Immobili
Veicoli

UCRAINA: SEGUI IL LIVEGuerra in Ucraina: segui gli ultimi aggiornamenti live

15.09.22 - 09:02
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che è intenzione «prioritaria» dell'Ucraina entrare nel mercato UE
keystone-sda.ch / STF (SERGEY DOLZHENKO)
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che è intenzione «prioritaria» dell'Ucraina entrare nel mercato UE

Nuovo giorno, stessa guerra, in Ucraina.  «Ho la sensazione che siamo ancora lontani dalla pace in Ucraina. Le possibilità di un accordo di pace ora sono minime», ha affermato ieri Il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres. 

Nel frattempo, ieri pomeriggio l'esercito russo ha lanciato un attacco missilistico su Kryvyi Rih, città natale del premier Volodymyr Zelensky, facendo scattare l'allarme aereo in tutta l'Ucraina. Nel raid sono state colpite delle infrastrutture idrauliche, con perdite d'acqua pari a 100 metri cubi al secondo e rischio di inondazione. 

«Il paese terrorista continua a combattere contro la popolazione civile», ha commentato Zelensky, «questa volta con attacchi missilistici alle strutture idrauliche e un tentativo di inondare Kryvyi Rih. Tutto ciò che gli occupanti possono fare è seminare il panico, cercando di lasciare le persone senza luce, calore, acqua e cibo».

21:27

«Putin sia processato alla Corte penale internazionale»
Il presidente russo Vladimir Putin deve essere processato dalla Corte penale internazionale per l'invasione dell'Ucraina. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, in un'intervista. «Putin deve perdere questa guerra e rispondere delle sue azioni, per me è importante», ha dichiarato Von der Leyen al canale tv del quotidiano tedesco Bild. E ha giudicato «possibile» che il presidente russo sia un giorno perseguito davanti alla Corte penale internazionale dell'Aja, ritenendo che «in fin dei conti Putin è responsabile» di crimini di guerra in Ucraina. (fonte ats ans)

21:22

USA: Nuove sanzioni al via contro funzionari russi in Ucraina
Il dipartimento di Stato americano ha imposte nuove sanzioni contro «figure chiave e autorità russe nei territori ucraini attualmente controllati dall'esercito russo e a 31 aziende della difesa, della tecnologia e dell'elettronica». Lo riferisce il dipartimento in una nota. Le sanzioni americane colpiscono «entità della difesa russa, società nelle tecnologie avanzate e nell'infrastruttura finanziaria. Prendiamo inoltre misure contro un'agenzia dell'intelligence e contro alcuni soggetti legati agli abusi dei diritti umani», afferma il segretario di Stato Antony Blinken spiegando che nel mirino ci sono anche cinque funzionari che hanno avuto la supervisione del sequestro di centinaia di migliaia di tonnellate di grano ucraino, «esacerbando l'insicurezza alimentare nel mondo». Fra gli individui colpiti per abusi dei diritti umani c'è Maria Lvova-Belova che ha "guidato gli sforzi della Russia nel deportare decine di migliaia di bambini ucraini. (fonte ats ans)

20:14

L'Aiea chiede alla Russia di ritirarsi da Zaporizhzhia
Il Consiglio dei governatori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) ha adottato una risoluzione chiedendo alla Russia di ritirarsi dalla centrale ucraina di Zaporizhzhia, regolarmente oggetto di bombardamenti. Lo si è appreso da fonti diplomatiche. Il testo, presentato da Polonia e Canada, è stato approvato da 26 dei 35 Stati membri, con voto contrario di Russia e Cina, ha affermato un diplomatico. Le forze russe hanno preso il controllo dell'impianto all'inizio di marzo, poco dopo l'inizio dell'invasione dell'Ucraina. (fonte ats ans)

20:11

Targa al 'cammino dei coraggiosi' di Kiev per von der Leyen
Il nome di Ursula von der Leyen è stato aggiunto al 'cammino dei coraggiosi' - la walk of the brave - nel centro di Kiev. La targa è stata svelata dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel corso della terza visita della presidente della Commissione Ue nella capitale. Le targhe (apposte sul selciato tipo mattonelle) sono dedicate ai leader stranieri - come Boris Johnson o il polacco Andrei Duda - che più si sono spesi per aiutare l'Ucraina nel momento del bisogno. (fonte ats ans)

18:32
keystone-sda.ch / STF (SERGEY DOLZHENKO)
18:32

«Importeremo l'elettricità dall'Ucraina»
«Siamo stati rapidissimi a collegare l'Ucraina alla rete elettrica europea, ora aumenteremo la fornitura elettrica dall'Ucraina all'Ue», lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in un punto stampa da Kiev con il presidente Volodymyr Zelesnky. (fonte ats)

17:55

5 milioni di profughi ucraini tornati a casa
«Degli 8 milioni di ucraini che sono venuti in Europa dopo lo scoppio della guerra oltre 5 milioni sono rientrati in Ucraina. E questo mostra l'aspetto più importante: quando serve l'Ue offre il suo aiuto ma gli ucraini vogliono tornare a casa loro il prima possibile e costruire un Paese prospero». Lo ha detto Ursula von der Leyen a Kiev in conferenza stampa con Zelensky. (fonte ats)

17:48

Von der Leyen: «L'Ue sosterrà l'Ucraina finché sarà necessario»
L'Unione europea sosterrà l'Ucraina nella sua guerra contro la Russia «per tutto il tempo necessario». Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen durante la sua visita a Kiev. «Non potremo mai eguagliare il sacrificio che gli ucraini stanno facendo», ma «quello che possiamo dire è che avrete i vostri amici europei al vostro fianco per tutto il tempo necessario», ha dichiarato in una conferenza stampa congiunta con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Zelensky ha da parte sua dichiarato: «Oggi abbiamo tenuto discussioni produttive. Per quanto riguarda l'energia, sappiamo che avremo sfide difficili da affrontare durante l'inverno e dobbiamo sostenerci l'uno con l'altro. L'Ue può ricevere dall'Ucraina energia elettrica a basso costo e noi, in cambio, fondi per pagare gli stipendi». (fonte ats)

17:09

Kherson: distrutta base russa
Il dipartimento per le comunicazioni strategiche delle forze armate ucraine annuncia che le truppe di Kiev hanno distrutto la notte scorsa la base dei russi a Nova Kakhovka nella regione di Kherson. Lo riporta il Kyiv Independent. (fonte Ats)

17:07

Kiev, Zelensky:«entrare nel mercato UE è prioritario»

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che è intenzione «prioritaria» dell'Ucraina entrare nel mercato unico europeo dove circolano liberamente beni, servizi e capitali. Il presidente si è così espresso in conferenza stampa dopo l'incontro con la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, in visita a Kiev per discutere proprio dell'accesso dell'Ucraina al mercato unico e di inserire il Paese nella zona europea dove non scatta il roaming per la telefonia cellulare. (fonte Ats)

16:54

Lambrecht: «Incoraggianti i successi di Kiev»
«Incoraggia vedere quali successi siano stati raggiunti dall'Ucraina sul campo, e questo anche grazie alle armi tedesche». Lo ha detto la ministra della Difesa tedesca Christine Lambrecht, annunciando in una nota le nuove consegne di armi a Kiev, decise dalla Germania. «Questo mostra quanto sia importante continuare a fornire anche velocemente altre attrezzature militari all'Ucraina», ha aggiunto. In un comunicato, il ministero aveva reso noto che saranno consegnati lanciarazzi Mars II, 50 blindati e 200 razzi. (fonte ats)

16:26

Bombe ucraine su un ospedale del Donetsk: 1 morto
Un bombardamento delle forze ucraine ha colpito un ospedale nella autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (Dpr) uccidendo una persona e ferendone altre tre. Lo riferisce il quartier generale per la difesa territoriale, citato dalla Tass. Secondo la fonte l'ospedale colpito si trova nella località di Svetlodarsk. Il sindaco di Debaltsevo, di cui Svetlodarsk è una frazione, ha detto che dieci colpi di artiglieria si sono abbattuti sull'ospedale. (fonte ats)

14:14
AFP
14:13

Primo treno per Balaklia: «Torniamo a casa»
Oggi è partito il primo treno per Balaklia, nella regione di Kharkiv, liberata dall'esercito ucraino. Per il momento ci saranno un treno la mattina e uno la sera, ha comunicato il servizio stampa delle ferrovie ucraine Ukrzaliznytsia. «Il primo terno per Balaklia è pieno di passeggeri che tornano a casa. Possiamo già immaginare i primi treni per Donetsk e Simferopol», ha scritto Ukrzaliznytsia sui social. Lo riportano i media ucraini. (fonte ats)

14:07

Melitopol, forti esplosioni e «russi in fuga»
Due forti esplosioni sono state sentite a Melitopol, città occupata dai russi nella regione di Zaporizhzhia. Lo ha annunciato il sindaco ucraino in esilio Ivan Fedorov, citato da Unian. «Stiamo contando le perdite del nemico», ha detto il sindaco. Fedorov nei giorni scorsi ha affermato che gli «invasori russi stanno fuggendo dalla Melitopol verso la Crimea occupata. Colonne di equipaggiamento militare russe sono state viste al posto di blocco a Chongar». (fonte ats)

14:05

Una nuova centrale nucleare in Estonia?
Il ministero dell'ambiente estone deciderà se permettere la costruzione di una centrale nucleare entro la fine del prossimo anno. Ne ha dato notizia la portavoce del ministero Agnes Aaslaid. Il gruppo di lavoro sull'energia nucleare creato presso il ministero dell'ambiente darà un suo primo giudizio di fattibilità nelle prossime settimane. La decisione sulla costruzione del complesso sarà tuttavia presa solo dopo il completamento degli studi di compatibilità a fine 2023. (fonte ats)

14:03

Europarlamento: «Mosca cancelli la legge sull'adozione dei bambini ucraini»
Il Parlamento europeo esprime la sua ferma condanna per le atrocità commesse dalle forze armate russe e chiede a Mosca di «abrogare tutta la legislazione che facilita l'adozione di bambini ucraini». In una risoluzione approvata per acclamazione gli eurodeputati condannano «le deportazioni forzate di civili ucraini, compresi i bambini nonché la pratica ripugnante dei cosiddetti campi di filtrazione russi, dove famiglie vengono separate e coloro che sono ritenuti inaffidabili scompaiono». L'Eurocamera chiede alla Russia di «rispettar e pienamente i suoi obblighi ai sensi del diritto internazionale e di cessare immediatamente la deportazione forzata e il trasferimento forzato di civili ucraini in Russia e nei territori occupati». (fonte ats)

13:50

Ucraina, Putin: «Comprendo le preoccupazioni di Pechino»
Il presidente russo Vladimir Putin ha detto a quello cinese Xi Jinping che comprende «le preoccupazioni della Cina sulla questione ucraina» e che intende «chiarire la posizione russa» a tal proposito. Lo riferisce la Tass. (fonte ats)

13:22

Il gomito alto dei vertici russi preoccupa Putin
Preoccupazione del presidente russo Vladimir Putin per l'abuso di alcol nella sua cerchia ristretta e tra i vertici della Federazione a causa dello stress per l'operazione speciale e le sanzioni che ne sono seguite. Lo riferisce il sito indipendente Meduza facendo riferimento a un discorso del presidente in un incontro ad agosto con il capo della regione di Vladimir, Alexander Avdeev. Putin ha precisato che nell'ambito della lotta alla dipendenza da alcol, «nulla dovrebbe essere vietato. Al contrario, è necessario promuovere uno stile di vita sano». Pochi giorni prima incontrando un altro governatore, il capo della regione di Kirov, Alexander Sokolov, il presidente della Russia ha parlato ancora «dell'alto livello di alcolizzazione della popolazione'» nelle città industriali della regione. Una fonte di Meduza vicina al Cremlino ha spiegato che la menzione di questo argomento è stata una sorpresa anche per i governatori, poiché non è «nemmeno tra i primi dieci argomenti» in quelle regioni. Insomma, secondo gli informatori del sito, le parole di Putin non erano riferite alle statistiche ma ai funzionari russi che hanno iniziato a bere alcolici molto più spesso e molto di più da quando è partita l'operazione speciale in Ucraina. (fonte ats)

13:20

I missili americani a lungo raggio sono «oltre la linea rossa»
«La possibile fornitura dagli Usa a Kiev di missili a lungo raggio avrebbe un carattere estremamente destabilizzante. Se gli Stati Uniti prenderanno questa decisione, oltrepasseranno la linea rossa e diventeranno parte diretta del conflitto e la Russia si riserva il diritto di rispondere adeguatamente». Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, citata da Ria Novosti. (fonte ats)

12:48

Cinque miliardi all'Ucraina dall'Europarlamento
Via libera dal Parlamento europeo al prestito da cinque miliardi di euro all'Ucraina per l'assistenza macro-finanziaria a Kiev con l'obiettivo di coprire le spese causate dall'invasione russa. L'importo andrà a costituire la seconda tranche di un pacchetto di sostegno Ue da nove miliardi di euro. Il testo è stato adottato con procedura d'urgenza con 534 voti favorevoli, 30 contrari e 26 astensioni. (fonte ats)
 
 

12:35

Nuovo attacco russo su Kryvyi Rih
L'esercito russo ha bombardato per la seconda volta oggi la città natale del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Kryvyi Rih, nella regione di Dnipropetrovsk. Lo rende noto Oleksandr Vilkul, capo dell'amministrazione militare-civile che invita a rimanere «nei rifugi» e «a non filmare o pubblicare nulla sui social network». Lo riporta l'Ukrainska Pravda. (fonte ats)

12:14
Telegram/Zelensky
12:13

Zelensky: «Cominciamo a rivedere i confini dell'integrità dell'Ucraina»
«Il percorso verso la restituzione di tutti i nostri territori sta diventando più chiaro. Vediamo i contorni del ripristino dell'integrità territoriale del nostro Stato. Sappiamo che è un percorso difficile, ma è possibile percorrerlo. E lo stiamo facendo». Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky postando su Telegram foto di alcune città riconquistate dagli ucraini nelle scorse settimane. (Fonte Ats)

12:10

Kiev: «I russi preparano la difesa sulla linea del fronte nel Lugansk»
Le truppe russe stanno rafforzando la difesa nell'area del fronte tra Svatove, Troitske e Kreminna, nel Lugansk: lo ha reso noto il capo militare regionale ucraino in esilio Sergiy Gaidai, citato dai media del Paese. «Nella regione di Lugansk, i russi si stanno preparando per la difesa, non ci sarà una sorpresa come a Kharkiv. Stanno ritirando le truppe a Svatove, Troitske e Kreminna, scavando e preparandosi per l'offensiva ucraina», ha detto. «La situazione per i russi è peggiorata - ha detto Gaidai - non c'è un posto dove inviare le truppe, perché non controllano Izyum. Capiscono che dopo Lyman sarà molto probabilmente la volta di Svatove, Troitske e Kreminna Svatov, si stanno ammassando lì e costruendo strutture difensive». Intanto continuano pesanti combattimenti nelle regioni di Kharkiv, Kherson, Donetsk e Lugansk. (Fonte Ats)

11:11

«Le truppe russe si ritirano da Zaporizhzhia»
«Gli occupanti hanno ritirato truppe ed equipaggiamenti da molti villaggi e città vicini alla linea di contatto nella regione di Zaporizhzhia»: lo ha dichiarato a Espreso tv il vice del Consiglio regionale, l'ucraino Sergiy Lyshenko. «A Dniprorudny sono rimaste solo le forze della polizia che collabora con i russi. Soldati ed equipaggiamento sono stati trasferiti a Vasylivka, nell'Ucraina sud-orientale. I russi hanno portato via perfino apparecchiature bancarie. Ora il lavoro delle filiali delle banche russe e l'emissione di denaro è stata interrotta, di conseguenza, gli occupanti si aspettano di doversi ritirare», ha affermato. (fonte ats)

10:50

«Pesanti bombardamenti russi sulle città del Donetsk»
Ci sono stati pesanti bombardamenti russi nella notte sulle città dell'Ucraina orientale di Bakhmut e Avdiyivka, dove potrebbero esserci dei civili sotto le macerie. Lo rende noto il capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk Pavlo Kyrylenko, citato da Unian. «Intorno a mezzanotte, i russi hanno distrutto un palazzo a Bakhmut. Secondo le prime informazioni, quattro persone potrebbero essere sotto le macerie. Il pronto soccorso sta lavorando sul posto», ha detto Kyrylenko. Preso di mira anche un ospedale di Toretsk: ci sono distruzioni e danneggiamenti. (fonte ats)

10:47

Sanzioni, Mosca: «Nessuna risposta speculare insensata contro l'Ue»
La Russia ribadisce che non risponderà con misure speculari alle restrizioni decise dall'Ue sulla concessione di visti a cittadini russi. «Non c'è assolutamente bisogno di una risposta insensata che rifletta le azioni degli europei, dobbiamo fare tutto ciò che meglio conviene ai nostri interessi», ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalle agenzie di Mosca. Peskov ha aggiunto che i Paesi europei «continuano a seguire la loro distruttiva linea anti-russa». (fonte ats)

09:57

Prigozhin al posto di Shoigu?
Il finanziere del gruppo Wagner Yevgeny Prigozhin - stretto confidente di Vladimir Putin - si sta affermando come il volto della "operazione militare speciale" russa in Ucraina. I blogger russi hanno costantemente elogiato il successo di Prigozhin in Ucraina e alcuni hanno persino affermato che dovrebbe sostituire il ministro della Difesa Sergey Shoigu, che in molti incolpano per la sconfitta russa nell'Oblast di Kharkiv. Lo scrive l'americano Institute for the study of war (Isw) nel suo ultimo rapporto. Il corrispondente militare e blogger russo Maksim Fomin (alias Vladlen Tatarsky) ha affermato di aver parlato con Prigozhin della situazione al confine ucraino-russo dopo il ritiro delle forze della Federazione dall'area. L'incontro Prigozhin-Fomin, se si è verificato, potrebbe indicare che il Cremlino sta tentando di affrontare le denunce di mesi secondo cui il ministero della Difesa russo non ha ascoltato le loro critiche che evidenziavano l'inefficacia del comando superiore russo. (fonte ats)

09:26

Missili russi sulla diga, inondata la città di Zelensky

Strade allagate a Kryvyi Rih. Evacuata una parte degli abitanti: «La Russia ha commesso un altro atto terroristico»

Apri articolo

09:26

Russia e Cina, manovre navali congiunte nel Pacifico
Navi da guerra russe e cinesi stanno svolgendo pattugliamenti congiunti nel Pacifico, incluso il Mare di Okhotsk, nell'Estremo oriente russo, e si apprestano a dar vita a esercitazioni congiunte. Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Mosca. «Navi delle flotte russa e cinese eseguiranno manovre tattiche congiunte compresi tiri di artiglieria con vere munizioni e operazioni di sostegno ad elicotteri che si alzeranno in volo dalle stesse navi», ha detto in un video il vice comandante della flottiglia di Primorye, regione russa a nord-ovest del Giappone. Lo riferisce l'agenzia Interfax. (fonte ats)

09:00

Von der Leyen a Kiev
«A Kiev, per la mia terza visita dall'inizio della guerra in Russia. Molte cose sono cambiate. L'Ucraina è ora un candidato Ue. Discuterò con Volodymyr Zelensky e Denys Shmyhal come continuare ad avvicinare le nostre economie e i nostri popoli mentre l'Ucraina progredisce verso l'adesione». Lo ha scritto su Twitter la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen. (Fonte Ats)

08:34

«Kiev consolida il controllo di Kharkiv»
L'Ucraina ha continuato a consolidare il controllo della regione orientale di Kharkiv appena liberata, alcune truppe russe sembrano essere fuggite di fronte all'avanzata delle truppe ucraine 'in preda al panico', lasciando dietro di sé attrezzature militari chiave e di grande valore. Le forze russe si sono in gran parte ritirate dall'area a ovest del fiume Oskil. Lo afferma su Twitter l'intelligence del ministero della Difesa britannico nell'aggiornamento sulla situazione in ucraina. Il report sottolinea che 'alcune unità si sono ritirate relativamente in ordine e sotto controllo, mentre altre sono fuggite in preda al panico'. L'equipaggiamento di alto valore abbandonato dalle forze russe in ritirata comprendeva capacità essenziali per consentire la strategia di guerra russa incentrata sull'artiglieria. Tra questi, almeno un radar di controbatteria Zoopark e un veicolo di comando e controllo dell'artiglieria IV14. (Fonte Ats)

08:09

Mosca: «Gli Usa saranno in guerra se daranno i missili a lungo raggio a Kiev»
«Se Kiev ottenesse» i missili a lungo raggio che ha richiesto agli Stati Uniti, «grandi città russe, oltre che infrastrutture industriali e dei trasporti, ricadrebbero nell'area di possibile distruzione. Uno scenario del genere significherebbe un diretto coinvolgimento degli Stati Uniti in un confronto militare con la Russia». Lo ha dichiarato all'agenzia Sputnik l'ambasciatore russo negli Usa, Anatoly Antonov. «Particolarmente preoccupante è il fatto che da molti mesi l'Ucraina sollecita la fornitura di missili tattici operativi Atacms, progettati per colpire obiettivi a una distanza massima di 300 km», ha aggiunto. (Fonte Ats)

07:10

Incidente d'auto per Zelensky
L'auto su cui viaggiava Volodymyr Zelensky è stata coinvolta in un incidente stradale a Kiev, ma il presidente ucraino non è rimasto ferito gravemente. Lo rende noto il portavoce presidenziale Serhii Nykyforov, in un post su Facebook. Nykyforov ha spiegato che l'auto di Zelensky si è scontrata con un veicolo privato, ma non ha specificato quando l'incidente è avvenuto. «Il presidente è stato visitato da un medico: non sono state riportate ferite gravi», ha detto il portavoce aggiungendo che «le circostanze dell'incidente verranno accertate dalle forze dell'ordine». «I medici che accompagnano il capo dello Stato hanno prestato soccorso all'autista dell'auto privata e lo hanno messo su un'ambulanza», ha detto infine Nykyforov. Pochi minuti dopo la dichiarazione del portavoce di Zelensky, l'ufficio del presidente ucraino ha diffuso il video del discorso serale che il leader pronuncia ogni giorno. (Fonte Ats)

07:09
AFP