UCRAINA: SEGUI IL LIVEPutin, «un accordo» sull'Ucraina sarà «inevitabile»: LIVE

09.12.22 - 09:47
keystone-sda.ch (SERGEI KARPUKHIN/KREMLIN POOL/SP)

Il presidente Vladimir Putin ha dichiarato che la Russia continuerà a colpire le infrastrutture energetiche ucraine. «Sì, lo stiamo facendo, ma chi ha iniziato?», ha detto Putin a margine di una cerimonia di consegna di medaglie al Cremlino, descrivendo il bombardamento come una risposta all'esplosione che ha danneggiato il ponte di Crimea costruito dai russi e ad altri attacchi attribuiti a Kiev.

20:44

Kiev: oltre 13mila bambini ucraini deportati in Russia
La Russia ha già deportato più di 13'000 bambini ucraini nel suo territorio Lo ha denunciato Daria Herasymchuk, consigliera presidenziale ucraina per i diritti e la riabilitazione dei bambini, citata dal Kyiv Independent. «Questa, purtroppo, non è la cifra finale», ha detto, aggiungendo che «dobbiamo ancora venire a conoscenza di almeno decine di migliaia di bambini ucraini che sono stati rapiti dalle autorità russe». (fonte ats ans)

20:38

La Russia vieta l'ingresso a 200 canadesi
In risposta alle sanzioni di Ottawa, la Russia ha inserito 200 cittadini canadesi nella lista nera di divieto d'ingresso nel Paese. Lo ha affermato il ministero degli Esteri russo, citato dalla Tass. «In risposta alle sanzioni individuali imposte da Ottawa contro funzionari pubblici russi, membri del servizio, giudici, agenti delle forze dell'ordine e personaggi pubblici, l'ingresso è vietato a 200 cittadini canadesi per rappresaglia», afferma una nota del ministero. (fonte ats ans)

20:35

Mosca fissa dazi del 35% su alcuni prodotti importati da «Paesi ostili»
Il governo russo ha fissato dazi del 35% su alcune merci importate da «Paesi ostili». Il decreto corrispondente è stato firmato dal primo ministro Mikhail Mishustin, riferisce Ria Novosti. «Approvare fino al 31 dicembre 2023 incluso, le aliquote dei dazi all'importazione per determinate merci i cui Paesi di origine sono stati e territori che adottano misure che violano gli interessi economici della Federazione russa»,recita il documento. L'elenco dei beni soggetti a dazio comprende, tra gli altri, shampoo, prodotti per capelli, spazzolini da denti, prodotti per la rasatura, deodoranti, detergenti e prodotti per la pulizia. (fonte ats ans)

18:09

Nuove sanzioni per i droni iraniani
Nuove sanzioni Usa a tre entità basate in Russia in prima linea nell'acquisizione e nell'uso di droni iraniani in Ucraina: lo ha annunciato in un briefing il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, John Kirby. «La cooperazione militare tra Russia e Iran è pericolosa non solo per l'Ucraina ma per l'intera regione e gli Usa useranno ogni strumento a disposizione per interromperla», ha aggiunto. Lo stesso Kirby ha annunciato un nuovo pacchetto di aiuti Usa per l'Ucraina da 275 milioni di dollari per rafforzare la difesa aerea di Kiev contro i droni lanciati dai russi. Per quanto riguarda la possibilità ventilata da Vladimir Putin di ulteriori scambi di prigionieri, il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa ha dichiarato: «lavoreremo attivamente attraverso i nostri canali ma sono necessarie azioni, non parole». (fonte ats)

17:54

«La condanna di Yashin è politica e inaccettabile»
Un tribunale di Mosca ha condannato oggi il politico russo Ilya Yashin a 8,5 anni di carcere per aver denunciato le atrocità commesse dalle forze armate russe contro i civili ucraini a Bucha. La cosiddetta legge russa sulle "fake news", utilizzata nel caso di Yashin, mira a censurare e a mettere a tacere le voci indipendenti, impedendo loro di mettere in discussione, criticare e riportare i fatti sulla guerra di aggressione non provocata, ingiustificata e illegale della Russia contro l'Ucraina. La decisione odierna del tribunale è politicamente motivata e inaccettabile. L'Ue invita le autorità russe a rilasciare immediatamente e senza condizioni Ilya Yashin e tutti gli altri prigionieri politici in Russia. (fonte ats)

16:29

Kiev: «Fine guerra in primavera? Difficile»
L'ipotesi che la fine della guerra in Ucraina possa arrivare in primavera «suona come un sogno, ma bisogna essere più realistici». Lo ha detto il capo dell'ufficio del presidente ucraino, Andriy Yermak, commentando le parole del viceministro della Difesa ucraino, Volodymyr Gavrylov, al Forum internazionale sulla sicurezza di Halifax. «Questa frase del viceministro della Difesa sembra un sogno. Certo, milioni di ucraini sognano che questa guerra finisca il prima possibile. Tuttavia, sarò più realistico», ha detto Yermak, citato da Ukrinform. «Non sono pronto a dire quali saranno il giorno e l'ora esatti in cui vinceremo. Ma accadrà sicuramente. Ogni minuto di ogni giorno, facciamo tutto il possibile affinché la nostra vittoria, insieme ai nostri partner, arrivi il prima possibile», ha aggiunto. Il capo dell'ufficio del presidente ha sottolineato che, nonostante le previsioni negative all'inizio dell'invasione russa, ora la maggior parte delle persone nel mondo è convinta della «inevitabile vittoria» dell'Ucraina. (fonte ats)

16:18
keystone-sda.ch (SERGEI KARPUKHIN/KREMLIN POOL/SP)
16:17

Putin sull'Ucraina: «Alla fine bisognerà trovare un accordo»
Raggiungere un accordo sull'Ucraina è inevitabile. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, riporta la Tass. «Come trovare un accordo? Possiamo trovare un'intesa con qualcuno? Con quali garanzie? Questa è ovviamente tutta la questione. Ma alla fine bisognerà trovare un accordo. Ho già detto più volte che siamo pronti a questi accordi, siamo aperti, ma questo ci obbliga a riflettere per sapere con chi abbiamo a che fare», ha dichiarato il presidente russo a margine di un vertice regionale in Kirghizstan. La Russia avrebbe dovuto avviare prima l'operazione in Ucraina, ma sperava di fare un accordo come parte del Protocollo di Minsk 2, ha aggiunto Putin. Intanto, la regione ucraina orientale di Donetsk rimane al centro degli attacchi russi, in particolare Avdiivka e Bakhmut. Lo ha dichiarato un portavoce delle forze armate ucraine, citato dalla Cnn. A Bakhmut, la situazione è «difficile ma controllata», ha detto l'addetto stampa Serhii Cherevatyi della divisione orientale dell'esercito ucraino. Il capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, ha dichiarato che mercoledì cinque persone sono state uccise nella regione. Funzionari militari ucraini hanno affermato nel loro aggiornamento quotidiano che 25 "località" vicino ad Avdiivka e Bakhmut erano state prese di mira da bombardamenti, mortai e razzi di artiglieria. (fonte ats)

15:50

Ucraina, danneggiate la metà delle infrastrutture critiche
Circa il 50% delle infrastrutture critiche dell'Ucraina per l'elettricità sono state «danneggiate» e alcune sono state «totalmente distrutte». Lo ha detto alla Cnn Oleksandr Kubrakov, ministro delle infrastrutture del Paese. In un aggiornamento quotidiano sulla situazione energetica in tutto il Paese, il fornitore di energia statale Ukrenergo ha affermato che la situazione «rimane difficile ma sotto controllo». Tuttavia, ha ammesso che «tutte le centrali termiche e idroelettriche sono parzialmente danneggiate» e che la centrale nucleare di Zaporizhzhia, occupata dai russi, non fornisce elettricità alla rete. La società ha osservato che ci saranno pochi «grandi miglioramenti» nel ripristino dell'alimentazione in tutto il Paese durante il fine settimana. (fonte ats)

15:26

Condanna Yashin, Putin non commenta
Il presidente russo Vladimir Putin non ha voluto commentare la sentenza di condanna al carcere contro l'oppositore russo Ilya Yashin, dicendo di non ritenere opportuno interferire o mettere in discussione la decisione della corte. Lo riporta la Tass. I recenti colloqui tra il direttore dei servizi segreti esteri russi Sergey Naryshkin e il direttore della Cia William Burns sono stati organizzati su iniziativa del presidente degli Stati Uniti Joe Biden e non della Russia, ha affermato Putin. «Parlando dei contatti tra il servizio di intelligence estero russo e la Cia, non è stata una nostra iniziativa. Questi negoziati sono stati avviati dalla parte statunitense. Il presidente Joe Biden ha proposto di organizzare questo incontro», ha detto Putin. (fonte ats)

13:30

Incontro a Istanbul tra diplomatici Usa e russi
È in corso ad Istanbul un incontro fra diplomatici Usa e russi. Lo scrive la Tass citando fonti diplomatiche. Il vice ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov ha confermato l'incontro a Istanbul tra rappresentanti di Russia e Stati Uniti a livello di «direttori di dipartimenti». Secondo Ryabkov i funzionari discutono di questioni che riguardano «come funzionano le missioni diplomatiche statunitensi nella Federazione Russa e della Federazione Russa negli Stati Uniti», ha affermato. (fonte ats)

12:51

Condannato l'oppositore Yashin che denunciò la guerra
L'oppositore russo Ilya Yashin è stato condannato a otto anni e mezzo di reclusione da un tribunale di Mosca per aver denunciato l'offensiva in Ucraina. I pm avevano chiesto nove anni di reclusione. Lo riporta l'agenzia Interfax. L'imputazione si riferisce ad affermazioni sul massacro di civili a Bucha, in Ucraina, fatte da Yashin durante una diretta sul suo canale Youtube. Yashin, 39 anni, si è dichiarato innocente in tribunale e ha più volte manifestato contro la guerra durante il processo. Yashin è stato ritenuto colpevole di aver commesso il "reato" di diffusione di false informazioni sull'esercito russo, ha detto il presidente del tribunale. (fonte ats)

10:48

Zelensky: «Mosca tenta deliberatamente di rallentare le esportazioni»
«La Russia deliberatamente tenta di rallentare le esportazioni» di grano dai porti dell'Ucraina «usando delle scuse, come ad esempio delle inchieste, e ci sono più di 80 navi che attendono di partire dai nostri porti». Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un video messaggio trasmesso durante un evento della tv di Stato turca Trt a Istanbul. Zelensky ha fatto sapere che oltre 13 milioni di tonnellate di prodotti alimentari sono state esportate da agosto, dopo che Kiev, Mosca, Ankara e l'Onu hanno trovato un accordo che ha sbloccato le esportazioni dai porti ucraini. Zelensky ha ringraziato la Turchia per gli sforzi di mediazione che hanno portato all'intesa. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha fatto sapere che domenica parlerà con l'omologo russo Vladimir Putin e con il capo di Stato ucraino Volodymyr Zelensky «con l'obiettivo di risolvere la crisi», secondo l'agenzia Anadolu. (fonte ats)

09:47
Reuters
09:46

Zaporizhzhia, gli attacchi sono «un pericolo per l'Ucraina e l'Europa»
Gli attacchi alla centrale di Zaporizhzhia «sono un pericolo per la sicurezza del'Ucraina e dell'Europa». Lo ha detto a Vienna il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis durante un incontro con il Direttore generale dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (AIEA) Rafael Grossi. Ne dà notizia un comunicato stampa del ministero degli Esteri di Vilnius. Landsbergis ha sottolineato che la centrale ucraina non rappresenta l'unico pericolo per l'Europa. La centrale nucleare di Astravec, in territorio bielorusso a poche decine di chilometri da Vilnius, ha affermato Landsbergis, «rappresenta il risultato di un progetto geopolitico russo» utilizzabile per minacce ibride con potenziali serie conseguenze per tutto il continente. Ribadendo la necessità di sanzionare severamente le infrazioni della Russia ai trattati internazionali sul nucleare, il ministro ha invitato a non abbassare la guardia e a reagire alle provocazioni russe. (fonte ats)