Immobili
Veicoli

UCRAINA: SEGUI IL LIVEUn altro giorno di guerra in Ucraina

16.07.22 - 08:35
Le città ucraine continuano a subire gli attacchi di Mosca, ieri i missili hanno colpito Dinpro provocando tre vittime.
AFP
Le città ucraine continuano a subire gli attacchi di Mosca, ieri i missili hanno colpito Dinpro provocando tre vittime.

Ieri l'Unione europea ha adottato la proposta di un nuovo pacchetto di misure per rafforzare l'efficacia dei sei pacchetti di sanzioni contro Mosca, sancendo il divieto di importazione dell'oro russo. 

Nel frattempo proseguono gli attacchi russi: ieri sono state colpite le due principali università della città di Mykolai. L'ambasciata americana a Kiev ha chiesto agli statunitensi che si trovano ancora in Ucraina «di lasciare immediatamente il Paese». 

17:53

«L'Occidente non smetta di inviarci armi»
«La tradizionale lotta politica interna nei Paesi occidentali non deve intaccare l'unità nelle questioni fondamentali della lotta tra il bene e il male. In particolare, sulla fornitura di armi all'Ucraina». Lo scrive su Twitter Mikhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. «Non possiamo permettere al Cremlino di usare la concorrenza politica come arma per minare le democrazie», aggiunge Podolyak.

14:07

Pioggia di missili russi su obiettivi civili nel Donetsk
Almeno 54 obiettivi civili sono stati colpiti da bombardamenti russi nella regione ucraina di Donetsk nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto la polizia ucraina, secondo quanto riporta Ukrinform. Le forze russe hanno aperto il fuoco contro 12 insediamenti - tra cui Kramatorsk, Avdiivka, Bakhmut, Kostiantynivka, Hirnyk e Sloviansk - con razzi non guidati, missili R-77, sistemi missilistici S-300, sistemi missilistici a lancio multiplo (Tornado-S, Uragan, Grad, Smerch) e artiglieria. Tra gli obiettivi colpiti ci sono 36 case (inclusi 11 condomini), una scuola, uno stadio, un impianto chimico (a Avdiivka), un mercato, la piazza centrale di Kramatorsk, linee dell'energia elettrica, una torre dell'acqua e due campi. (fonte ats)

13:40
AFP
13:39

Zelensky: «Noi conserviamo la nostra umanità, i russi no»
La società russa, con così tanti assassini, "rimarrà paralizzata per generazioni". Lo ha denunciato in un post su Facebook il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha poi promesso di restaurare più di 2'000 asili, scuole e università distrutte dagli attacchi russi in Ucraina. «Noi - ha aggiunto -, conserviamo la nostra umanità e la nostra civiltà», mentre «la società russa con così tanti assassini e carnefici rimarrà paralizzata per generazioni». (fonte ats)

13:01

Attacco missilistico russo su Odessa
Le forze russe hanno lanciato la notte scorsa un attacco missilistico sulla città ucraina di Odessa (sudovest) con un bombardiere strategico Tu-95 dai cieli di Stavropol, nella Russia sudoccidentale: lo riporta Unian. Un missile da crociera, ha reso noto il servizio stampa della Direzione del Servizio statale di emergenza della regione, ha colpito un magazzino della città provocando un "incendio su un'area di 1.000 metri quadrati". Le fiamme sono state domate questa mattina e non si segnalano feriti o vittime. L'attacco odierno segue quello di ieri sera sulla regione di Odessa, dove i russi hanno lanciato tre missili, uno dei quali è stato intercettato dalle forze ucraine. Neanche in questo caso si segnalano feriti o vittime. (fonte ats)

11:52

Sale il bilancio delle vittime di Vinnytsia
È aumentato a 24 il bilancio delle vittime dell'attacco russo di giovedì scorso contro la città di Vinnytsia, nell'Ucraina centrale: lo ho reso noto il capo dell'amministrazione statale regionale, Sergey Borzov, secondo quanto riporta Unian. L'alto funzionario ha precisato che una donna è morta in ospedale in seguito alle ustioni riportate sull'85% del corpo. Intanto, 68 persone sono ancora in ospedale, inclusi quattro bambini, e si cercano ancora quattro dispersi. (fonte ats)

10:57

Kiev, tornano le sirene anti-aeree
Le sirene anti-aeree hanno suonato questa mattina nella capitale ucraina Kiev, mentre Mosca intensifica i suoi recenti attacchi a lungo raggio contro le città del Paese che finora hanno ucciso almeno 34 persone. Lo riporta il Guardian. Dopo i bombardamenti su Vinnytsia che hanno provocato almeno 23 morti giovedì, ricorda il giornale, otto persone sono rimaste uccise in una serie di attacchi nella regione di Donetsk e ieri sera altre tre persone sono morte in un attacco a Dnipro. (fonte ats)

10:39
AFP
10:38

Bombardamenti su Chuhuiv
Tre persone sono morte e altre tre sono rimaste ferite la notte scorsa in seguito a un attacco missilistico delle forze russe contro la città di Chuhuiv, nella regione ucraina di Kharkiv (nordest): lo ha reso noto su Facebook il capo dell'amministrazione militare regionale, Oleh Synehubov. Lo riporta la Tass. Le vittime, ha spiegato Synehubov, sono due uomini di 60 e 68 anni e una donna di 70 anni. I bombardamenti hanno distrutto un condominio e danneggiato una scuola e un negozio di materiali edili. I soccorritori continuano a scavare tra le macerie in cerca di eventuali sopravvissuti. (fonte ats)

10:12

L'offensiva russa nel Donetsk è ancora limitata
La portata e la scala dell'offensiva russa nella regione di Donetsk, nell'Ucraina orientale, sono ancora limitate, con i combattimenti a ovest di Lysychansk concentrati su Siversk e Bakhmut. Lo scrive l'intelligence britannica nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione nel Paese. Ciò, sottolinea il rapporto pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, nonostante le forze russe abbiano sostenuto nei giorni scorsi di essere entrate nella periferia di Siversk. Ma già in passato, osserva l'intelligence, Mosca ha rivendicato successi in modo prematuro o affermando il falso. Un comportamento, questo, probabilmente finalizzato almeno in parte a dimostrare al pubblico russo il successo dell'operazione in Ucraina nonché a rafforzare il morale delle truppe. Da parte sua, Kiev sta respingendo con successo gli attacchi di Mosca dopo aver ceduto Lysychansk e riorganizzato la sua difesa. Questo gli ha permesso di concentrare le sue forze e la sua potenza di fuoco contro attacchi russi più contenuti: una strategia che è riuscita a ridurre lo slancio della Russia. (fonte ats)

09:33

Kiev accusa le banche occidentali di crimini di guerra
Il governo ucraino ha chiesto ai vertici delle banche americane ed europee di tagliare i rapporti con la Russia, fermando i finanziamenti per gli scambi di petrolio russi ma anche la vendita di azioni di società statali e big del gas quali Gazprom e Rosneft. In una lettera inviata ai numeri uno di JPMorgan, Hsbc, Citigroup e Credit Agricole, Kiev afferma che continuando a offrire credito alle aziende che spediscono il petrolio russo "prolungano" la guerra. Più dure le parole di Oleg Ustenko, consigliere economico di Volodymyr Zelensky, che in un'intervista al Financial Times accusa le banche di «crimini di guerra». «Li stanno commettendo perché stanno aiutando il regime di Putin», mette in evidenza Ustenko. (fonte ats)

09:23

Mosca in Iran per acquistare droni 
Una delegazione russa ha visitato un aeroporto nell'Iran centrale almeno due volte negli ultimi 30 giorni per esaminare droni dotati di armi: lo ha reso noto il consigliere per la sicurezza nazionale Usa, Jake Sullivan. A conferma delle missioni di Mosca in Iran ci sono inoltre immagini satellitari ottenute in esclusiva dalla Cnn. L'Iran, scrive oggi l'emittente americana, ha iniziato a mostrare i droni Shahed-191 e Shahed-129 alla Russia nell'aeroporto di Kashan a sud di Teheran a giugno. Entrambi questi tipi di droni sono in grado di trasportare missili a guida di precisione. «Abbiamo informazioni secondo cui il governo iraniano si sta preparando a fornire alla Russia diverse centinaia di UAV (Unmanned Aerial Vehicles, ovvero velivoli senza pilota, ndr), inclusi UAV capaci di trasportare armi», ha affermato Sullivan in un comunicato inviato alla CNN. (fonte ats)

08:44

La regione di Sumy è stata presa di mira dalle bombe russe
Una persona è morta e altre tre sono rimaste ferite a causa di bombardamenti delle forze russe su aree residenziali della regione di Sumy, nell'Ucraina orientale: lo ha reso noto il governatore della regione, Dmytro Zhyvytsky, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. (fonte ats)

08:33

Mosca usa una centrale nucleare come base militare
La Russia utilizza la più grande centrale nucleare d'Europa - quella di Zaporizhzhia, nell'Ucraina sudorientale - come base per lo stoccaggio di armi, tra cui sistemi missilistici, e per bombardare le aree circostanti del Paese. Lo ha detto ieri sera il responsabile dell'agenzia nucleare ucraina. La situazione nell'impianto di Zaporizhzhia è «estremamente tesa», fino a 500 soldati russi controllano l'impianto, ha detto il presidente di Energoatom, Pedro Kotin. «Gli occupanti portano lì i loro equipaggiamenti, compresi i sistemi missilistici, da cui già bombardano l'altra sponda del fiume Dnipro e il territorio di Nikopol», ha aggiunto Kotin in un'intervista televisiva. (fonte ats)

08:30
AFP