Immobili
Veicoli

HCAPL’Ambrì crea ma non concretizza: il Ginevra lo regola ed è ormai addio ai pre-playoff

01.03.22 - 22:10
Un avvio di gara convincente non è bastato all’Ambrì, sconfitto 1-5 dalle Aquile
Ti-press (Alessandro Crinari)
HCAP
01.03.22 - 22:10
L’Ambrì crea ma non concretizza: il Ginevra lo regola ed è ormai addio ai pre-playoff
Un avvio di gara convincente non è bastato all’Ambrì, sconfitto 1-5 dalle Aquile
La banda di Luca Cereda non ha approfittato del passo falso del Berna contro il Bienne, rimanendo a -10 dagli Orsi.

AMBRì - All’ultima chiamata (o quasi) per inseguire il treno dei pre-playoff l’Ambrì non ha risposto presente, piegato a domicilio dal Ginevra con il punteggio di 1-5. La compagine ticinese non ha così accorciato in classifica sul Berna – diretta rivale nella corsa al decimo posto – che quest’oggi ha perso 2-5 contro il Bienne. Pestoni e soci hanno dunque (molto probabilmente) mancato l’ultima reale possibilità di strappare un biglietto per la post season.

Tra le fila dei biancoblù hanno debuttato questa sera Janne Juvonen – neo arrivato dai finlandesi dello Jokerit – e Tommaso De Luca, attaccante classe 2004 pescato dall’U20. Luca Cereda ha inoltre schierato Pezzullo al posto dello squalificato Fohrler, mentre D’Agostini è finito in sovrannumero. Assente anche Steve Moses, il quale ha fatto ritorno a Rapperswil poiché giunto al termine del suo prestito.

Il ridimensionamento della formazione a seguito di questi cambiamenti pareva aver dato una ventata d’aria fresca alla compagine leventinese, che all’alba del match ha creato una manciata di corpose occasioni da rete. Pronti via e subito Isacco Dotti ha sfiorato l’1-0, incocciando la traversa dopo appena 52”. L’effettivo vantaggio biancoblù è arrivato solo 8’ più tardi, quando i padroni di casa hanno sfruttato un errore in uscita delle Aquile per trovare spazi aperti e battere a rete con Kneubuehler (8’39”). Durante una situazione di powerplay, una deviazione di Smirnovs – sulla conclusione del compagno Karrer – ha però permesso al Ginevra di ristabilire l’equilibrio in pista a 14’25”. Heim ha provato a rispondere immediatamente tramite un’iniziativa personale, ma prima Descloux e poi il palo gli hanno negato la gioia del gol.

L’Ambrì si è visto sfuggire di mano la partita nel corso del periodo centrale, durante il quale ha subito due reti senza riuscire a segnarne, pur essendo almeno altrettanto pericoloso delle Aquile. Maggiormente cinico, il complesso di Jan Cadieux si è rivelato nuovamente letale in powerplay, trovando il punto dell’1-2 proprio in situazione di 5v4 grazie a Filppula (22’30”). Più tardi una fulminante ripartenza capitalizzata da Richard ha punito ancora Fora e compagni, finiti così sotto di due nel punteggio (35’18”). Leventinesi che non hanno avuto nemmeno la fortuna dalla loro, poiché nella seconda frazione hanno colpito con Trisconi il terzo ferro di serata.

31” dopo l’inizio dell’ultimo periodo, Filppula ha siglato la sua doppietta personale e ha messo così la parola fine sull’incontro. Sopra di tre, il Ginevra ha infatti gestito in scioltezza la restante parte dei venti minuti finali. Tanto che prima della sirena – durante un tentato assalto finale leventinese – Vermin ha addirittura trovato il definitivo 1-5 a porta sguarnita (55’25”).

La banda di Luca Cereda rimane quindi bloccata all’undicesimo posto in classifica, posizione che con ogni probabilità sarà quella che occuperà anche al termine della regular season. I biancoblù torneranno in pista sabato proprio contro il Berna, in quello che doveva essere uno spareggio pre-playoff, ma che ormai non può più essere definito davvero tale.

AMBRÌ – GINEVRA 1-5 (1-1; 0-2; 0-2)
Reti: 8’39” Kneubuehler (Bürgler) 1-0; 14’25” Smirnovs (Karrer, Pouliot) 1-1; 22’30” Filppula (Vatanen) 1-2; 35’18” Richard (Riat, Maurer) 1-3; 40’31” Filppula (Vermin) 1-4; 55’25” Vermin (Tömmernes, Winnik) 1-5.
AMBRÌ: Juvonen; Isacco Dotti, Fora; Burren, Hietanen; Pezzullo, Fischer; Zaccheo Dotti; Kneubuheler, Heim, Bürgler; McMillan, Grassi, Conacher; Bianchi, Kostner, Trisconi; Zwerger, De Luca, Pestoni; Neuenschwander. 
Penalità: Ambrì 6x2' Ambrì; 7x2' Ginevra.
Note: Gottardo Arena, 5’287 spettatori. Arbitri: Lemelin, Borga; Fuchs, Wolf.

COMMENTI
 
cle72 4 mesi fa su tio
Sorrido a leggere i continui commenti di tifosi HCL quando a casa loro non mi sembra che stiano andando molto meglio. Forse avete dimenticato le parole della vostra dirigenza ad inizio stagione,"non ci nascondiamo abbiamo una rosa per vincere". Poi forse non avete sentito l'intervista odierna al vostro Mc Sorley, dopo la vittoria di ieri a scapito dell'ultima in classifica. Fossi un tifoso Hcl mi sentirei un attimo preso per il c... ti ricordo che MC sorley in Svizzera non ha fatto nulla neanche lui, la differenza tra lui e il nostro Cereda è lo stipendio. Ribadisco tra meno di un mese anche voi con le valige pronte per le ferie. E l anno prossimo di nuovo tutti a 0 punti. Buon fine campionato a tutti.
Evry 3 mesi fa su tio
6 il solito sapientone 3icolore.... Fanalini di coda da quando ha iniziato il Coach polvere bagnata, srà cosi fino alla sua partenza. Inoltre i quattrini in Leventina suonano in coro... buona giornata
cle72 3 mesi fa su tio
Ne riparliamo tra qualche settimana. Non sono sapientone, sono i fatti e le parole dette. Io non ho inventato nulla. Cerca d'essere un attimo obbiettivo nella vita. Vuoi negare le parole dette dalla vostra dirigenza? Vuoi negare che la vostra squadra non gira? vuoi negare che l'intervista di ieri sfiora il ridicolo? Ora parlo e scrivo non da tifoso HCAP ma in modo obbiettivo. Sinceramente non mi frega nulla se andate bene o male. Vedo e mi esprimo, senza offendere nessuno. Chi offende non ha ragione! Riguardati e cresci che è ora.
Evry 4 mesi fa su tio
Pre Playoff ? alla loro Arene starebbe meglio il nome Playout-Arena, scadaloso chiamarla Gottardo, il Gottardo sotto diversi aspetti, è un oneore Svizzero che l'HCAP non merita ... forza l'Hockey ticinese ma per favore al Nord smettetela di starnazzare, auguri
Genchi 67 4 mesi fa su tio
Squadra completamente alla deriva,portiere straniero?altra presa in giro complimenti.Dare la possibilità a Müller no ?con il campionato già finito da molto tempo sarebbe stato il minimo ma probabilmente non è sotto la protezione di certe persone e invece giocatori che nemmeno in B giocavano nemmeno in prima linea o situazioni speciali sono venerati.Fate attenzione il pubblico è importante quindi abbiate rispetto
Evry 4 mesi fa su tio
certo il problema è il Coach polvere bagnata che NON ha raggiunto niente....
Aka05 4 mesi fa su tio
Ma provare a cambiare Cereda no eh…
Evry 4 mesi fa su tio
parte il Coach polvere bagnata e arriva il Pescatore sognatore...
Aka05 4 mesi fa su tio
Sognare fa sempre bene..🤣
Findus 4 mesi fa su tio
5 pere anche ieri e siamo ancora qui a parlare di sfortuna indifendibili Cereda ci metta la faccia e porti fino alla fine questo calvario, poi torni ai Rockets
Evry 4 mesi fa su tio
Condivido pienamenmte, al posto della Montanare, canzone originaria del Trntino dovrebbero cantare"... se avete fame.... se avete sete ..." bella canzone degli alpini ma italiani pure. Stimo gli alpini ma un pò meno gli alpigiani piottinese della loro curva con Che , auguri
cle72 3 mesi fa su tio
Bravo vai avanti a giudicare la nostra squadra e i nostri tifosi. Forse non sei ben informato, noi abbiamo il Che voi in passato ma forse ancora oggi avevate tifosi ed erano i padroni della curva nord filo nazisti. Parlo perché ne conoscevo tre.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT