CR
Un percorso per tutti.
ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
PORTOGALLO
1 gior
Portogallo: la sardina, il bacalau e molto contorno
Viaggio, da Porto a Lisbona, alla scoperta di natura e storia
DUBAI
6 gior
A Dubai per la grande esposizione universale
Un viaggio esclusivo in programma dal 23 febbraio al 1. marzo 2022
COSTIGLIOLE D’ASTI
1 sett
«Cerca Lizzi, cerca»: a spasso con il trifulau
Reportage nella regione tra Alba e Asti alla ricerca del tartufo bianco
SVIZZERA
2 sett
Andermatt apripista: venti chilometri aperti
Iniziata la stagione nel comprensorio alle porte del Ticino.
ITALIA
3 sett
L’incantevole paesaggio della Val D’Orcia
Prosegue in Toscana il cammino sulla Via Francigena verso Roma
ITALIA
3 sett
Alla scoperta di Alba, tra storia e gastronomia
Reportage in una regione sull’uscio di casa, ideale per un finesettimana insolito
BERNA
1 mese
Un’estate all’insegna della libertà in camper o roulotte
Il «Bulli» resta il mito dell’esposizione Suisse Caravan Salon di Berna
BERNA
1 mese
Campeggio e caravaning danno appuntamento a Berna
Suisse Caravan Salon avrà luogo dal 28 ottobre al 1. novembre
BUONCONVENTO
1 mese
A spasso con Magnum sulle Crete Senesi
Prosegue in Toscana il cammino sulla Via Francigena verso Roma
POSCHIAVO
1 mese
Le streghe al Museo poschiavino
Ultima occasione per visitare la mostra “Streghe: storie di persecuzione”.
SAN GALLO
1 mese
Tamina, sorgente creativa di luce e musica
Il percorso-spettacolo “Light Ragaz” resta aperto fino al 15 ottobre.
POSCHIAVO (GR)
1 mese
Pizzoccheri 100 percento Valposchiavo
Nell’orto e ai fornelli con Ornella Isepponi Gugiatti del Ristorante Motrice
SAN GALLO
17.10.2021 - 10:000

Toggenburgo: dal sentiero sugli alberi a Zwingli

Reportage alla scoperta di una regione vicina e sconosciuta

MOGELSBERG - Gli alberi sono creature possenti e antiche e una parte importante della natura urbana e rurale. Ci ispirano ed emozionano, sono di importanza ecologica ed economica. In Svizzera, un terzo della superficie del paese è coperto da foreste. Ci sono 535 milioni di alberi nella foresta svizzera - 66 per abitante. Incredibile, non ci avevo mai pensato.

Oggi vi porto a Neckertal, regione che deve il suo nome a un fiume che difficilmente potrebbe essere più selvaggio. Qui serpeggia attraverso gole imponenti, là si immerge in cascate, altrove è dolce e fiancheggiato da graziosi siti di barbecue. Il ‘fratellino’ della Thur sorge nel mistico Ofenloch. Tuttavia, questa particolare regione non è solo selvaggia e romantica dove scorre l'acqua. Il paesaggio collinare risplende in un verde lussureggiante e offre numerosi punti panoramici che possono essere raggiunti senza troppa fatica. In inverno, si può sciare o fare escursioni sulla neve in un ambiente familiare. Su una di queste colline, precisamente a Mogelsberg, si trova la passeggiata sugli alberi della Neckertal. In nessun altro posto si può vedere la foresta e la natura da questa prospettiva.

Il primo sentiero sugli alberi della Svizzera si trova proprio qui a Mogelsberg nella regione turistica del Toggenburg. Dal suolo della foresta, il sentiero di 500 metri si snoda dolcemente fino alle cime degli alberi. Lungo il percorso, ai visitatori viene offerta una splendida vista panoramica sul paesaggio collinare prealpino. Il sentiero sugli alberi di Neckertal è naturalmente sinonimo di costruzione rispettosa della natura e di coesistenza tra uomo e natura. La struttura riservata all’accoglienza dei visitatori si trova all’entrata del percorso e offre consigli e un piccolo ristoro. Durante l’intero percorso, grazie ad un sistema cartelli e punti informativi, il visitatore viene accompagnato con indicazioni sul territorio, sulla foresta e sui suoi ‘abitanti’. Al termine del sentiero di quota, vi è un percorso interattivo riservato ai bambini con giochi e attività. Bella idea!

In conclusione, prima di rientrare in Ticino e di uscire dal Toggenburgo, mi fermo a dove visito una casa di un personaggio che ha influenzato il corso della storia Svizzera: il riformatore Huldrych Zwingli nato qui nel 1484. La sua casa natale è stata trasformata in un memoriale e resa accessibile al pubblico. Gli alloggi e la cucina sono al piano terra, mentre le camere da letto, meno luminose, sono al piano superiore. Le esposizioni speciali della collezione sono Bibbie dal 16° al 18° secolo e l'edizione facsimile della bibbia del 1531. I salotti e la cucina sono al piano terra, le camere da letto meno luminose al piano superiore. La casa, costruita come una struttura di tronchi, ha un tetto molto piatto su cui poggiano pesanti pietre.

Per Zwingli, la Riforma e l'umanesimo stavano insieme; per lui, non doveva rimanere nulla che non potesse essere realmente fondato sulle Sacre Scritture. Nell'estate del 1531, Zwingli elaborò dei piani per la riorganizzazione della Confederazione sotto la guida di Zurigo e Berna. Ma i cattolici non erano convinti e ne seguì un conflitto militare. Nella seconda guerra di Kappel, Huldrych Zwingli, che era presente come predicatore sul campo, cadde l'11 ottobre 1531. I vincitori squartarono e bruciarono il suo corpo, disperdendone le ceneri. Anche se oggi è l’ultimo giorno di apertura, la casa-museo riaprirà da Natale a Pasqua e da Pentecoste a metà ottobre ogni martedì a domenica dalle ore 14 alle 16. Un’occasione, magari, per combinare la visita con una giornata sugli sci alla Chäserrugg.

Sono giunto al termine del mio breve viaggio alla scoperta del Toggenburgo e delle sue attrazioni.

Il primo articolo sul comprensorio montano della Chäserrugg è apparso il 27 settembre.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: [email protected]
Link utile: www.viaggirossetti.ch
www.instagram.com/viaggirossetti


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 04:35:00 | 91.208.130.87