SEGNALACI mobile report
focus
NOVITA'
13.09.2016 - 14:000

Ruffle, oltre le meches

La nuova tecnica punta sulla degradazione cromatica al posto del contrasto

 

Si chiama ruffle ed è una delle ultime trovate nel mondo dell’hair-style. Si tratta di una tecnica che punta essenzialmente a cancellare quello che i parrucchieri definiscono lo “stress da ricrescita”, ovvero alla differenze cromatiche tra punta e radice che si evidenziano quando si colorano i capelli.

Con il ruffle, infatti, non creano stacchi di colore netti, né effetti cromatici estremamente definiti, perseguendo un obiettivo che, di fatto, è l’opposto delle classiche meches. Si tratta, dunque, di una colorazione molto luminosa, pensata per chi ama i colori sfaccettati e neutri, per un look naturale. Sia chiaro, non parliamo di una semplice schiaritura del capello, ma di un degradè del colore con effetti tenui ma sicuramente riscontrabili e, soprattutto, molteplici.

Un esempio può essere il passaggio dal castano al nero, oppone una variazione del rosso da una tonalità più intensa ad una più chiara: in entrambi i casi, non avremo solo due tonalità, ma l’intera gamma cromatica nel passaggio dal primo al secondo. L’effetto finale, dunque,  è quello di una colorazione più naturale ed elegante, applicabile ad ogni tipo di capello.   

 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-23 07:33:32 | 91.208.130.87