Immobili
Veicoli

AvanTIUn’innovativa turbina eolica autorotante

08.08.22 - 08:00
La turbina multipala Airon presenta una geometria variabile che mira a superare il problema della direzione del vento
AvanTi
Un’innovativa turbina eolica autorotante
La turbina multipala Airon presenta una geometria variabile che mira a superare il problema della direzione del vento

Nelle turbine eoliche tradizionali generalmente le pale si muovono in un’unica direzione, cioè o in orizzontale o in verticale. Questo comporta una limitazione intrinseca di tali dispositivi che non sono in grado di sfruttare appieno la direzione del vento. Questo problema vale sia per gli impianti classici che per i mini-eolici domestici. Un progettista italiano esperto in prototipazione di brevetti industriali, Aldo Benincasa, avrebbe trovato una soluzione a tale limite ideando e registrando il brevetto di una nuova tipologia di turbina eolica con eliche autorotanti e a geometria variabile.
L’innovativa turbina si chiama Airon e impiega un sistema con diverse eliche autorotanti, ciascuna a due pale, su uno stesso asse orizzontale, inserite su una struttura a palo verticale. Il dispositivo è caratterizzato dal fatto che ogni elica agisce in modo da permettere una stessa rotazione del sistema, per qualsiasi direzione del vento. In effetti, quando una pala si trova in posizione verticale, quindi con il massimo sfruttamento energetico del vento, l’altra opposta si trova in orizzontale, quindi con il minimo impegno. In pratica, Airon può funzionare indipendentemente dalla direzione del vento sfruttando al massimo l’energia eolica.
«Nella presente domanda di brevetto si è studiato un particolare sistema a doppia rotazione: orizzontale e verticale al contempo. Tale innovazione permette una più performante efficienza energetica sia per piccole turbine, per impianti microeolici da utilizzare in ambienti domestici, che per turbine di maggiori dimensioni, posizionabili in situazioni ambientali con presenza di correnti di masse d’aria superiori», ha dichiarato Benincasa.
Il micro-eolico Airon ad eliche autorotanti può essere adoperato per una produzione a partire da circa 500/600 Watt/ora nel caso di piccole dimensioni, cioè intorno a 1,40/1,50 metri con un peso di circa 10 kg, in base alle sperimentazioni sul prototipo. Il sistema però può trovare impiego anche per eolici di media dimensione, ovvero dai 2 ai 5 metri, in quanto ciascuna elica è monolitica e quindi di un’ottima robustezza pur ruotando di un quarto di giro tramite congrui sistemi a cuscinetti e relativi sistemi di bloccaggio ammortizzanti. Questa soluzione raggiunge già buoni risultanti anche con venti molto deboli, nell’ordine di 2 m/s, e può quindi essere affiancato ad un impianto classico fotovoltaico o a un pannello solare con un efficienza di 24h su 24h. Inoltre, l’impianto è dotato di un sistema di sicurezza per venti superiori a 25 m/s.
Per il momento Airon è solo un prototipo ma il progettista italiano garantisce che funziona. Data la tipologia della struttura, le dimensioni contenute e la capacità di catturare il vento da ogni direzione, la turbina eolica autorotante è piuttosto versatile e di semplice installazione. Può funzionare bene non solo come “eolico domestico”, ma potrebbe essere facilmente collocata anche su veicoli e imbarcazioni. Insomma, Airon potrebbe rappresentare una vera e propria svolta nel settore dell’eolico e quindi della produzione di energie rinnovabili.

ULTIME NOTIZIE AVANTI