Pangeos, l’isola semovente progettata da Lazzarini

ROMAPangeos, l’isola semovente progettata da Lazzarini

28.11.22 - 09:00
Un concept mastodontico pensato per trasportare nel lusso 60mila passeggeri 
LazzariniDesign.net
Pangeos, l’isola semovente progettata da Lazzarini
Un concept mastodontico pensato per trasportare nel lusso 60mila passeggeri 

Lazzarini Design, che l’ha partorito, l’ha definito un terayacth: già perché il Pangeos, ambizioso progetto dello studio italiano, è una imbarcazione mastodontica, un vero e proprio continente semovente in grado di ospitare migliaia di passeggeri all’interno di una struttura ispirata ai migliori resort a cinque stelle del mondo. Per la precisione, Pangeos è progettato per trasportare qualcosa come 60mila ospiti oltre a un larghissimo equipaggio (non è chiaro quante persone siano necessarie per far funzionare una struttura del genere).

Da record sarebbero anche tempi e costi per trasformare questo concept in realtà: 8 anni e un investimento di 8 miliardi di dollari. Già perché nessun cantiere navale al mondo sarebbe oggi in grado di costruire Pangeos e, allora, ci sarebbe bisogno di realizzare prima una struttura in cui avviare poi la la realizzazione di questa mega-nave a forma di tartaruga. Le misure del progetto di Lazzarini Design sono impressionanti: 550 metri di lunghezza, 610 di larghezza (nel punto più ampio delle “zampe” della tartaruga). Per muoverlo servirebbero 9 motori HTS da 16.800 Cv ciascuno, alimentati dall’energia solare accumulata dai pannelli disposti sul tetto della struttura e capaci di portarlo a una velocità massima di 5 nodi.

In attesa di raccogliere gli investimenti necessari alla sua produzione, Lazzarini Design lancerà il Pangeos nel Metaverso attraverso una serie di NFT acquistabili per accedere a proprietà virtuali. Tali NFT serviranno come deposito per la proprietà fisica, nel caso in cui Pangeos dovesse essere davvero costruito.  

COMMENTI
 
Matan 2 mesi fa su tio
Forma completamente non funzionale, se non quello di essere "lussuoso". Infatti si vede che è studiato per chi ha elicotteri e yatch. Insomma lusso e non qualcosa per tutti. Mi domando che fine fanno i discorsi sull'ecologia quando si pensano realizzano i capricci dei superricchi... a ma si, gli hanno messo i pannelli solari ;)
NOTIZIE PIÙ LETTE