Immobili
Veicoli

SPAGNARyanair annuncia nuovi scioperi, più di un milione di passeggeri a terra

08.08.22 - 13:28
Nuovi disagi in Spagna dovuti al rifiuto della compagnia aerea di negoziare un accordo con il personale di cabina.
AFP
Ryanair annuncia nuovi scioperi, più di un milione di passeggeri a terra
Nuovi disagi in Spagna dovuti al rifiuto della compagnia aerea di negoziare un accordo con il personale di cabina.
I sindacati chiedono l'applicazione dei diritti fondamentali del lavoro, oltre che un aumento salariale per contrastare l'inflazione.

MADRID - Nuovo round di scioperi per la compagnia aerea low cost Ryanair. L’equipaggio di cabina della compagnia irlandese ha lanciato oggi una nuova manifestazione di dissenso che continuerà per tutta l’estate. I dipendenti hanno deciso d'incrociare le braccia per fare pressione sui vertici dell'azienda affinché le loro richieste siano ascoltate. Il motivo alla base dell’ira dei dipendenti è il rifiuto dI Ryanair di negoziare un nuovo contratto collettivo. I sindacati spagnoli, USO (l’Unione Sindacale Operaia) e Sitcpla, hanno chiamato all'appello 1'600 lavoratori, non solo della società irlandese ma anche di Crewlink e Workforce. Un’azione che lascerà a terra più di un milione di passeggeri, con una media di 130.600 persone ogni giorno.

Le trattative - Lo sciopero durerà fino all'inizio di gennaio, coincidendo con il periodo festivo di agosto e Natale, mesi in cui solitamente si registrano livelli di traffico molto elevati. Saranno colpiti soprattutto gli aeroporti di Barcellona e Palma di Maiorca. «Scioperiamo a causa dell’interruzione delle trattative con Ryanar. I vertici della compagnia si sono rifiutati di sedersi al tavolo per trovare un accordo», ha affermato il sindacato USO in una nota ufficiale. 

I lavoratori chiedono che l'azienda irlandese applichi la legislazione spagnola sul lavoro, oltre a un aumento di stipendio. Pretendono «l'applicazione dei diritti fondamentali del lavoro, che non possono essere oggetto di negoziazione, come 22 giorni lavorativi di ferie annuali o 14 ferie stabilite dalla legge», viene spiegato dai due sindacati della penisola iberica. Gli scioperi di giugno e luglio hanno già costretto alla cancellazione di oltre 200 voli e migliaia di ritardi. In queste settimane i sindacati denunciano 11 licenziamenti da parte di Ryanair a causa della partecipazione dei lavoratori agli scorsi scioperi.

Colpita tutta l'Europa - Le azioni di protesta dei sindacati avvengono in un contesto già segnato dal caos aeroportuale che ha colpito gran parte dei principali aeroporti europei. Le cause sono principalmente la rapida ripresa della domanda, le richieste dei sindacati e la carenza di personale. Inoltre, i recenti disagi aeroportuali stanno convincendo gradualmente molti viaggiatori europei a rinunciare ai voli. L'instabilità del settore e i molti imprevisti stanno avendo una ripercussione sulle scelte dei viaggiatori. Una tendenza che, se confermata, comprometterebbe ulteriormente le compagnie aeree già in gravi difficoltà. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO