cosa del genere, mai. Giocatori come lui non si vedono per 25 minuti e poi fanno la differenza con un pallone. Ha una tale qualità, una tale intelligenza di movimento, una tale esperienza... Lui e Messi hanno dominato un'intera generazione, sono stati i migliori e, anche se ora sono arrivati altri come Mbappé, bisogna rispettarli fino alla fine».

Quale squadra l'ha impressionata di più finora?
«Sicuramente il Brasile, che è stato molto equilibrato sia davanti che dietro. Poi l'Inghilterra. E poi l'Argentina che, dopo un brutto inizio, sembra aver trovato la formula giusta apportando alcuni cambiamenti».

COMMENTI
 
Panoramix il Druido 2 mesi fa su tio
Valon è stato un gran calciatore e dimostra una volta di più di essere anche una persona molto intelligente!
Gimmi 2 mesi fa su tio
Bravo Valon!condivido in pieno,quanto hai detto!!
NOTIZIE PIÙ LETTE