UNIONE EUROPEACaccia, blindati, navi e nuove tecnologie: dall'UE 1,2 miliardi di euro, è la prima volta

05.12.22 - 13:43
I fondi provengono dallo European Defense Fund, lo fa sapere la Commisione Europea
Afp
Fonte Ats
Caccia, blindati, navi e nuove tecnologie: dall'UE 1,2 miliardi di euro, è la prima volta
I fondi provengono dallo European Defense Fund, lo fa sapere la Commisione Europea

BRUXELLES - L'Ue ha dato il via libera all'erogazione di 1,2 miliardi di euro per finanziare 61 progetti collaborativi nel settore della Difesa, come i caccia di nuova generazione o i blindati, in quella che viene definita come una prima assoluta. I fondi provengono dallo European Defense Fund. Lo fa sapere la Commissione Europea.

«Con questa decisione, l'Ue finanzia progetti di capacità di difesa di alto livello, come la prossima generazione di aerei da combattimento, veicoli corazzati e navi, nonché tecnologie di difesa critiche nei settori dello spazio, del cyber, del cloud militare, dell'intelligenza artificiale, dei semiconduttori e delle contromisure mediche», fa sapere la Commissione Europea in una nota.

«I progetti promuoveranno anche tecnologie dirompenti, in particolare nelle tecnologie quantistiche e nei nuovi materiali. Le categorie che ricevono finanziamenti importanti sono il combattimento aereo (circa 190 milioni di euro), il combattimento terrestre (circa 155 milioni di euro), il combattimento navale (circa 103 milioni di euro) e la difesa aerea e missilistica (circa 100 milioni di euro). I progetti legati allo spazio sono sostenuti con circa 50 milioni di euro. Con 38 milioni di euro investiti in progetti a sostegno della R&S per la difesa informatica, l'Ue finanzia lo sviluppo di capacità congiunte di difesa informatica».

«Nell'ambito della categoria dedicata alle PMI, viene fornito sostegno anche a progetti promettenti che coinvolgono PMI transfrontaliere e start-up, con 24 progetti che hanno ricevuto finanziamenti. Complessivamente, le PMI rappresentano circa il 43% delle entità che partecipano ai progetti. Dopo l'adozione della decisione di assegnazione della Commissione, verranno firmate le convenzioni di sovvenzione con i consorzi e i progetti inizieranno a produrre risultati concreti. L'obiettivo è sostenere la competitività dell'industria della difesa dell'Ue, lo sviluppo delle tecnologie chiave di cui le nostre forze armate hanno bisogno e rafforzare la sicurezza dell'Unione».

COMMENTI
 
Tiki8855 2 mesi fa su tio
Banda di isterici!
S.S.88 2 mesi fa su tio
Che odioti.. si vede dove vanno le tasse delle persone
seo56 2 mesi fa su tio
Bene, avanti così 👏🏻👏🏻👏🏻
NOTIZIE PIÙ LETTE