Immobili
Veicoli

TI.MAMMEDal bavaglino al tovagliolo: il bon ton dei bambini a tavola

25.07.22 - 07:00
Come gestire le sperimentazioni dei più piccoli a tavola riparandosi dalle macchie
Deposit
Dal bavaglino al tovagliolo: il bon ton dei bambini a tavola
Come gestire le sperimentazioni dei più piccoli a tavola riparandosi dalle macchie

Sono diventati talmente indispensabili da aver assunto foggia e colori da immancabile accessorio anche per uscire. Se state pensando a qualche ornamento glamour tutto femminile, avete sbagliato perché parliamo dei bavaglini per bambini. Ce ne sono di diversi tipi a seconda delle occasioni proprio perché ormai fanno parte dell’abbigliamento dei bambini e non sono confinati solo al momento della pappa, sebbene sia questo frangente che determina il passaggio dal bavaglino al tovagliolo e quindi l’eliminazione delle bavette dall’abbigliamento infantile. L’allattamento nei primi di mesi di vita richiede l’uso dei bavaglini per far fronte a sbrodolamenti e rigurgiti, così come lo svezzamento e l’alimentazione a base di pappe. 

Il bambino nel seggiolone domina il mondo della tavola e richiede un assetto da combattimento non indifferente per fronteggiare le sperimentazioni compiute a suon di manine nei piatti e cibo sparso ovunque. In questi casi il bavaglino diventa dotato di maniche per coprire busto e braccia e limitare i danni delle macchie e può essere utilizzato anche per le attività creative con colori o colla. Dopo la fase della manipolazione del cibo, che consentirà al piccolo di sviluppare un rapporto positivo con esso e di spedire schizzi di pappa in ogni angolo della cucina, si arriva alla sperimentazione delle prime posate cominciando con un cucchiaio morbido: questo, ovviamente, non riduce il rischio di sporcarsi e, quindi, il bavaglino rimane un alleato prezioso. 

E questo almeno sino ai due anni e mezzo circa quando il bambino è capace di usare correttamente anche la forchetta e mangia correttamente da solo, magari utilizzando stoviglie a sua misura, mentre la bavetta sarà già da un po’ diventata dotata di elastico per poter essere infilata e sfilata semplicemente dallo stesso pargolo. Ma è verso i tre anni che il bavaglino può definitivamente lasciare il posto al tovagliolo da usare regolarmente durante il pasto. Per aiutare i piccoli ad utilizzarlo correttamente è bene ricordare che, anche in questo caso, il desiderio di emulazione dei piccoli è lo strumento migliore per consentire loro di apprendere cosa fare e l’esempio degli adulti diventa il comportamento da imitare. Attenzione, quindi, ad offrire sempre esempi positivi!

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

ULTIME NOTIZIE TI.MAMME