Bolsonaro non parla, sale la tensione

BRASILEBolsonaro non parla, sale la tensione

01.11.22 - 09:09
Le frange più intransigenti dei sostenitori del presidente uscente parlano di «resistenza armata»
keystone-sda.ch (Fernando Bizerra)
Fonte Ats Ans
Bolsonaro non parla, sale la tensione
Le frange più intransigenti dei sostenitori del presidente uscente parlano di «resistenza armata»

SAN PAOLO - Il mancato riconoscimento del presidente conservatore Jair Bolsonaro (Pl) della vittoria dell'avversario Luiz Inacio Lula da Silva alimenta la tensione in Brasile.

I sostenitori più radicali del leader di destra si stanno organizzando su Internet per mantenere i blocchi di strade e autostrade (proteste adesso allargate a 20 stati su 27), e per raggiungere l'area dei Palazzi del potere a Brasilia, dove le forze dell'ordine hanno predisposto un ampio servizio d'ordine, secondo quanto pubblica l'online d'informazione Estadao.

Su Telegram, queste frange intransigenti pianificano di arrivare all'Esplanade de ministerios, e parlano di «resistenza armata». I manifestanti incoraggiano anche l'incontro davanti al quartier generale dell'Esercito nella capitale federale. Un gruppo di sostenitori del presidente si trova già con le bandiere bolsonariste nel settore militare vicino alla sede del comando dell'esercito.

COMMENTI
 
dan007 3 mesi fa su tio
Inadmissible la trumpmania chi non vuole accettare di perdere e un dittatore che vuole imporre il suo dictat ignoranti i suoi seguaci Bolsonaro non ha fatto niente per il paese non ha una visione di eguaglianza sociale ma solo deforestazione nessun programma per rendere il Brasile il paese più ricco del pianeta se solo si sapesse sfruttare le risorse senza distruggere l’ambiente inutile disboscare amazzonia così si può fare con intelligenza senza distruggere l’ambiente è il paese e vasto le colture non mancano occorre istruzione sanità livellamento sociale distribuzione della ricchezza interventi di restauro infrastrutture eliminare corruzione mafia traffici illeciti
Pier1212 3 mesi fa su tio
Adesso con il ladrone potete raggiungere tutto. Legalizzare l’aborto, liberalizzare le droghe, insegnare ai bambini che nei gabinetti possono entrare sia maschi che femmine assieme, rubare un cellulare non è reato è molto altro. A scordavo anche il lavaggio dei soldi e la corruzione non sono più reati. Auguri per il nuovo comunismo PT.
Minho 3 mesi fa su tio
Ma sinceramente per l’aborto lascerei decidere alla donna che è incinta! Perché mettere al mondo un figlio dopo uno stupro, o magari in un momento brutto della vita, o peggio ancora mettere al mondo un figlio magari una coppia di tossici ecc… credo che sia completamente sbagliato! I figli vanno cresciuti con amore, con cura, con rimproveri ma vanno cresciuti nella sincerità di persone che li desiderano! Ci sono troppi bambini nel mondo maltrattati da genitori o padri o madri che non li volevano! Nessuna donna e sono sicuro che nessuna donna che desidera il proprio figlio in quel momento più di ogni altra cosa scelga l’aborto! Quindi non vedo dove si pone il problema dell’aborto! Ci sono bambini a cui i genitori tossici spegnevano le sigarette sulle braccia e li hanno fatti stare di un male incredibile finché la polizia non scopriva grazie a vicini ecc… ma sicuramente il loro disagio si sarà protratto anche ulteriormente dopo l’essere stati salvati. Voi del no all’aborto pensate a queste cose?? io sono per l’ aborto se non ci sono sicurezze per un futuro del/la bambino/a. Sinceramente non capisco certi ragionamenti. Siamo comunque 8 miliardi non si devono fare figli a casaccio!!! Bisogna volerlo e crescerli senza se e senza ma.
seo56 3 mesi fa su tio
Compagno di merende di Putin e accoliti!!
Urca che roba 3 mesi fa su tio
😂😂😂😂 mi sa che hai ragione
NOTIZIE PIÙ LETTE