Immobili
Veicoli

UNIONE EUROPEAVon der Leyen: «L'economia russa è in ginocchio, la guerra di Putin fallirà»

14.09.22 - 09:34
La presidente della Commissione europea ha ribadito inoltre il sostegno verso l'Ucraina: «Con armi, fondi e ospitalità»
REUTERS/Yves Herman
Fonte ATS
Von der Leyen: «L'economia russa è in ginocchio, la guerra di Putin fallirà»
La presidente della Commissione europea ha ribadito inoltre il sostegno verso l'Ucraina: «Con armi, fondi e ospitalità»
A Strasburgo è stato inoltre presentato un tetto ai ricavi delle aziende che producono elettricità a basso costo.

STRASBURGO - «Questa è una guerra alla nostra energia, una guerra alla nostra economia, una guerra ai nostri valori e una guerra al nostro futuro. Si tratta di autocrazia contro democrazia. E sono qui con la convinzione che, con coraggio e solidarietà, Putin fallirà e l'Europa prevarrà». Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen nel discorso sullo Stato dell'Unione.

«Oggi il coraggio ha un nome, e quel nome è Ucraina. Il coraggio ha un volto, quello degli uomini e delle donne ucraini che si oppongono all'aggressione russa», ha proseguito von der Leyen.

Il sostegno all'Ucraina - «Ricordo un momento nelle prime settimane dell'invasione. Quando la First Lady dell'Ucraina, Olena Zelenska, ha riunito i genitori dei bambini ucraini uccisi dall'invasore. Centinaia di famiglie per le quali la guerra non finirà mai e per le quali la vita non tornerà mai più come prima. Abbiamo visto la First Lady guidare una folla silenziosa di madri e padri affranti, e appendere piccole campane agli alberi, una per ogni bambino. Campane sugli alberi, una per ogni bambino caduto. E lei è qui con noi oggi! Cara Olena, c'è voluto un coraggio immenso per resistere alla crudeltà di Putin. Ma tu hai trovato quel coraggio. E una nazione di eroi è sorta», ha sottolineato la presidente della Commissione.

Fondi, armi e solidarietà - La solidarietà dell'Europa nei confronti dell'Ucraina rimarrà incrollabile. «Fin dal primo giorno, l'Europa è stata al fianco dell'Ucraina. Con armi. Con fondi. Con l'ospitalità per i rifugiati. E con le sanzioni più dure che il mondo abbia mai visto. Il settore finanziario della Russia è in crisi», ha detto von der Leyen, aggiungendo: «Voglio essere molto chiara: le sanzioni sono destinate a rimanere. Questo è il momento di mostrare determinazione, non acquiescenza», ha aggiunto.

In viaggio verso Kiev - Porteremo l'Ucraina nella nostra area europea di free roaming. Le nostre corsie di solidarietà sono un grande successo. Sulla base di tutto ciò, la Commissione collaborerà con l'Ucraina per garantire un accesso senza soluzione di continuità al mercato unico. E viceversa. «Il nostro mercato unico è una delle più grandi storie di successo dell'Europa. È ora di renderlo un successo anche per i nostri amici ucraini. È per questo che oggi mi reco a Kiev, per discuterne in dettaglio con il Presidente Zelensky», ha dichiarato la presidente della Commissione.

Tetto ai ricavi - «Milioni di europei hanno bisogno di sostegno. Gli Stati membri dell'Ue hanno già investito miliardi di euro per assistere le famiglie vulnerabili. Ma sappiamo che non sarà sufficiente. Per questo motivo proponiamo un tetto ai ricavi delle aziende che producono elettricità a basso costo. La nostra proposta raccoglierà più di 140 miliardi di euro per gli Stati membri per attutire il colpo direttamente». Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen all'Eurocamera.

Più flessibilità per la riduzione del debito - «Gli Stati membri dovrebbero avere maggiore flessibilità sui loro percorsi di riduzione del debito. Ma ci dovrebbe essere una maggiore responsabilità sul rispetto di ciò che abbiamo concordato», ha aggiunto la presidente della Commissione Ue. Nella riforma del Patto di stabilità, «dovrebbero esserci regole più semplici che tutti possono seguire», ha sottolineato von der Leyen, indicando la necessità di «aprire lo spazio per investimenti strategici e dare ai mercati finanziari la fiducia di cui hanno bisogno».

NOTIZIE PIÙ LETTE