Mancano solo i turisti
ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
POSCHIAVO
22 ore
Poschiavo, la bella mediterranea
“Suisse Parc”: al confine tra le Alpi e il primo sud allo scoperta di un vero patrimonio culturale
ALTDORF
4 gior
Benvenuti nella galleria di base del Gottardo
“Suisse Parc”: guide esperte e un'emozionante mostra vi forniscono interessanti informazioni sul progetto Alptransit
CAVAGLIA
1 sett
Le marmitte dei giganti a Cavaglia
“Suisse Parc”: fermata nel piccolo villaggio per scoprire il “Parco dei ghiacciai”
CANTONE
1 sett
Venezia, si salpa da Tenero
Pomeriggio informativo al Centro sportivo nazionale
PONTRESINA
2 sett
Sul Bernina a bordo del “trenino rosso”
“Suisse Parc”: da Pontresina a Poschiavo con il Bernina Express, un viaggio che fa vivere almeno tre stagioni
GRIGIONI
3 sett
Allegra, scopriamo le perle dell’Engadina
“Suisse Parc”: da St. Moritz a Pontresina per salire a Muottas Muragl con il suo panorama a 360 gradi
ITALIA
1 mese
Riccione con i suoi 130 chilometri di spiaggia
Bagno dopo la riapertura delle frontiere: ecco la mia esperienza
CANTONE
1 mese
Sui sentieri Walser da Binn a Bosco Gurin
Nuova edizione del trekking che collega il Vallese al Ticino
CANTONE
1 mese
Camperisti scrocconi, rumorosi e avari?
La Svizzera trascura un settore turistico in pieno sviluppo, e a torto!
PARADISO
1 mese
La grande terrazza sul Ticino
"Suisse Parc”: gita sul San Salvatore, montagna dei luganesi
SVIZZERA
1 mese
“Grand Tour of Switzerland”: 1’643 km e 45 attrazioni
Scoprire un paese, nel post-pandemia, a bordo della propria auto o in sella alla moto
SVIZZERA
1 mese
Abbiamo bisogno della Svizzera, sia in montagna che in città
Lanciata da Svizzera Turismo la nuova campagna promozionale estiva
SVIZZERA / ITALIA
2 mesi
Dalle Alpi al mare: si riparte dai trekking
La Viaggi Rossetti riprende l’attività con i tradizionali trekking dei Walser, in gommone a Venezia e a "quattro zampe"
MONDO
2 mesi
Tutti al mare: ecco dove troverete le spiagge aperte
Il quotidiano “Blick” svela le quindici destinazioni pronte ad accoglierci
SVIZZERA
2 mesi
“Clean & Safe”: ecco il nuovo virus della fiducia
Un nuovo label di Svizzera Turismo per lanciare la nuova stagione
ITALIA
16.06.2020 - 14:270

Primo bagno nel mare dopo la riapertura

Con la riapertura delle frontiere il mare è di nuovo accessibile. Ecco la mia esperienza

RAVENNA - Il mare è unico, incredibile, infinito. Il mare seduce lo spirito avventuroso dell'uomo, offre esperienze incredibili se si sceglie una gita in barca a vela o di attraversare le onde facendo surf; placa la nostra insaziabile curiosità quando facciamo snorkeling, regalandoci colori, emozioni. Anche per un semplice bagno. Ho voluto assaporare il primo bagno dopo la pandemia e sono partito verso la costiera romagnola. Qualche giorno per scoprire una regione e, nel contempo, tentare di rivivere la normalità di sempre.

Vi assicuro che la località marittima dei lidi di Ravenna, raggiungibile in 4 ore d’auto dal Ticino, rappresenta il punto ideale per chi desidera trascorrere una vacanza in pieno relax al mare senza però rinunciare alla vicinanza con la città e con l’arte. La città di Ravenna si trova infatti a brevissima distanza e può essere una valida alternativa alla spiaggia quando si ha voglia di trascorrere qualche ora in mezzo alle bellezze artistiche. In effetti, Ravenna è, da questo punto di vista, celebre. Le tante attrazioni che arricchiscono questa meravigliosa città non hanno bisogno di presentazioni: i mosaici della Basilica di Sant’Apollinare in Classe e quelli del Mausoleo di Galla Placidia sono monumenti che tutti abbiamo ammirato sui libri di storia dell’arte e sarà un piacere ancora più grande vederli dal vivo. Ma Ravenna è anche una città piacevole da vivere e da visitare attraverso una semplice passeggiata nel centro cittadino (non perdete il mercato coperto, ristrutturato e trasformato spazio gastronomico), che si rivela caratteristico e ben curato. Vi consiglio di visitare, accanto alla Basilica di San Francesco, la tomba di Dante Alighieri (in restauro in attesa di festeggiamenti nel 2021dei 700 anni della morte dello scrittore), un altro dei luoghi più affascinanti della città.

Quando, invece, si desidera solo mare e spiaggia, allora ai Lidi di Ravenna non c’è che l’imbarazzo della scelta. Per quasi 40 chilometri, le spiagge dei lidi locali si estendono in un susseguirsi di sabbia chiara e mare blu. Si tratta di una località adatta per le famiglie con i bambini – non solo per gli stabilimenti attrezzati in cui è possibile trovare ogni comfort – ma anche perché tutte le località dei Lidi di Ravenna sono fiancheggiate da splendide e maestose pinete, in cui sarà assai piacevole trascorrere i pomeriggi più caldi passeggiando a piedi o in bici. Si tratta di un’alternativa perfetta sia per chi ama la natura, sia per i bambini. I Lidi di Ravenna offrono un ambiente tranquillo, in cui non mancano, però, le attività, né i divertimenti. Ci sono piste ciclabili nel verde, la possibilità di fare sport acquatici e, per chi ha la necessaria esperienza, anche interessanti immersioni. Inoltre, per chi è in cerca di coccole e benessere, ci sono spa, palestre, centri estetici e termali. Per la sera, non mancano i locali alla moda, i bar sul mare dove fare l’happy hour e i ristoranti eleganti. Nelle immediate vicinanze, per i giovani, ci sono numerose discoteche e, nelle notti estive, spesso si balla anche sulla spiaggia, all’interno degli stessi stabilimenti.

Personalmente mi sono fermato a Punta Marina al Terme Beach Resort. Immerso nelle pinete del Delta del Po e situato direttamente sulla spiaggia fra Marina di Ravenna e Punta Marina, il Terme Beach Resort è una struttura davvero vincente. Lontana dal traffico e dal rumore, l’albergo offre delle camere spaziose e moderne, una grande terrazza panoramica per la colazione, biciclette a noleggio, fitness e una piscina termale.

L’acqua delle Terme di Punta Marina, oggi usata per vari trattamenti, è ricchissima di minerali ed è una rara varietà di acqua fossile, particolarmente indicata per le patologie dell’apparato osteoarticolare, respiratorio e, otorinolaringoiatrico, ginecologico. Dai pozzi, profondi tra i 40 e 60 metri, si estrae l’acqua curativa presente nelle falde sottostanti. Questa particolare tipologia di acqua minerale, grazie all’elevata concentrazione dei sali minerali, ha un efficace effetto terapeutico per il trattamento delle patologie croniche dell’apparato locomotore, del sistema vascolare periferico e della cute e, naturalmente, dell’apparato respiratorio.

Paura del contagio da Covid? Vi assicuro che il settore alberghiero e turistico italiano in generale si è ben preparato a questa stagione. Le regole sono chiare (obbligo della mascherina negli spazi chiusi e mantenimento delle distanze) e vengono rispettate da tutti. L’ambiente è davvero tranquillo e non il soggiorno è stato davvero bello. Da vacanza. Come è stato il mio primo tuffo nel mare? Piacevolmente fresco e la passeggiata in riva al mare semplicemente fantastica. Da provare.

Ora mi sposto a Cesenatico, luogo che ho visitato anni fa con i bambini piccoli. Vediamo un po’ come si presenta la situazione oggi nel dopo-pandemia e cosa offre oggi questo storico centro balneare. A presto...

Contatto: [email protected]
Link utile: www.viaggirossetti.ch


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 07:39:53 | 91.208.130.86