Immobili
Veicoli

SPAGNAUn colpo da 1.6 milioni in bottiglie di vino, arrestati i furfanti

20.07.22 - 18:05
Una coppia aveva derubato la pregiata cantina di un ristorante spagnolo nel 2021 usando dei documenti svizzeri falsi.
Deposit
Un colpo da 1.6 milioni in bottiglie di vino, arrestati i furfanti
Una coppia aveva derubato la pregiata cantina di un ristorante spagnolo nel 2021 usando dei documenti svizzeri falsi.
Dopo circa nove mesi di indagini la polizia è riuscita a localizzare il rifugio dei malviventi al confine tra Montenegro e Croazia.

CACERES - La polizia ha arrestato una coppia colpevole di un furto da 1.6 milioni di euro ai danni di un ristorante spagnolo. I ladri si sono rifugiati al confine tra Montenegro e Croazia sfuggendo alle indagini delle autorità spagnole per nove mesi, prima dell'arresto avvenuto questa mattina.

Il colpo - I fatti risalgono a ottobre 2021, quando un uomo e una donna che soggiornavano presso l’hotel ristorante Atrio a Càceres nel sud-ovest della Spagna hanno fatto scomparire varie bottiglie di vino pregiatissimo. Il malloppo consisteva in 45 bottiglie di vino francese dal valore milionario. Il fiore all’occhiello della collezione era un Château D’Yquem del 1806.

La polizia nazionale spagnola ha affermato che il furto, «pianificato meticolosamente, è iniziato con un falso documento di identità svizzero usato per prenotare l'hotel». La coppia ha cenato nel suo ristorante prima di intraprendere un tour della rinomata cantina di Atrio.

«Dopo la degustazione la coppia si è recata in camera. L’uomo ha lasciato però rapidamente la stanza per tornare nella cantina», hanno spiegato le forze dell’ordine. «Dopo aver utilizzato una chiave rubata per accedere alla stanza delle bottiglie più costose, l’uomo con tre grandi zaini ha fatto sparire il malloppo». Ironia della sorte, per impedire al vetro di rompersi e per proteggere le bottiglie milionarie, la coppia aveva utilizzato proprio gli asciugamani dell’hotel. Mentre l'uomo perquisiva la cantina, la compagna era intenta a distrarre un membro del personale chiedendo che gli si preparasse la cena, nonostante la cucina fosse già chiusa a quell’ora.

Una fuga infinita - «A seguito di numerose indagini, sia in Spagna che in altri paesi, gli agenti sono riusciti a identificare i due sospetti». L'alto grado di professionalità, la specializzazione e la perfetta pianificazione dei ladri hanno complicato l'arresto.

Secondo la polizia, la coppia ha lasciato la Spagna pochi giorni dopo il furto e si è spostata in giro per l'Europa così tanto rendendo difficile la localizzazione. Alla fine sono stati rintracciati al confine tra Montenegro e Croazia e arrestati poi in Croazia grazie a un'operazione di polizia congiunta che includeva Interpol ed Europol.

NOTIZIE PIÙ LETTE