REUTERS
Lavoratori in sciopero a Escondida.
CILE
01.08.2021 - 16:580

Sciopero nella più grande miniera di rame del mondo

Una delle conseguenze: il possibile rialzo del prezzo del metallo nelle prossime ore

SANTIAGO DEL CILE - I lavoratori della più grande miniera di rame del mondo, Escondida, in Cile, hanno deciso di mettersi in sciopero, ritenendo che le loro rivendicazioni salariali non siano state sufficientemente prese in considerazione dal gruppo anglo-australiano BHP Billiton che gestisce l'impianto.

Dopo una consultazione tra i dipendenti il sindacato che li rappresenta ha dichiarato in un comunicato che lo sciopero ha avuto 2164 voti a favore, contro gli 11 per l'accettazione dell'ultima offerta dei proprietari.

Si teme che lo sciopero comporterà rialzi sui prezzi che già oggi veleggiano non molto distanti dal picco dei 10740 dollari la tonnellata toccati il 13 maggio. Con 1,2 milioni di tonnellate prodotte lo scorso anno, Escondida è la più grande miniera di rame a livello mondiale.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 19:12:29 | 91.208.130.86