Immobili
Veicoli

HCAP / HCLEsami tosti per Ambrì e Lugano

03.12.21 - 10:00
Impegni con Zurigo e Davos per l'Ambrì, il Lugano giocherà invece solo a Berna
keystone-sda.ch (URS FLUEELER)
HCAP / HCL
03.12.21 - 10:00
Esami tosti per Ambrì e Lugano
Impegni con Zurigo e Davos per l'Ambrì, il Lugano giocherà invece solo a Berna
Fine settimana complicato per Ambrì e Lugano.

AMBRÌ / LUGANO - Quotazioni in rialzo ma da confermare nei prossimi giorni: Ambrì e Lugano hanno davanti a loro un weekend rivelatore.

Tornati martedì, a Zugo, ad assaporare il dolcissimo gusto della vittoria dopo un periodo di dieta forzata, tra domani e domenica i biancoblù proveranno a trasformare un pranzetto in un’abbuffata. Per continuare a servirsi da una tavola ricca di prelibatezze, i leventinesi dovranno però superarsi: il calendario li costringerà infatti a scendere in pista, nel giro di venti ore, prima contro lo Zurigo e in seguito contro il Davos. Tra le due sfide quella meno complicata sembra, sulla carta, la prima. Con i tanto criticati stranieri che dopo la sosta hanno finalmente cominciato a farsi notare anche a livello offensivo, pensare di stoppare i temibili ma tutt’altro che perfetti Lions non è infatti impossibile. Sesti in classifica, Hollenstein e soci hanno fin qui patito molto quando costretti a giocare lontano dall’Hallenstadion. Il risultato? Dodici gite sul bus e ben sette sconfitte. E il fatto di arrivare alla Gottardo Arena stanchi perché spremuti dal match odierno contro il Bienne non faciliterà certo il loro compito. 

L’Ambrì vivrà invece una situazione totalmente opposta domenica. Con ancora nelle gambe (e nella testa) le scorie della sfida allo Zurigo, andrà a far visita a un Davos che, oltre a essere più riposato (i gialloblù giocheranno oggi a Losanna), alla Vaillant Arena è fin qui quasi sempre stato implacabile. Per i leventinesi sarà dura. 

Dura, ma rivelatrice sulla qualità del gioco “raggiunta”, sarà anche la prova che dovrà affrontare il Lugano, sabato di scena alla PostFinance Arena. Il Berna è in crescita esponenziale (anche se reduce dalla sconfitta di Losanna) ma, svuotatasi l’infermeria, i bianconeri hanno saputo cominciare a correre. E così facendo - vincendo il derby, contro Losanna e Ginevra e spaventando la capolista Friborgo - hanno alzato il loro livello di autostima. Ora però devono confermarsi. Confermare di aver trovato un modo proficuo di lavorare, confermare di essersi lasciati alle spalle la crisi, confermare di valere ben più dell’ottavo posto della classifica. E nello sport c’è un solo modo per ottenere delle conferme.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT