Guardia di Finanza Varese
ITALIA
17.09.2021 - 07:010

Cocaina dal Messico in provincia di Como, sei arresti

Nell'ambito dell'operazione, la Guarda di Finanza ha sequestrato 19 kg di cocaina

COMO - Sei persone sono finite in manette oggi in provincia di Como, in seguito a un blitz della Guardia di Finanza contro una rete di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Ne hanno dato notizia i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Varese, che hanno annunciato anche il sequestro di oltre 19kg di cocaina, proveniente dal Messico. Il valore stimato della merce? 3'200'000 euro.

L'operazione era partita nel 2019, con l'arresto a Malpensa di un passeggero di nazionalità messicana proveniente da Cancun, che aveva con sé 9kg di cocaina occultati nel bagaglio da stiva.

Un arresto che ha portato alla scoperta di un «sodalizio criminoso attivo nella provincia di Como», che ha «immesso sul mercato nazionale diversi carichi di cocaina». Gli stessi Finanzieri hanno poi accertato che il gruppo di trafficanti «riforniva di cocaina anche la provincia di Siena e garantiva l’approvvigionamento diretto della droga attraverso corrieri inviati con bus di linea».

Le indagini hanno consentito ai Finanzieri di individuare anche il mittente della sostanza stupefacente, un cittadino di nazionalità argentina già destinatario di un provvedimento di cattura internazionale perché coinvolto in un analogo traffico di stupefacenti.

Il destinatario della cocaina è invece in custodia cautelare. Oltre a ciò, i suoi conti correnti sono stati sequestrati, in quanto «ritenuti provento dell'attività illecita». In particolare poiché «dall’analisi dei rapporti bancari e postali è emerso che il citato aveva continuato ad effettuare versamenti di denaro contante nonostante avesse cessato di percepire fonti lecite di reddito»

Infine, è stato anche denunciato all'Autorità giudiziaria, poiché è risultato essere anche percettore del reddito di cittadinanza.

Guardia di Finanza Varese
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 08:47:21 | 91.208.130.86