Immobili
Veicoli

CINASuperati i 100 km nella trasmissione di un segnale quantistico

09.05.22 - 08:00
Ricercatori cinesi hanno annunciato di aver trasmesso informazioni usando la fibra ottica e tecnologie quantistiche.
AvanTi
CINA
09.05.22 - 08:00
Superati i 100 km nella trasmissione di un segnale quantistico
Ricercatori cinesi hanno annunciato di aver trasmesso informazioni usando la fibra ottica e tecnologie quantistiche.

PECHINO - Un team di ricercatori dell’Università Tsinghua di Pechino ha annunciato di aver superato i 100 km di distanza nella trasmissione di un segnale quantistico, superando significativamente il proprio precedente record di 18,5 km. A fare l’annuncio è stato Long Guilu, professore dell’Università e membro dell’Accademia Pechinese di Scienze dell’Informazione Quantistica.

I ricercatori cinesi hanno sostenuto di essere riusciti a superare la distanza di 100 km nella trasmissione di informazioni usando la fibra ottica e tecnologie quantistiche. Lo hanno fatto con una velocità estremamente ridotta (appena 0,54 bit al secondo) ma sufficiente, secondo Long, a supportare chiamate e messaggi di testo a una distanza di 30 km.

Con questa tecnica, in effetti, sarebbe possibile creare connessioni tra diverse città utilizzando dei nodi di interscambio che provvederebbero a ricevere i dati e ritrasmetterli al nodo successivo, a 30 km di distanza per l’appunto. Si tratterebbe, quindi, di un passo molto importante verso la costruzione di reti quantistiche efficienti.

Il vantaggio di questo metodo consiste nel fatto che sarebbe possibile rilevare eventuali tentativi di intercettazione. L’osservazione di uno stato quantistico, infatti, porta al suo cambiamento e ciò farebbe sì che chiunque cercasse di intercettare le comunicazioni le altererebbe, rivelando immediatamente l’intercettazione al destinatario.

«Questo progetto ha aumentato notevolmente la capacità di segretezza ottenendo un tasso di errore di bit quantistico ultra-basso di <0,1%, un ordine di grandezza inferiore a quello dei sistemi esistenti», si legge nell’articolo pubblicato sulla rivista Nature.

Ed è proprio questa impossibilità di intercettare le comunicazioni ciò che sta spingendo le più grandi potenze mondiali a investire nello sviluppo delle comunicazioni quantistiche, appunto perché l’ottenimento di tale tecnologia porterebbe a rendere le trasmissioni militari e governative non intercettabili, con un significativo vantaggio strategico.

Nel giugno del 2021 il colosso giapponese Toshiba aveva annunciato di aver trasmesso un segnale quantistico su fibra ottica a 600 km di distanza. Non è ancora chiaro se e quanto le due tecniche differiscano, anche se il South Morning China Post ha rimarcato il fatto che il risultato cinese è stato raggiungo con tecnologie attuali, cosa che implica una maggiore fattibilità in tempi brevi di una rete quantistica su lunghe distanze.

«L’esperimento mostra che la comunicazione diretta quantistica sicura tra le città attraverso la fibra è fattibile con la tecnologia odierna», scrivono i ricercatori nell’articolo. L’obbiettivo della Cina, a tal proposito, è quello di creare una rete quantistica dimostrativa tra diverse città entro la fine dell’attuale piano quinquennale, prevista per il 2025.

ULTIME NOTIZIE AVANTI