UCRAINA:SEGUI IL LIVEBombardata tutta la notte l'area della centrale di Zaporizhzhia

03.12.22 - 16:04
Le foto satellitari mostrano un nuovo complesso a forma di U vicino al centro della città.
Keystone
Le foto satellitari mostrano un nuovo complesso a forma di U vicino al centro della città.
Sul tetto si vede la stella rossa, bianca e blu dell'esercito russo, con lettere che riproducono la scritta: «Dall'esercito russo al popolo di Mariupol».

Mentre non si aprono spiragli relativi a una soluzione diplomatica (gli Occidentali vogliono che la Russia si ritiri, mentre Mosca non ne vuole sapere), il territorio ucraino continua ad essere scenario di una guerra brutale. Tre persone sono state uccise e altre sette ferite dai russi nella regione meridionale di Kherson nelle ultime 24 ore, secondo fonti locali ucraine. Sull'altro fronte le autorità filorusse del Donetsk lamentano due civili uccisi e sette feriti in bombardamenti delle forze di Kiev.

22:15

«Nel Donetsk e Bakmut il fronte più doloroso»
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha riunito oggi lo stato maggiore della difesa per un punto sulla situazione al fronte. «Nella regione di Donetsk - Bakhmut, Soledar - ora, come prima, è il fronte più caldo, il più doloroso. Facciamo di tutto per aiutare i nostri ragazzi in questa direzione», afferma Zelensky. «E ora vorrei ringraziare - aggiunge il presidente ucraino - separatamente le guardie di frontiera del distaccamento Chopsky, che stanno combattendo in direzione di Bakhmut e oggi hanno abbattuto un altro aereo degli occupanti. Regione di Lugansk e regione di Kharkiv: stiamo rafforzando le nostre forze».
 

21:22

Macron: «Parlerò presto con Putin»
Il presidente francese Emmanuel Macron ha ribadito che parlerà «prestox con il presidente russo Vladimir Putin sulle questioni legate alla sicurezza e relative al «nucleare civile» in Ucraina, dopo il primo incontro di domani con il direttore generale dell'Agenzia per la sicurezza internazionale dell'energia atomica (Aiea), in un'intervista con il quotidiano Le Parisien.

20:43

Fridman libero su cauzione
L'uomo d'affari russo Mikhail Fridman è stato arrestato a Londra e successivamente rilasciato su cauzione: lo ha dichiarato all'agenzia russa Tass una fonte vicina all'uomo d'affari. La fonte ha pure aggiunto che un'altra persona «che trasportava del denaro contante» è stata trattenuta insieme a Fridman ed è ora interrogata dalla polizia.

19:51

Zelensky: «La decisione sul price cap del petrolio russo non è seria»
«Purtroppo, la decisione presa sul price cap per il petrolio russo non è seria». Lo ha affermato nel suo consueto discorso serale il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riporta l'Ukrainska Pravda. «La Russia ha già causato danni colossali a tutti i paesi del mondo, destabilizzando deliberatamente il mercato dell'energia, e il mondo non può osare disarmarlo veramente dal punto di vista energetico - ha aggiunto -. Questa è una posizione debole, ed è solo una questione di tempo prima che si debbano comunque applicare strumenti più forti».

19:40

Minsk: «Situazione imprevedibile al confine»
Il ministro della Difesa bielorusso Viktor Khrenin ha descritto la situazione al confine con l'Ucraina come imprevedibile ma controllabile. Lo riporta l'agenzia russa Interfax. «La situazione oggi è imprevedibile. Certo, può succedere di tutto, ma è controllabile, la stiamo monitorando da vicino, adottando misure complessive, quindi per ora non c'è motivo di preoccuparsi», ha affermato oggi Khrenin sul canale televisivo Ont.

19:27

Regione di Zaporizhzhia, 270 soldati russi feriti
Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha riferito che 270 soldati russi sono stati feriti mentre erano in azione ieri a Melitopol e a Vasylivka nella regione di Zaporizhzhia. Lo scrive il Kiev Independent. Lo stato maggiore ha poi aggiunto che 14 soldati russi sono stati uccisi e 30 feriti in un attacco ucraino alle posizioni russe a Starobilsk occupata nell'oblast di Lugansk. Le forze russe hanno attaccato posizioni e insediamenti ucraini vicino alla linea del fronte 12 volte, conducendo due attacchi missilistici e dieci attacchi aerei.

18:58

Russia-Bielorussia «come un unico esercito»
Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko nel corso di un incontro con il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, volato a Minsk senza preavviso, ha affermato che gli eserciti bielorusso e russo si stanno "preparando come un unico esercito". Lo scrivono l'agenzia ucraina Unian e quella russa Interfax. «Penso che il ministro della Difesa bielorusso vi abbia già parlato della situazione in Bielorussia, dell'addestramento, del coordinamento operativo tra le unità bielorusse e quelle russe presenti in Bielorussia. Devo dire che abbiamo affrontato la questione seriamente», ha detto Lukashenko, secondo quanto riferito dal suo servizio stampa, precisando che in Bielorussia sia gli ufficiali russi sia quelli bielorussi addestrano i militari dei due Paesi. «Non ho intenzione di spaventare nessuno qui. Ma se vogliono che viviamo pacificamente nella nostra regione sia la Russia sia la Bielorussia sono pronte per questo. Se vogliono combattere fino all'ultimo ucraino, o polacco, o mercenario, qualunque cosa, beh, sono affari loro, è un loro diritto - ha affermato Lukashenko -. Per ora, io, per esempio, e le nostre agenzie di sicurezza non li vediamo pronti per dei colloqui e accordi diretti». (fonte ats)

18:30

I russi hanno preso un miliardo di dollari di grano ucraino
L'Ucraina ha perso almeno un miliardo di dollari di grano raccolto nelle aree controllate dalla Russia. Lo riferisce una ricerca che ha usato immagini satellitari del programma di sicurezza alimentare e agricoltura della Nasa. L' analisi dà un'idea di cosa sta accadendo nei territori occupati, dove le informazioni sono strettamente controllate, scrive Bloomberg. La notizia ha trovato risalto anche nei media ucraini. Ukrinform scrive che la «Russia ha rubato almeno un miliardo di dollari di grano raccolto nei territori occupati dell'Ucraina». (fonte ats)
 
 

17:58

I pacchi sospetti o insanguinati sono 17
Sono 17 le missioni diplomatiche ucraine che hanno ricevuto pacchi sospetti o insanguinati con parti di animali e la lettera bomba ricevuta dall'ambasciata a Madrid. Lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba in un'intervista alla Cnn. Quando gli è stato chiesto chi pensava ci fosse dietro le lettere, Kuleba ha risposto: «Sono tentato di dire subito il nome della Russia, perché prima di tutto bisogna rispondere alla domanda: chi ne beneficia? Forse questa risposta di terrore è la risposta russa al vuoto diplomatico che abbiamo creato per la Russia sulla scena internazionale, e questo è il modo in cui cercano di reagire mentre stanno perdendo le vere battaglie diplomatiche, una dopo l'altra». (fonte ats)
 
 

16:36

L'Estonia acquisterà Himars per quasi 200 milioni di dollari
Il ministero della Difesa estone ha comunicato oggi che l'Estonia acquisterà dagli Stati Uniti sistemi di difesa HIMARS per quasi 200 milioni di dollari. La fornitura sarà accompagnata dall'invio di personale americano per addestrare le Forze Armate del Paese baltico all'uso degli armamenti. L'acquisto rientra nel generale piano di ammodernamento dell'arsenale militare intrapreso da Tallinn dopo l'inizio della guerra in Ucraina.
I primi sistemi difensivi con i rispettivi missili HIMARS - dotati di una gittata compresa tra 70 e 300 chilometri - saranno forniti nel corso del 2024. Il mese scorso, il Dipartimento di Stato americano ha dato il nulla osta per l'acquisto da parte della vicina Lituania di analoghi sistemi HIMARS per un valore complessivo che sfiora i 500 milioni di dollari. (fonte ats)

15:44
Keystone
15:37
keystone-sda.ch
15:36

Grande base russa a Mariupol
La Russia sta consolidando la sua presenza militare nella città portuale ucraina di Mariupol, catturata nei mesi scorsi, costruendo una grande base militare. Lo mostrano le foto satellitari rilasciate dalla società di osservazione della Terra Maxar e pubblicate dalla Bbc. Le foto mostrano un nuovo complesso a forma di U vicino al centro della città. Sul tetto si vede la stella rossa, bianca e blu dell'esercito russo, con lettere che riproducono la scritta: «Dall'esercito russo al popolo di Mariupol».

15:13

Putin visiterà il Donbass «a tempo debito»
Vladimir Putin visiterà il Donbass «a tempo debito». Lo ha riferito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, secondo quanto riporta la Tass. «A tempo debito, ovviamente, (la visita) avverrà. Questa è una regione della Russia», ha precisato ai giornalisti il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov quando gli è stato chiesto di una possibile visita imminente di Putin nel Donbass, zona dell'Ucraina orientale che Mosca ha annesso a fine settembre, anche se il suo esercito non la controlla completamente.

 

14:56
Depositphotos (crstrbrt)
14:54

La Russia «non accetterà» il price cap sul petrolio
La Russia «non accetterà» il tetto sul prezzo del petrolio. Lo ha reso noto il portavoce del Cremlino, secondo quanto riporta la Tass. «Stiamo valutando la situazione. Sono stati fatti alcuni preparativi per questo tetto. Non accetteremo il price cap e vi informeremo su come sarà organizzato il lavoro una volta che sarà terminata la valutazione», ha detto ai giornalisti il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov. (fonte ats)
 
 

13:56

Le immagini dell'aeroporto di Kherson
Il ministro della difesa ucraino Oleksii Reznikov ha rilanciato su Twitter le immagini dell'aeroporto internazionale di Kherson distrutto dall'esercito russo, riporta Ukrinform. «Questo è quel che resta dell'aeroporto internazionale di Kherson», ha scritto sotto le immagini. In precedenza il direttore dell'azienda Kherson Airlines Vitalii Kucheruk aveva pubblicato un video dello scalo prima e dopo l'inizio dell'invasione russa. (fonte ats)

13:55
13:18

Sabotato il sistema di controllo della ferrovia usata dai russi
Sabotato il sistema di controllo automatizzato della ferrovia Lugansk-Lantrativka utilizzata dall'esercito russo per l'approvvigionamento militare: «Nelle prossime due o tre settimane, gli occupanti russi dovranno affrontare un significativo ritardo nella consegna di equipaggiamento militare nel Lugansk perché "qualcuno" ha dato fuoco alla centralina», ha commentato il capo dell'Amministrazione militare regionale Sergiy Gaidai. Secondo la valutazione degli esperti, la distruzione del sistema porterà al passaggio alla «modalità manuale» del collegamento ferroviario, osserva Gaidai, di conseguenza sarà impossibile consegnare in tempo merci militari alle posizioni avanzate degli occupanti russi. (fonte ats)

13:04

Bombardato il centro oncologico di Kherson
L'esercito russo ha colpito il centro clinico oncologico: lo rende noto il capo dell'amministrazione militare regionale Yaroslav Yanushevych, citato da Ukrinform. «Gli occupanti russi hanno attaccato la regione di Kherson 28 volte. Gli insediamenti pacifici sono stati di nuovo sotto il fuoco nemico. Hanno bombardato il centro oncologico, condomini della città, infrastrutture civili», ha riferito Yanushevych. (fonte ats)

12:30

I russi «vogliono farci congelare»
I russi stanno aspettando che la temperatura in Ucraina scenda a meno dieci gradi per sferrare il colpo più duro al Paese, ha detto il capo dell'ufficio presidenziale Mykhailo Podolyak, riportano i media ucraini. «Mi sembra che ora le tattiche della Russia siano leggermente cambiate: stanno aspettando un aumento del gelo, che la temperatura scenda a meno dieci gradi e solo allora vogliono sferrare il colpo più sensibile all'Ucraina. Vogliono farci congelare», ha affermato Podolyak. (fonte ats)

12:19

La conquista simbolica di Bakhmut
In questo momento il piano dell'esercito russo è quello di accerchiare la città di Bakhmut, nell'Oblast di Donetsk, continuando a investire gran parte dello sforzo militare complessivo e della potenza di fuoco lungo un settore di circa 15 chilometri di linea del fronte. Lo scrive su Twitter nell'aggiornamento quotidiano sulla situazione in Ucraina l'intelligence del Ministero della Difesa britannico.
La cattura della città avrebbe un valore operativo limitato, anche se potenzialmente permetterebbe alle truppe di Mosca di minacciare le aree urbane più grandi di Kramatorsk e Sloviansk. Tuttavia, la campagna è stata sproporzionatamente costosa rispetto a questi possibili successi - analizza il report - esiste la possibilità realistica che la cattura di Bakhmut sia diventata per la Russia soprattutto un obiettivo simbolico e politico. (fonte ats)

12:15

Altre evacuazioni da Kherson
Da oggi al 5 dicembre i residenti di Kherson che si trovano ancora sulla riva sinistra del fiume Dnipro saranno evacuati a causa dell'intensificarsi degli attacchi dell'esercito russo: lo rende noto l'amministrazione regionale citata dall'Ukrainska Pravda. «L'evacuazione è necessaria a causa della possibile intensificazione delle ostilità in questo territorio», dichiara l'amministrazione. I funzionari non hanno riferito se per l'evacuazione c'è un accordo con gli occupanti russi. (fonte ats)

12:14
keystone-sda.ch / STF (Bernat Armangue)
11:14

Kiev metterà all'asta il superyacht di Medvechuk
Un superyacht da 200 milioni di dollari (187 milioni di franchi svizzeri) di proprietà di Viktor Medvedchuk, oligarca ucraino amico di Vladimir Putin che è soggetto a sanzioni, sarà messo all'asta da Kiev dopo il sequestro in Croazia. Un tribunale croato - afferma il governo di Kiev - ha stabilito che lo yacht Royal Romance di 92,5 metri di Medvedchuk dovrebbe essere trasferito all'Agenzia ucraina per il recupero e la gestione dei beni (Arma), per «preservare il valore economico vendendolo all'asta». Lo riferisce il Guardian. Sarebbe la prima volta che un bene di un oligarca sotto sanzioni viene ceduto alle autorità ucraine. (fonte ats)

10:55

90'600 soldati russi rimasti uccisi da inizio della guerra

Secondo l'aggiornamento dello Stato maggiore ucraino, è salito a 90'600 il bilancio dei morti tra i soldati russi, tra cui 510 militari morti nei combattimenti delle ultime 24 ore.

Inoltre, afferma il report, le truppe ucraine hanno distrutto 2917 carri armati nemici, 5886 veicoli blindati, 1906 sistemi di artiglieria, 395 lanciamissili, 210 sistemi antiaerei, 280 aerei, 263 elicotteri, 1572 droni operativo-tattici, 531 missili da crociera, 16 navi da guerra, 4472 veicoli e serbatoi di carburante. (fonte ats)

09:53

443 bambini uccisi dall'inizio della guerra

È salito a 443 il numero di bambini ucraini rimasti uccisi dall'inizio della guerra, più di 852 sono stati feriti: lo riferisce la Procura generale di Kiev, riporta Ukrinform.

«Al mattino del 3 dicembre, più di 1295 bambini sono stati colpiti in Ucraina a causa dell'aggressione armata della Federazione Russa. Secondo le informazioni ufficiali dei procuratori minorili, 443 bambini sono stati uccisi e più di 852 sono stati feriti», ha reso noto l'ufficio del Procuratore. (fonte ats)
 
 

08:46

Flotta di petroliere-ombra per aggirare le sanzioni
La Russia ha silenziosamente ammassato una flotta di oltre 100 vecchie petroliere per cercare di aggirare le sanzioni occidentali sulle vendite di greggio in seguito all'invasione dell'Ucraina. Lo scrive il Financial Times, citando alcune fonti, secondo le quali Mosca - che è fortemente dipendente dalle petroliere straniere per il trasporto del suo petrolio - ha aggiunto altre 100 navi quest'anno tramite acquisti diretti e indiretti. L'obiettivo del Cremlino, secondo indiscrezioni, è creare una "flotta-ombra" per aggirare le sanzioni. (fonte ats)

08:17
keystone
08:16

Bombardata tutta la notte l'area della centrale di Zaporizhzhia

Bombardato per tutta la notte dall'esercito russo il distretto di Nikopol, nella regione orientale di Dnipropetrovsk, nella zona della centrale nucleare di Zaporizhzhia: danneggiati gasdotti e le reti elettriche.

«I russi hanno bombardato il distretto di Nikopol per tutta la notte, ma il centro del distretto è stato il più colpito. Più di 30 proiettili nemici sono caduti su Nikopol (di fronte alla centrale nucleare) ma fortunatamente le persone non sono rimaste ferite. Due dozzine di abitazioni, fabbricati agricoli, reti elettriche e gasdotti e 50 sono stati danneggiati», ha detto il capo militare regionale Valentin Reznichenko. (fonte ats)