Immobili
Veicoli

MARANELLONell’elettrico la Ferrari corre da sola

27.06.22 - 10:33
Dal motore alle batterie, il brand italiano non si avvarrà di collaborazioni
pixabay.com
Nell’elettrico la Ferrari corre da sola
Dal motore alle batterie, il brand italiano non si avvarrà di collaborazioni

Tra i brand automobilistici sportivi, Ferrari è probabilmente quello che ha creato maggiore interesse attorno ai risultati del suo processo di transizione verso la mobilità elettrica. La prima “rossa” a batteria arriverà soltanto nel 2025, ma intanto la casa di Maranello ha iniziato a fornire dettagli interessanti circa questo attesissimo modello. La prima e fondamentale informazione è che Ferrari, seguendo la propria tradizione, farà da sé: a differenza di altri marchi automobilistici, l’azienda italiana svilupperà da sola le nuove tecnologie che saranno alla base della sua prima auto elettrica.

I motori della Ferrari elettrica, dunque saranno progettati, sviluppati e assemblati nella fabbrica di Maranello: si tratta di una strada coraggiosa, attinente alla tradizione del Cavallino ma anche piuttosto singolare nel mondo di oggi dell’automotive, dove anche i brand più importanti si sono affidati a collaborazioni con aziende specializzate nella produzione di tecnologie per la mobilità elettrica. Questa scelta - è ciò rende ancora più unica la direzione intrapresa da Ferrari - riguarda in parte anche le batterie, che nasceranno sulla base dell’esperienza accumulata in Formula 1: le celle verranno prodotte esternamente, ma a Maranello verranno assemblate a mano le batterie che poi saranno integrate nella scocca per migliorare peso e struttura aerodinamica della vettura.

Il tutto sotto la supervisione degli ingegneri Ferrari, che forniranno software e sistema di raffreddamento: a Maranello credono di poter aumentare la densità energetica delle batterie del 10% ogni 2 anni. Infine, seppur elettrica, la nuova auto dovrà avere un sound Ferrari, che verrà progettato su misura.       

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE MOBILITÀ