Keystone
Francia
04.10.2021 - 12:570

Accusati 3'000 uomini di fede per aver abusato di almeno 10'000 bambini in 70 anni

Una Commissione ha indagato l'istituzione religiosa per due anni e mezzo. Messa in discussione l'educazione clericale

PARIGI - Chiesa e pedofilia. In 70 anni ci sono stati migliaia di abusi in Francia. L'istituzione cattolica non è nuova a queste denunce, ma un rapporto ufficiale conferma come la pedo-criminalità non sia un'eccezione, ma un vero e proprio fenomeno. Si stima che dal 1950 oggi ci siano stati tra i 2'900 e i 3'200 pedofili in seno alla chiesa.

Verrà rilasciato domani il rapporto della Commissione indipendente sugli abusi sessuali nella Chiesa. I lavori sono cominciati due anni e mezzo fa, su richiesta della Conferenza di religiosi e religiose degli istituti e congregazioni. L'inchiesta mette insieme 2'500 pagine che mostrano come in 70 anni almeno un terzo dei preti, religiosi o uomini di fede abbia compiuto abusi su minori. Potrebbero essere 3'000 in tutto, sui 115'000 che si trovavano o si trovano ancora in attività. La maggior parte dei casi è caduta in prescrizione e molti degli accusati sono morti. Ma il numero di casi riportati è più una stima che una certezza, perché è possibile che svariati casi non siano stati denunciati.

Alcuni membri della Commissione incaricata hanno dichiarato che la presentazione del rapporto, che avverrà domani 5 ottobre in occasione della Conferenza francese dei vescovi, «sarà una deflagrazione. Una vera e propria bomba». Jean-Marc Sauvé ha spiegato ieri all'Agenzia di stampa francese che i dati sono stati messi insieme grazie a svariate interviste di vittime e testimoni. In tutto i bambini che hanno subito gli abusi si aggirano intorno ai 10'000.

L’intenzione della Chiesa cattolica francese è di mettere a disposizione un fondo di risarcimento per le vittime da 5 milioni di euro e d'impegnarsi nel riformare profondamente l'educazione clericale. Resta la paura che molti degli abusi in seno alla Chiesa fossero noti e che abbia vinto l'omertà.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 01:30:58 | 91.208.130.86