keystone-sda.ch / STR
Il villaggio di Kinma, dato alle fiamme la scorsa settimana dalle forze dell'esercito birmano.
UNIONE EUROPEA
21.06.2021 - 16:390
Aggiornamento : 17:17

Myanmar, da Bruxelles un terzo ciclo di sanzioni

Il Consiglio europeo ha emesso nuove misure restrittive per il colpo di Stato in Birmania

BRUXELLES - Bruxelles scaglia nuove sanzioni contro il regime militare che ha preso il controllo in Myanmar dopo il colpo di Stato dello scorso 1° febbraio. Lo ha annunciato oggi il Consiglio europeo.

I destinatari di questo terzo ciclo di sanzioni includono otto persone, tre entità economiche e l'Organizzazione dei veterani di guerra. Nella lista ci sono ministri, viceministri e la procuratrice generale. La loro responsabilità, scrive il Consiglio, è quella di «avere compromesso la democrazia e lo Stato di diritto e commesso gravi violazioni dei diritti umani nel paese».

Le misure sono state concentrate in particolare sui settori delle pietre preziose e del legname. L'obiettivo? Limitare la capacità della giunta militare di poter trarre profitto dalle risorse naturali birmane. Parallelamente rimangono in vigore anche le misure restrittive già decise in precedenza dall'UE, incluso l'embargo su armi e attrezzature.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-03 19:05:38 | 91.208.130.89